www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Altre 2018 (Manager)


1° tappa Antalya : Matteo Moschetti regala il primo successo alla Polartec-Kometa

Vittoria Matteo Moschetti b.jpg

Appena nata ma già vincente : la Polartec-Kometa ha ottenuto oggi il suo primo successo grazie a Matteo Moschetti, che ha vinto la prima tappa del Tour of Antalya. L’arrivo si è giocato in volata, dopo che sia stata ripresa la fuga del giorno, nella quale c’era un compagno di Moschetti, Kevin Inkelaar. Un trionfo sofferto per il campione italiano U23, che è caduto a 40 chilometri dall’arrivo. Una caduta che lo ha poi costretto a cambiare di bici e di scarpe. Ma alla fine, nonostante la caduta, la pioggia ed il freddo, gli sono rimaste forze per battere Jakub Mareczko (Wilier Triestina - Selle Italia), vincitore poco fa di due tappe al Sharjah Tour degli Emirati Arabi Uniti. 

 

Matteo racconta come è andata la volata : "Nel finale eravamo con Michele Gazzoli ma a 1500 metri c’è stata una caduta e Michele ha avuto un problema al cambio. Mi sono ritrovato da solo e ho poi deciso di lanciare la volata e ho vinto. Ero in sesta o settima posizione, alla ruota di un paio di Leopard. Ai 300 metri dall’arrivo c’è stato un attimo di esitazione. Mi sono detto che, se avessi voluto battere Kuba Mareczko, quello era il momento buono. Sono scattato. Ho guadagnato qualche metro. Non mi sono più voltato. Davanti, l’arrivo non arrivava mai. Dietro, non arrivavano neanche gli avversari. Ho vinto così. Domani voglio difendere la mia maglia ma la terza tappa è davvero difficile per me. Ma farò del mio meglio per vincere l’ultima". 

 

Una prima vittoria che fa la gioia di Ivan, manager della squadra : "Una vittoria che è tante cose insieme. È il capolavoro di Matteo Moschetti e compagni. È il risultato della passione di staff, tecnici, sponsor. Tutto questo deve contagiare tutti i ragazzi delle squadre giovanili. È un punto di partenza. È un premio, uno stimolo". 

 

In questo giorno speciale per la formazione spagnola, non poteva mancare la reazione di Alberto Contador : "È un piacevole sorpresa vincere così presto, perché è una squadra molto giovane, che ha per obiettivo di formare futuri campioni, ma senza chiedere trionfi immediati. Vincere è una motivazione per tutti e un gioia per i nostri sponsor, che stanno facendo tanto per portare avanti questo progetto".  

 

 

- Classifica 1° tappa :

 

1. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) 3:46:31

2. MARECZKO Jakub (Wilier Triestina - Selle Italia) 

3. GEBNER Konrad (Leopard Pro Cycling)

4. VAHTRA Norman (Estonia)

5. WILDAUER Markus (Tirol Cycling Team)

38. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa)

50. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) 

54. PENA Wilson Estiben (Polartec-Kometa)

60. HABTOM Awet( Polartec-Kometa)

80. INKELAAR Kevin (Polartec-Kometa) 

154. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa)

 

 

- Classifica generale :

 

1. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) 3:46:31

2. MARECZKO Jakub (Wilier Triestina - Selle Italia) a 4s

3. GEBNER Konrad (Leopard Pro Cycling) a 5s

4. VAHTRA Norman (Estonia) a 6s

5. WILDAUER Markus (Tirol Cycling Team) a 6s

38. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 10s

51. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 10s 

55. PENA Wilson Estiben (Polartec-Kometa) a 10s

61. HABTOM Awet( Polartec-Kometa) a 10s

81. INKELAAR Kevin (Polartec-Kometa) a 10s

153. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 10s

 

 

Profilo 2° tappa : 

etap2.jpg

 

 

 

 

@IBdailyblog


22/02/2018
0 Poster un commentaire

Destinazione Turchia per la Polartec-Kometa, con il Tour of Antalya

Tour of Antalaya profilo.jpg

 

