www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

5° tappa Tour de Hongrie : L'ottima settimana della Kometa, con Márton Dina secondo della generale

5° tappa Hongrie.jpg

 

 

Dopo la grande battaglia di ieri, era questa domenica l’ultima tappa del Tour de Hongrie, con un percorso di 169 chilometri. Il finale era su un circuito urbano di cinque giri, perfetto per una conclusione in volata. Prima tre corridori hanno comunque avuto il coraggio di andare in fuga. Ma le squadre dei velocisti erano determinate e i tre sono stati inevitabilmente ripresi. Il più veloce oggi ? Wouter Wippert. L’uomo dell’EvoPro Racing è riuscito a battere Hugo Hofstetter (Cofidis) e Mihkel Raïm (Israel Cycling Academy).

 

La Kometa ottiene un 7° posto con il suo velocista, Michele Gazzoli. La formazione spagnola che avuto la grande soddisfazione di brillare nel paese del suo sponsor grazie a Márton Dina, 2° della classifica generale, a 1:22 di Krists Neilands (Israel Cycling Academy). Márton, per la sua prima corsa sotti i colori della Kometa, finisce anche maglia bianca del miglior ungherese : "Dopo la terza tappa ero un po' triste di aver perso la maglia bianca. Quel pomeriggio mi sono guardato davanti allo specchio e mi sono detto : "Vieni, rallegrati, domani sarai sul podio". E mi sono convinto di dover lottare per questo. A Kékesteto, ho dato tutto per riprenderla. Non posso nascondere la mia grande gioia per i risultati. Sono molto grato per il duro lavoro della squadra in questi giorni. Non vedo l'ora di competere di nuovo con la squadra"

 

Jesús Hernández, il direttore sportivo, fa il bilancia di questi sei giorni in Ungheria : "Siamo venuti qui con l'idea di essere protagonisti ogni giorno ed è stato così. La squadra è stata molto brava. Questo Tour de Hongrie era una gara di alto livello, in cui abbiamo gareggiato con squadre continentali professionali, che solitamente partecipano al Tour de France o provengono dal Giro d'Italia. E noi siamo stati li', in competizione con loro. Negli ultimi due giorni abbiamo visto una grande squadra. Siamo davvero felici, con un buon bilancio e la piacevole sorpresa di un nuovo arrivato come Márton".

 

 

- Classifica 4° tappa : 

 

1. WIPPERT Wouter (EvoPro Racing) 3:53:47

2. HOFSTETTER Hugo (Cofidis) 

3. RAÏM Mihkel (Isarel Cycling Academy)

4. BELLETTI Manuel (Androni Gioccatoli - Sidermec)

5. TRONDSEN Trond (Team Coop) 

7. GAZZOLI Michele (Kometa)

13. PUPPIO Antonio (Kometa)

36. DINA Márton (Kometa)

39. OLDANI Stefano (Kometa)

62. VIEGAS Daniel (Kometa) a 11s

64. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 11s

98. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 51s

 

 

- Classifica generale : 

 

1. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy)  21:13:00

2. DINA Márton (Kometa) a 1:22

3. VALTER Attila (CCC Development Team) a 1:26

4. ZARDINI Edoardo (Neri Sottoli - Selle Italia - Ktm) a 1:45

5. VISCONTI Giovanni (Neri Sottoli - Selle Italia - Ktm) a 1:58

6. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 2:04

7. OLDANI Stefano (Kometa) a 2:08

33. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 9:55

63. PUPPIO Antonio (Kometa) a 30:14

64. GAZZOLI Michele (Kometa) a 30:16

97. VIEGAS Daniel (Kometa) a 51:21

 

 

 

 

@IBdailyblog


16/06/2019
0 Poster un commentaire

4° tappa Tour de Hongrie : Una Kometa tre stelle per la giornata regina

 

4°tappa Hongrie.jpg

 

Faceva caldo oggi al Tour de Hongrie in tutti i sensi della parola : più di 35° e tappa regina, con il finale sulla salita di Kékesteto. Una finale che si è rivelato spettacolare. Prima c’è stata una fuga di tre corridori che hanno dovuto arrendersi quando è arrivata la montagna. Sono allora entrati in scena i pretendenti alla classifica generale. E tra i grandi protagonisti del giorno, i corridori della Kometa : Juan Pedro López ha fatto parte degli grandi attaccanti nella salita finale. Poi il leader del Tour de Hongrie, Krists Neilands,  ha preso la situazione in mano. Un attacco decisivo ma Neilands ha trovato sulla sua strada due altri uomini forti : gli ungheresi Attila Valter (CCC Development Team) e il Kometa, Márton Dina. Un brillante ritorno su Neilands, ma il corridore dell’Israel Cycling Academy è comunque riuscito ad ottenere la vittoria di tappa. Márton ha preso il secondo posto e Valter il terzo.