Dopo la Spagna e la Francia, la Turchia : da domani e fino a domenica, la Polartec-Kometa sarà di nuovo in sella al Tour of Antalya. Per la sua prima edizione, la corsa UCI Europe Tour 2.2, sarà composta da quattro tappe. La prima, di 158,6 km, comporterà due Gran Premio della Montagna. La seconda giornata, lunga di 121,3 km, passerà sulla salita prima categoria Üçoluk. Poi sabato appuntamento con la tappa regina. Una cortissima (32,5 km) ma intensa tappa, che si finirà sulla salita prima categoria di Geyik Bayiri. Il Tour of Antalya si concluderà con 146,2 km tra Side e Lara. 

 

Un percorso esigente ma la Polartec-Kometa tenterà di brillare con Isaac Cantón, Awet Habtom, che effettuerà la sua prima corsa sotto i colori della formazione spagnola, Michele Gazzoli, Kevin Inkelaar, Matteo Moschetti, Wilson Estiben Peña e Diego Pablo Sevilla. Con lei ci saranno 24 squadre (2 Continental Pro, 15 Continental, 3 Nazionale e 5 club). 

 

 

 

 

@IBdailyblog


21/02/2018
0 Poster un commentaire

Presentazione Giro d'Italia U23 Enel

GiroU23 2.jpeg

 

 

Ivan era oggi a Roma per assistere alla presentazione del 41° Giro d’Italia U23 Enel, che si svolgerà dal 7 al 16 giungo. Il percorso, composto da 9 tappe che attraverseranno quattro regioni (Emilia-Romagna, Lombardia, Trentino e Veneto), sarà per corridori completi. Per iniziare, ci sarà un prologo di 4,7 chilometri a Forlì. Poi la strada alternerà tra pianura e salite. La 4° tappa arriverà al Passo Maniva ed il giorno dopo ci sarà l’arrivo a Folgarida, una salita su strada bianca. Il 14 giugno, per la 7° tappa, il gruppo affronterà di nuovo la montagna con una finale sul Pian delle Fugazze (1a categoria). La corsa rosa si concluderà con una cronometro individuale di 21 chilometri, a San Pietro di Feletto. Questa crono potrebbe essere decisiva per la generale, con gli ultimi 800 metri sul Muro di Ca’del Poggio ed i suoi passaggi a 18 %. Al termine dei 1191 chilometri sapremo chi succederà nell’albo d’oro al russo Pavel Sivakov, che ora corre per la Sky, dimostrazione che il Giro U23 può offrire un importante futuro. Al via 29 squadre, tra cui le 15 migliori formazioni italiane e 14 team stranieri.

 

Marco Selleri, il Direttore del Giro d’Italia Under 23 Enel, tiene a salutare le persone che hanno fatto nascere quest’edizione : "Il mio ringraziamento va a tutta la squadra : le Istituzioni, gli sponsor, gli Enti locali, Davide Cassani e tutte le persone che lavorano tutto l’anno per la buona riuscita della corsa. A livello tecnico, credo che il Giro d’Italia Under 23 del 2018 abbia qualcosa in più rispetto all’edizione scorsa, e mi auguro che a vincere possa essere un atleta italiano".

 

Alla presentazione era anche presente il ministro italiano per lo sport, Luca Cotti (al fianco di Ivan sulla foto). Secondo lui la corsa è un’opportunità per promuovere il ciclismo ed il turismo : "È un’occasione straordinaria per tanti ragazzi che praticano questo sport bellissimo e che meritano di vedere il proprio talento messo in luce e sostenuto, non solo a parole ma con fatti concreti. Perciò, come Ministero per lo Sport abbiamo investito in questa manifestazione che unisce il sostegno al ciclismo giovanile a un altro elemento di grande rilevanza : la valorizzazione economica e turistica del territorio. Il Giro farà tappa in luoghi bellissimi del nostro Paese e speriamo sia, come è accaduto in passato, un’opportunità per fare emergere una nuova generazione di campioni che contribuiranno a restituire al ciclismo italiano il ruolo importante che merita".

 

 

Tappe 41° Giro d’Italia U23 :

 

- Giovedì 7 giugno 2018, prologo : Forlì – Forlì (4,7 km)

 

- Venerdì 8 giugno 2018, 1a tappa : Riccione – Forlì (137,7 km)

 

- Sabato 9 giugno 2018, 2a tappa : Nonantola – Sestola (128,3 km)

 

- Domenica 10 giugno 2018, 3a tappa : Rio Saliceto – Orio al Serio (160,8 km) 

 

- Lunedì 11 giugno 2018, 4a tappa : Mornico al Serio – Passo Maniva (127,9 km) 

 

- Martedì 12 giugno 2018, 5a tappa : Darfo Boario Terme – Folgarida (125,6 km)

 

- Mercoledì 13 giugno 2018, 6a tappa : Dimaro – Pergine Valsugana (121,7 km)

 

- Giovedì 14 giugno 2018, 7a tappa : Schio – Pian Delle Fugazze (135,4 km)

 

- Venerdì 15 giugno 2018, 8a tappa : Levico Terme – Asiago (152 km)

 

- Sabato 16 giugno 2018, 9a tappa : 

1° semitappa : Conegliano Veneto – Valdobbiadene (75,6 km)

2° semitappa : cronometro individuale : Muro di Ca’ del Poggio – Ca’ del Poggio (21,2 km)

 

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


19/02/2018
0 Poster un commentaire

2° tappa Haut Var-Matin : Doppietta di Hivert, Ballesteros miglior Polartec-Kometa

VCV 3.jpg

Era questa domenica la seconda ed ultima tappa del Tour du Haut Var-Matin, con 188,5 chilometri in circuito, tra Vidauban e Flayosc. Sul percorso c’era la salita di Tourtour (2° categoria, 10 chilometri a 4 %). Lo scenario finale fu identico a quello di ieri con la vittoria di tappa per il francese Jonathan Hivert (Direct Energie). Anche l’inizio è stato similare alla prima giornata, con numerosi attacchi di corridori alla ricerca della buona fuga. Quattro uomini sono finalmente riusciti a creare un distacco : Evaldas Siskevicius (Delko Marseille Provence KTM), Fernando Barcelo (Euskadi), Benoit Jarrier (Fortuneo-Samsic) e Jérémy Lecroq (Vital Concept). All’ultimo passaggio sulla salita di Tourtour, sia il gruppo che la fuga hanno subito una seria scrematura. E sul traguardo sono rimasti in sei a giocarsi la vittoria. Il più forte di loro è stato Hivert, davanti a due altri francesi, Alexis Vuillermoz (AG2R La Mondiale) e Rudy Molard (FDJ). 

 

Per quanto riguarda la Polartec-Kometa, Miguel Angel Ballesteros è come sabato il primo classificato della formazione spagnola, 24° a 50s del vincitore. E anche nella generale, 17° a 51s di Hivert, che si aggiunge quindi questa 50° edizione del Tour du Haut Var-Matin. 

 

 

- Classifica 2° tappa :

 

1. HIVERT Jonathan (Direc Energie) 5:04:04

2. VUILLERMOZ Alexis (AG2R La Mondiale) 

3. MOLARD Rudy (FDJ) 

4. FINETTO Mauro (Delko Marseille Provence KTM) a 2s

5. MADOUAS Valentin (FDJ) a 2s

24. BALLESTEROS Miguel Angel (Polartec-Kometa) a 50s

26. PENA Wilson Estiben (Polartec-Kometa) a 50s

50. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 2:30

55. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 6:47

59. RIES Michel (Polartec-Kometa) a 10:17

60. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 10:17

 

 

- Classifica generale finale : 

 

1. HIVERT Jonathan (Direc Energie) 9:28:51

2. VUILLERMOZ Alexix (AG2R La Mondiale) a 1s

3. MOLARD Rudy (FDJ) a 1s

4. MADOUAS Valentin (FDJ) a 3s

5. PINOT Thibaut (FDJ) a 3s

17. BALLESTEROS Miguel Angel (Polartec-Kometa) a 51s

39. PENA Wilson Estiben (Polartec-Kometa) a 7:16s

45. RIES Michel (Polartec-Kometa) a 11:19

48. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 12:21

51. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 13:13

71. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 28:38

 

 

Il prossimo appuntamento della Polartec-Kometa sarà in Turchia, con il Tour of Antalya, dal 22 al 25 febbraio. 