 

Per la Kometa il bilancio di questo sabato è ottimo : oltre alla grande prestazione di Márton. Hanno anche brillato con Stefano Oldani, 8° a 42s e Juan Pedro, 5° a 24s. Lo spagnolo racconta : "Sapevamo che gli ultimi tre chilometri erano i più difficili della salita. Mi piace attaccare. Ho deciso che era il momento giusto per farlo. Non so cosa sarebbe successo se non l'avessi fatto ma è stato il mio momento". 

 

Il direttore sportivo, Jesús Hernández, parla dei suoi ragazzi : "Fin dalla presentazione della gara, abbiamo saputo che sarebbe stata una tappa importante. Un giorno in cui abbiamo dovuto dare il massimo. Dal chilometro zero la squadra è stata presente, sostenendo Juan Pedro e Márton sul percorso, lavorando per riprendere la fuga. Un lavoro bestiale. E un grosso mentale. Juan Pedro è stato spettacolare, dimostrando di essere un buono scalatore. Ha combattuto per questa vittoria con tutte le sue forze. E se lo meritava. Ma Neilands è un corridore più vecchio, viene dal Giro ed è in splendida forma. Anche Márton è stato molto forte. Non potevamo vincere, ma i ragazzi hanno dato tutto. Nessuno ha corso per sé, è stato un vero lavoro di squadra. Sono molto orgoglioso di questi corridori".

Nella generale, Márton Dina è ora secondo, a 1:22 di Neilands. Márton è anche maglia bianca del miglior ungherese. Due altri Kometa sono nel top 10 : Juan Pedro López (5°) e Stefano Oldani (8°).

 

 

- Classifica 4° tappa : 

 

1. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy)  3:30:40

2. DINA Márton (Kometa) 

3. VALTER Attila (CCC Development Team)

4. ZARDINI Edoardo (Neri Sottoli - Selle Italia - Ktm) a 13s

5. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 24s

8. OLDANI Stefano (Kometa) a 42s

50. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 7:27

80. GAZZOLI Michele (Kometa) a 11:35

86. PUPPIO Antonio (Kometa) a 11:35

105. VIEGAS Daniel (Kometa) a 15:39

 

 

- Classifica generale : 

 

1. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy)  17:19:13

2. DINA Márton (Kometa) a 1:22

3. VALTER Attila (CCC Development Team) a 1:26

4. ZARDINI Edoardo (Neri Sottoli - Selle Italia - Ktm) a 1:45

5. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 1:53

7. OLDANI Stefano (Kometa) a 2:08

32. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 9:04

64. PUPPIO Antonio (Kometa) a 30:14

65. GAZZOLI Michele (Kometa) a 30:16

100. VIEGAS Daniel (Kometa) a 51:10

 

 

Profilo 5° tappa : 

 

Tappa5B.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


15/06/2019
0 Poster un commentaire

3a e 3b tappa Tour de Hongrie : Giornata tra fuga e volata

 

3a3b tappa Hongrie.jpg

 

Una giornata, due tappe, ecco il copioso programma che aspettava i corridori del Tour de Hongrie. La prima tappa, di 115 km, ha sorriso alla fuga. Quattro uomini hanno resistito al ritorno del gruppo e ad alzare le braccia è stato l’ungherese Krisztián Lovassy. 

 

Nel pomeriggio stavolta i velocisti hanno preso il potere. Al termine dei 69 km, Alois Kankovsky (Elkov - Author) ha battuto Wouter Wippert (EvoPro Racing) e Manuel Belletti (Androni Giocattoli - Sidermec). La classifica generale non è cambiata, Krists Neilands (Israel Cycling Academy) rimane in testa con 1:05 su Belletti. 

 

La Kometa non ha potuto lottare per la vittoria ma è stata attiva in testa del gruppo. Lo spagnolo Diego Pablo Sevilla commenta : "Durante la seconda tappa abbiamo controllato la fuga accanto all’Androni. Per noi le cose erano chiarissime : l’arrivo doveva giocarsi in volata. La mattina era tutto un po' più strano, perché c’è stata una fuga che in teoria sarebbe stata facile da controllare. Eravamo tranquilli, Cofidis e Israel Cycling Academy stavano tirando, ma poi il distacco è aumentato e non sono stati ripresi".

 

 

- Classifica 3a tappa : 

 

1. LOVASSY Krisztián (Hungary) 2:33:21

2. ANIOLKOWSKI Stanislaw (CCC Development Team) 

3.KATRASNIK Gasper (Adria Mobil) 

4. OTRUBA Jakub (Elkov - Author)

5. FORTIN Filippo (Cofidis) a 4:04

31. PUPPIO Antonio (Kometa) a 4:04

32. GAZZOLI Michele (Kometa) a 4:04

53. DINA Márton (Kometa) a 4:04

62. OLDANI Stefano (Kometa) a 4:04

64. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 4:04

69. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 4:04

91. VIEGAS Daniel (Kometa) a 4:04

 

 

- Classifica 3b tappa : 

 

1. KANKOVSKY Alois (Elkov - Author) 1:28:04

2. WIPPERT Wouter (EvoPro Racing)

3. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec)

4. TRONDSEN Trond (Team Coop) 

5. FORTIN Filippo (Cofidis) 

10. GAZZOLI Michele (Kometa)

19. OLDANI Stefano (Kometa) 

20. PUPPIO Antonio (Kometa)

25. DINA Márton (Kometa)

46. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa)

51. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 08s
111. VIEGAS Daniel (Kometa) a 3:01

 

 

- Classifica generale : 

 

1. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy) 13:58:43

2. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) a 1:05

3. BENDIXEN Louis (Team Coop) a 1:10

4. BÁRTA JAN (Elkov-Author) a 1:12

5. BROZYNA Piotr (CCC Development Team) a 1:14

8. OLDANI Stefano (Kometa) a 1:16

10. DINA Márton (Kometa) a 1:18

11. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 1:19

25. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 1:27

62. PUPPIO Antonio (Kometa) a 18:29

63. GAZZOLI Michele (Kometa) a 18:31

99. VIEGAS Daniel (Kometa) a 35:21

 

 

Profilo 4° tappa : 

 

Tappa4B.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


14/06/2019
0 Poster un commentaire

2° tappa Tour de Hongrie : Una brillante Kometa

2°tappa Hongrie.jpg

Balassagyarmat accoglieva la partenza della seconda tappa del Tour de Hongrie ed i corridori dovevano poi percorrere 201 km per raggiungere la città di Miskolc (201 km). Sul percorso, di nuovo soleggiato, tre gran premio della montagna, che lasciava la possibilità ai scalatori di esprimersi. Ma prima i protagonisti sono stati quattro corridori, che hanno passato più di 160 km davanti. Una fuga che ha preso fine nell’ultima salita del giorno, Bükkszentkereszti (1° categoria). È iniziata una seconda corsa, per la vittoria di tappa, e Krists Neilands è partito in solitario. L’uomo dell’Isreal Cycling Academy è riuscito a mantenere un distacco di un minuto sul gruppo principale, composto da 39 corridori. Il podio è completato da Louis Bendixen (Team Coop) e Marco Frapporti (Androni Giocattoli - Sidermec).

 

Buona giornata per la Kometa, che è stasera leader della classifica squadre. Nel finale c’è stato il tentativo di Juan Pedro López, 17° : "Neilands era fortissimo. Viene dal Giro d’Italia, era superiore a tutti. Sono soddisfatto, ho fatto bene e sono anche contento della mia forma, ho avuto ottime sensazioni. Ora dobbiamo riposare e pensare ai prossimi giorni, saranno tappe molto importanti". 

 

Un altro corridore ha brillato, il giovane Márton Dina, primo Kometa della tappa, 6°, e sempre maglia bianca del miglior ungherese : "Sono soddisfatto della mia classifica. Ieri non stavo bene, è stato un giorno difficile per me. Oggi però mi sono sentito molto meglio e in salita ho goduto di ottime sensazioni. Il finale è stato movimentato ma conoscevo il traguardo e non ho avuto problemi, per fortuna".