 

 

 

 

@IBdailyblog


18/02/2018
0 Poster un commentaire

1° tappa Haut Var-Matin : Vittorio per Hivert, il Polartec-Kometa Ballesteros con i primi

 

polarteckometateam_27877954_538811813163144_330442418543394816_n.jpg

 

 

Il Tour du Haut Var-Matin iniziava oggi, con una tappa di 169,7 chilometri da Le Cannet  Des Maures a Fayence. La prima parte della corsa è stata animata da una fuga di quattro corridori, partiti dopo 30 chilometri. Ma nonostante un vantaggio massimo di quattro minuti, le speranze di raggiungere il traguardo si sono poco a poco ridotte. Il gruppo, menato dall’AG2R La Mondiale e dall’Astana, è stato molto attivo. Dopo la ripresa di tutti i fuggitivi, numerosi sono stati i candidati alla vittoria Ma ad alzare le braccia è stato Jonathan Hivert. Il corridore della Direct-Energie è riuscito a fare una piccola differenza a Fayence, un’arrivo in leggera salita. Nicola Bagioli (Nippo - Vini Fantini - Europa Vini) e Samuel Dumoulin (AG2R La Mondiale) completano il podio di questa prima giornata. 

 

Miguel Angel Ballesteros è il primo Polartec-Kometa (17°). Lo spagnolo ha finito con il primo gruppo. 

 

 

- Classifica 1° tappa e generale

 

1. HIVERT Jonathan (Direct Energie) 4:23:57

2. BAGIOLI Nicola (Nippo - Vini Fantini - Europa Ovini) a 1s

3. DUMOULIN Samuel (AG2R La Mondiale) a 1s

4. VUILLERMOZ Alexis (AG2R La Mondiale) a 1s

5. PACHER Quentin (Vital Concept) a 1s

17. BALLESTEROS Miguel Angel (Polartec-Kometa) a 1s

39. RIES Michel (Polartec-Kometa) a 1:02

45. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 6:26

47. PENA Wilson Estiben (Polartec-Kometa) a 6:26

70. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 9:51

71. GAMPER Patrick (Polartec-Kometa) a 11:31

95. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 18:21

 

 

Profilo 2° ed ultima tappa : 

 

profil_etape2.jpg

 

 

 

 

@IBdailyblog


17/02/2018
0 Poster un commentaire

Continua l'avventura in terra francese per la Polartec-Kometa, con il Tour du Haut Var-Matin

Squadrablog.jpg

La Polartec-Kometa continua la sua avventura in terra francese. Dopo aver partecipato al Tour de La Provence la settimana scorsa, la formazione spagnola sarà questo week-end al Tour du Haut Var-Matin, sempre nel sud. La corsa, che celebra il suo 50° anniversario, sarà composta da due tappe. La prima, sabato 17, partirà da Le Cannet des Maures per raggiungere, dopo 169,7 chilometri, la città di Fayence. Sul percorso due salite : Col de Blavet (2° categoria, 7 chilometri a 3 %) e Les Marjories (3° categoria, 3, 3 chilometri a 4,2 %). Per la seconda giornata, domenica 18, i corridori percorreranno 188,5 chilometri, da Vidauban a Flayosc. Il tracciato essendo in circuito, ci sarà da scalare tre volte La Bastide de Tourtour, un GPM di 2° categoria, con 10 chilometri a 4 %. Due tappe quindi abbastanza impegnative e che dovrebbe sorridere 

 

I sette uomini selezionati dalla Polartec-Kometa, sono gli stessi del Tour de La Provence : Juan Angel Ballesteros, Juan Camacho, Isaac Cantón, Patrick Gamper, Wilson Peña, Diego Pablo Sevilla (miglior scalatore in Provence) e Michel Ries. La squadra cercherà di confermare il suo buon inizio stagione e si confronterà di nuovo ad atleti esperimentati, con la presenza di tre squadre World Tour (FDJ, AG2R La Mondiale e Astana).