 

Stefano Oldani, 7°, racconta la sua disavventura a un chilometro dall’arrivo : "Neilands era molto forte oggi, era il migliore. Personalmente mi sono sentito bene, con buone gambe per cercare di fare un podio. Nell'ultimo chilometro siamo stati diretti sulla strada sbagliata da diversi corridori e abbiamo perso tempo prezioso. Abbiamo cercato di recuperarlo e tornare nel gruppo di coloro che non avevano deviato, tra cui Márton. Sono stato in grado di tornare ma è un peccato perché avrebbe potuto lottare per il podio senza questo sforzo".

 

Nella classifica generale, dominata da Krists Neilands, ci sono quattro Kometa nel top 20 : Stefano Oldani (8° a 1:15), Martón Dina (9° a 1:16), Diego Pablo Sevilla (11° a 1:19) e Juan Pedro López (12° a 1:19). 

 

 

- Classifica 2° tappa : 

 

1. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy) 5:10:14

2. BENDIXEN Louis (Team Coop) a 1:00

3. FRAPPORTI Marco (Androni Giocattoli - Sidermec) a 1:00

4. ZAHÁLKA Matej (Elkov - Author) a 1:00

5. LE TURNIER Mathias (Cofidis) a 1:00

6. DINA Márton (Kometa) a 1:00

7. OLDANI Stefano (Kometa) a 1:00

17. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 1:00

18. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 1:00

86. GAZZOLI Michele (Kometa) a 16:10

88. PUPPIO Antonio (Kometa) a 16:10

90. VIEGAS Daniel (Kometa) a 16:10

 

 

- Classifica generale : 

 

1. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy) 9:53:14

2. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) a 1:07

3. BENDIXEN Louis (Team Coop) a 1:10

4. BÁRTA JAN (Elkov-Author) a 1:12

5. BROZYNA Piotr (CCC Development Team) a 1:14

8. OLDANI Stefano (Kometa) a 1:15

9. DINA Márton (Kometa) a 1:16

11. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 1:19

12. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 1:19

64. PUPPIO Antonio (Kometa) a 18:29

65. GAZZOLI Michele (Kometa) a 18:31

96. VIEGAS Daniel (Kometa) a 32:20

 

 

Profili tappe 3a e 3b :

 

Tappa3B.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


13/06/2019
0 Poster un commentaire

1° tappa Tour de Hongrie : 7° posto per Stefano Oldani

2°tappa Hongrie.jpg
 

Questo mercoledì era la prima tappa in linea del Tour de Hongrie, con 194 km tra Velence e Esztergom. Un terreno ideale per una fuga, ma complicati per i puri velocisti a causa di una salita di seconda categoria a solo 17 chilometri dall’arrivo. Sotto uno splendido sole e sopra i 30 gradi, tre corridori sono partiti, ma l’intenso lavoro della squadra Androni Giocattoli ha doppiamente pagato : i tre fuggitivi sono stati ripresi e Manuel Belletti ha vinto la volata del gruppo di 35 unità. L’italiano ha battuto il francese Hugo Hofstetter (Cofidis) e il croato Dusan Rajović (Adria Mobil). La sua vittoria gli permette anche di prendere il primo posto della classifica generale. 

 

Dopo la bella performance nel prologo di ieri, con sei corridori nel top 20, la Kometa ha oggi potuto contare su Stefano Oldani, 7° della volata. Márton Dina, 19°, conserva la maglia bianca del miglior ungherese dell’edizione 2019. 

 

Il direttore sportivo, Jesús Hernández, analizza la corsa dei suoi ragazzi : "Per questo secondo giorno di gara siamo riusciti a raggiungere i nostri due obiettivi : evitare le cadute ed essere nella lotta per la vittoria. Abbiamo vissuto un momento di tensione con la foratura di Juan Pedro nell’ultima salita, ma è stato risolto velocemente. E Stefano ha dimostrato ancora una volta che sapeva muoversi bene nel finale, quando è iniziata la preparazione per la volata. Sono felicissimo del lavoro di tutti i miei corridori. Viegas e Puppio hanno fatto un lavoro che non si vede, ma sono stati fantastici". 