 

 

 

 

@IBdailyblog


15/02/2018
0 Poster un commentaire

Solido debutto della Polartec-Kometa alla Vuelta Valencia e il Tour de La Provence

MGrimpeur.jpg

 

Comunicato stampa della Polartec-Kometa

 

 

La Polartec-Kometa Continentale ha fatto un solido debutto nella categoria professionale dopo aver partecipato alle sue prime corse, con la Vuelta a la Comunitat Valenciana e il Tour de Provence. In entrambe le gare, i giovani professionisti di Jesús Hernández e Dario Andriotto hanno superato le aspettative e ottenuto risultati molto promettenti.

 

A Valencia, contro 11 ProTour e 11 altre ProContinental, con un gruppo di altissimo livello e condizioni meteorologiche molto dure nelle ultime tappe, la squadra ha eseguito una prestazione che ha evidenziato il lavoro dei loro velocisti, Michele Gazzoli e Matteo Moschetti. Nonostante la sua giovinezza, Gazzoli ha ottenuto un interessante undicesimo posto nella volata dell'ultima tappa, mentre tutti insieme hanno fatto la loro prima cronosquadre, in cui hanno potuto contare sui consigli di Alberto Contador, dando segreti della specialità, anche in una giornata piovosa e ventosa che è stata la causa delle cadute di Kevin Inkelaar e Moschetti.

 

Nella seconda gara della stagione, il Tour de La Provence, nel sud della Francia,  la Polartec-Kometa ha affrontato l'intero gruppo francese, più alcune squadre belghe e italiane, quindi è stata ancora una volta di fronte ad un gruppo di alto livello, anche se un po' più abbordabile rispetto alla Valenciana.

 

La squadra ha risposto di nuovo alla sfida e ha colto l'occasione per confermare la buona forma di Michel Ries, che ha finito 18° nella classifica generale finale, 1:38 dietro il vincitore, e Miguel Ángel Ballesteros, che è stato il primo spagnolo. Entrambi i corridori sono riusciti a concludere rispettivamente quarto e quinto nella classifica giovanile, brillando in alta quota sulle montagne francesi.

 

Insieme al risultato nella generale di Ries e Ballesteros, il momento clou di La Provence è stata la combattività e la grinta di Diego Pablo Sevilla, che è riuscito a entrare in due fughe, nella seconda e quarta tappa. La prima gli è valsa la maglia provvisoria del Combinado, mentre nella seconda ne ha approfittato per battere il veterano Madrazo nella classifica della montagna, vincendo la maglia finale. Era la sua prima corsa da professionista, dato che era uno di quelli non correva a Valencia, e ovviamente ha dimostrato di meritare il salto in questa categoria.

 

Tra gli esordienti, anche il colombiano Wilson Peña, che solo due giorni prima era arrivato dal suo paese con poco tempo per acclimatarsi alla sua nuova squadra, e il campione spagnolo, Isaac Canton, che hanno mostrato cosa possono fare nelle prossime gare.

 

Infine, l'ultimo giorno, Juan Camacho, è stato molto vicino ad una grande sorpresa quando ha lanciato un attacco a 15 chilometri dal traguardo, che gli è quasi valso la vittoria di tappa. Nell’ultimo chilometro è stato raggiunto dal gruppo a causa di un terreno sfavorevole e del vento contrario.

 

Questo fine settimana la Polartec-Kometa torna nel sud della Francia per il Tour du Haut-Var, una corsa a tappe di due giorni in cui affronteranno ancora una volta un gruppo di classe mondiale.

 

 

 

 

@IBdailyblog


14/02/2018
0 Poster un commentaire