 

 

- Classifica 1° tappa : 

 

1. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) 4:38:55

2. HOFSTETTER Hugo (Cofidis) 

3. RAJOVIĆ Dusan (Adria Mobil)

4. BENDIXEN Louis (Team Coop)

5. MARENGO Umberto (Neri Sottoli - Selle Italia - KTM)

7. OLDANI Stefano (Kometa) 

19. DINA Márton (Kometa)

25. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa)

31. SEVILLA Diego Pablo (Kometa)

48. GAZZOLI Michele (Kometa) a 2:04

49. PUPPIO Antonio (Kometa) a 2:04

92. VIEGAS Daniel (Kometa) a 15:41

 

 

- Classifica generale : 

 

1. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) 4:43:07

2. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy) a 03

3. RAJOVIĆ Dusan (Adria Mobil) a 03s

4. BÁRTA JAN (Elkov-Author) 05s

5. BROZYNA Piotr (CCC Development Team) a 07s

10. OLDANI Stefano (Kometa) a 09s

11. DINA Márton (Kometa) a 11s

14. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 12s

15. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 12s

45. PUPPIO Antonio (Kometa) a 2:12

46. GAZZOLI Michele (Kometa) a 2:14

92. VIEGAS Daniel (Kometa) a 16:03

 

 

Profilo 2° tappa : 

 

Tappa2B.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


12/06/2019
0 Poster un commentaire

Prologo Tour de Hongrie : Grande inizio per la Kometa con sei corridori su sette nel top 20

HongriePrologo.jpg

 

Il grande momento della stagione è arrivato per la Kometa Cycling Team, con il Tour de Hongrie, paese del suo sponsor Kometa. Per debuttare questa settimana di corsa ungherese : un prologo di 4 chilometri nella città di Siófok. Il più veloce del giorno è stato il corridore dell’Elkov-Author, Jan Bárta, che ha percorso il 4 km in 4:17. Il podio è completato da Krists Neilands (Israel Cycling Academy) e Piotr Brozyna (CCC Development Team). 

 

Ottimo inizio per la Kometa, con sei corridori su sette nel top 20. Antonio Puppio, 6° a 03s, racconta : "Appena partito, mi sono sentito molto forte e ho dato tutto. Nei rettilinei ho spinto il più forte possibile e non ho preso rischi nelle curve". Questo martedì era anche l’occasione di vedere per la prima volta il giovane Márton Dina con i colori della Kometa. Márton, davanti al suo pubblico, ha realizzato una bellissima prestazione, 13° a 06s e maglia bianca del miglior ungherese.

 

Il direttore sportivo, Jesús Hernández : "Se avessimo ottenuto la vittoria sarebbe stata una fantastica partenza ma è stato davvero un buon prologo e ci lascia in una posizione molto buona per le tappe successive. I ragazzi sono stati formidabili e hanno dimostrato di avere una motivazione molto alta. Il Tour de Hongrie è per noi come un Tour de France e abbiamo una grande ambizione". 

 

 

- Classifica prologo e generale

 

1. BÁRTA JAN (Elkov-Author) 4:17

2. NEILANDS Krists (Israel Cycling Academy)

3. BROZYNA Piotr (CCC Development Team) a 02s

4. JENSEN August (Israel Cycling Academy) a 02s

5. RAJOVIĆ Dusan (Adria Mobil) a 02s

6. PUPPIO Antonio (Kometa) a 03s

10. OLDANI Stefano (Kometa) a 03s

12. GAZZOLI Michele (Kometa) a 05s

14. DINA Márton (Kometa) a 06s

18. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 07s

20. LÓPEZ Juan Pedro (Kometa) a 07s

68. VIEGAS Daniel (Kometa) a 17s

 

 

Profilo 1° tappa : 

 

Tappa1B.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


11/06/2019
0 Poster un commentaire

Tour de Hongrie, grande obiettivo della stagione e il debutto di Márton Dina

Tour de Hongrie 2019.jpg

 

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team

 

 

Meno di un anno dopo, il grande obiettivo della stagione. Il Giro d'Ungheria inizierà martedì 11 giugno prossimo con un prologo che concretizzerà il cambio di date promosso per questa stagione dall'organizzazione dell'evento Magyar. Da agosto a giugno, la corsa ungherese cerca di promuovere il proprio spazio all'interno del calendario europeo nelle settimane precedenti il Tour de France. Queste date le permetteranno di crescere come evento sportivo, anche se in questa occasione condividerà l'agenda con il Criterium Dauphiné. Un passo avanti in vista del futuro. Nato nel 1925, il Giro d'Ungheria è stato accompagnato da intermittenze sin dalla sua nascita. La sua rinascita verso il 2015 ha portato con sé un'energia rivitalizzante.

 
Per la Kometa Cycling Team arriva il grande momento della stagione, visti gli enormi interessi del suo sponsor principale nel paese dell'Europa Centrale. Le ambizioni sono le più alte per una squadra che sarà formata dagli italiani Stefano Oldani, Antonio Puppio e Michele Gazzoli, dagli spagnoli Juan Pedro López e Diego Pablo Sevilla e dal portoghese Daniel Viegas; inoltre, completano i "sette" l'ungherese Márton Dina. L'ultima firma della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador debutterà ufficialmente nei suoi nuovi colori in questo evento. "Sono assolutamente eccitato e non vedo l'ora di iniziare a pedalare", dice il corridore di Budapest.

La squadra, guidata da Jesús Hernández, ha profili per dare battaglia su tutti i terreni, con uomini veloci per gli arrivi di massa, con corridori per le finali nervose e la ricerca di fughe, e con ciclisti che salgono molto bene. "Per i nostri sponsor è una gara fondamentale e vogliamo essere all'altezza delle aspettative. Siamo dotati di una squadra potente e con opzioni per tutti i terreni. E con tutta l'ambizione di fare grandi cose", dice il direttore sportivo. Nel 2018, la squadra di Madrid ha vinto una tappa e due secondi posti con il velocista Matteo Moschetti.
 
"Sono stato in grado di dare un'occhiata al percorso e penso che sia molto bello. La maggior parte delle tappe hanno le loro salite, che ci piace sempre", dice Juan Pedro López. Il ciclista andaluso sarà uno dei grandi punti di forza della Kometa Cycling Team : "Sono convinto che la squadra sarà all'altezza della sfida, siamo tutti molto motivati a fare bene. Poi in gara ci sono molte cose che influenzano il suo sviluppo, ma andiamo con entusiasmo". Il suo compagno di squadra Diego Pablo Sevilla aggiunge : "La Vuelta a Hungría di quest'anno sarà forse più interessante per noi rispetto alla precedente, con un po' più di difficoltà. Da quello che ho visto non sono salite molto ripide. Ma sicuramente la gara è molto più selettiva rispetto all'anno scorso, cosa che amiamo"

Stefano Oldani, per la sua prima stagione da professionista, sarà un altro dei corridori con ambizioni : "Mi piace molto il percorso proposto dalla gara. Anche se il prologo è più adatto a persone molto più potenti, cercherò di farlo bene. E poi, le due tappe successive sono due giorni molto buoni per me, con una piccola salita vicino al traguardo e, teoricamente, per raggiungere la volata in un gruppo ristretto. Globalmente è un percorso che mi piace molto e penso che si possa fare molto bene".
 
Il cambio di calendario non è l'unica grande novità della Giro d'Ungheria. La Vuelta Sportiroda, la società organizzatrice, ha aumentato la durezza del percorso per questa edizione. La partenza è sempre con una prova contro il tempo, ma i percorsi delle prime due tappe in linea sono induriti con l'inserimento di piccole difficoltà (Dobogoko, in due occasioni, il secondo giorno; Repashuta e Bukkszentkereszt, il terzo). "I profili possono sembrare un po' più difficili di quanto non lo siano realmente", dice un conoscitore del settore come Márton Dina.

Sabato il finale sul Kékestető, con i suoi 1.014 metri e un riferimento visivo per la sua enorme antenna di telecomunicazioni, oltre ad ospitare un importante centro di sport invernali.  "Si tratta di una salita di circa tredici chilometri la cui durezza è concentrata negli ultimi quattro, con un fondo stradale più irregolare e alcune rampe fino al 13,5%. È la grande salita ungherese", dice Dina a proposito dell'arrivo in questo importante ambiente paesaggistico in cui si deciderà la classifica generale.
 
 
Le tappe : 

Martedì 11 giugno, prologo : Siófok - Siófok (4 km)
Mercoledì 12 giugno, 1° tappa : Velence - Esztergom (194 km)
Giovedì 13 giugno, 2° tappa : Balassagyarmat - Miskolc (201 km)
Venerdì 14 giugno, 3° tappa (a) : Kazincbarcika - Tiszafüred (115 km)
Venerdì 14 giugno, 3° tappa (b) : Tiszafüred - Hajdúszoboszló (69 km)
Sabato 15 giugno, 4° tappa : Karcag - Gyöngyös-Kékestető (138 km)
Domenica 16 giugno, 5° tappa : Kecskemét - Székesfehérvár (169 km)
 
 
 
 
@IBdailyblog

08/06/2019
0 Poster un commentaire