www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

2° tappa Hongrie : Magnifica volata di Matteo Moschetti

TdH_d3_025.jpg

 

Come tutti i grandi non ama perdere, come tutti i grandi sa rialzarsi : Matteo Moschetti, secondo nella volata ieri, è stato imperiale oggi a Székesfehérvár. Una stupenda volata che gli permette di ottenere il suo nono successo della stagione (il decimo per la Polartec-Kometa). Nonostante diversi tentativi di fughe la tappe si è quindi decisa con gli uomini veloci. Dietro Matteo c’è il fratello di Elia Viviani, Attilio (Sangemini - MG.KVIS) e il vincitore della prima tappa, Manuel Belletti (Androni Giocattoli - Sidermec). 

 

Un felicissimo Matteo si è espresso dopo la corsa :"La tappa è stata molto dura, la prima parte della giornata è stata molto, molto veloce. Il lavoro dei miei compagni è stato eccezionale e grazie a loro ho potuto affrontare questo arrivo con garanzie. È una vittoria davvero importante per la mia squadra, per il nostro sponsor Kometa, per Giacomo Pedranzini... È una vittoria per tutti loro". 

 

Parla anche il direttore sportivo, Jesús Hernández : "Un grande sforzo di squadra, sono stati impressionanti. Sono tutti molto motivati ed è un piacere guidarli, perché danno il massimo. In questi giorni abbiamo cercato di far capire loro in modo costruttivo che una vittoria sarebbe molto importante per loro e per la squadra. E hanno risposto eccezionalmente bene alle ulteriori pressioni che abbiamo esercitato su di loro. Non si può più dire nulla di Matteo... c'è una ragione se è un corridore che sarà nel WorldTour l'anno prossimo".

 

 

- Classifica 2° tappa : 

 

1. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) 4:14:07

2. VIVIANI Attilio (Sangemini - MG.Kvis)

3. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) 

4. SISR Frantisek (CCC Sprandi Polkowice)

5. GALDOUNE Ahmed Amine (Kobanya)

23. OLDANI Stefano (Polartec-Kometa) 

90. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 19s

100. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 33s

105. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 1:01

108. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 1:22

118. BALLESTEROS Miguel Ángel (Polartec-Kometa) a 5:18

 

 

- Classifica generale :

 

1. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) 7:54:44

2. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) a 06s

3. PLANET Charles (Novo Nordisk) a 13s

4. KUEN Maximilian (My Bike - Stevens) a 15s

5. FRIESECKE Gian (Vorarlberg Santic) a 162s

26. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 1:13

27. OLDANI Stefano (Polartec-Kometa) a 1:13

76. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 8:52

98. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 10:43

101. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 10:48

120. BALLESTEROS Miguel Ángel (Polartec-Kometa) a 18:38

 

 

Profilo 3° tappa : 

 

prg_3szakasz.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


16/08/2018
0 Poster un commentaire

Quattro Polartec-Kometa al Tour de l'Avenir

Avenir.jpg

 

Sito ufficiale Polartec-Kometa

 

Questo venerdì inizia una nuova edizione del Tour de l’Avenir, il Tour de France per i più giovani, dove quattro corridori della squadra Polartec-Kometa saranno presenti con le loro rispettive squadre nazionali. L'andaluso Juan Pedro López, che debutta con la nazionale spagnola, il lussemburghese Michel Ries, l'austriaco Patrick Gamper e l'olandese Kevin Inkelaar si sfideranno sulle strade francesi nei prossimi giorni.

 

Ries arriva all'evento francese dopo aver iniziato il suo periodo da stagista con il Trek-Segafredo nel recente Giro dello Utah, dove ha concluso al ventinovesimo posto e al nono nella classifica giovanile : "La mia forma è buona dopo il Tour dello Utah di questa settimana. Ho lavorato duramente per la squadra, ma potrei essere ammissibile per alcuni buoni risultati. Sono arrivato in Europa da martedì, quindi ho solo qualche giorno per recuperare dal jetlag, l'altitudine e dagli sforzi della gara americana, visto che il Tour de l’Avenir inizia venerdì. Spero di poter fare una buona classifica generale in questi dieci giorni in Francia. L'anno scorso sono arrivato diciannovesimo in questa gara nel mio primo anno come corridore U23, quindi sono molto motivato a fare ancora meglio quest'anno e a raggiungere una buona classifica finale", ha detto il lussemburghese, che ha fatto un brillante top ten nella scorsa edizione del Giro Baby.

 

Patrick Gamper, da parte sua, arriva sulla grande tappa del percorso U23 dopo un'eccezionale performance nella Vuelta a Burgos con la Polartec-Kometa. Gamper torna in una gara in cui ha preso il comando per due giorni nel 2017 e accarezzato il successo ad Ambroise, dove è arrivato secondo. "Burgos è stata una grande esperienza dopo un periodo dove avevo gareggiato poco con la mia squadra. Penso che la Vuelta a Burgos sia stata perfetta per noi, grazie alla vittoria di Matteo Moschetti e alla squadra che è stata una grande protagonista della gara. Sono in buona forma in questo momento e sono pronto a fare una corsa attiva e ad aiutare i miei compagni".

 

Juan Pedro López, un grande scalatore, sarà uno dei punti di forza della nazionale spagnola con una corsa che vivrà il suo momento chiave  nel Col du Glandon (a Sant-Colomban-des-Villards) dopo quattro giorni finali con tanta montagna e su brevi percorsi. La prima tappa a Méribel  farà meno di 40 km. L'ultimo giorno sarà la tappa regina : un passaggio attraverso il Col de l’Iseran (2764 metri), una lunga discesa, la salita verso l'impegnativo Chaussy e l'arrivo a Sant-Colomban.

 

Il sivigliano ha recuperato dalla sua recente caduta a Burgos. E ha tanta motivazione, anche perché è la sua prima corsa  con la squadra nazionale. "Non vedo l'ora di farla bene. Non sono mai stato con la nazionale ed è una cosa molto bella per me. Inoltre, al mio debutto nella migliore gara under 23 del mondo... Penso di essere in buona forma nonostante la brutta caduta di Burgos. Ma questo è già dimenticato. Ora è il momento di fare bene e, soprattutto, godersi la gara", ha detto López.

 

"Non vedo l'ora di correre", dice Kevin Inkelaar dai Paesi Bassi, secondo quest'anno al Giro d'Aosta. "Sono molto motivato e spero di fare molto bene, perché è una gara molto importante e voglio essere davanti".

 

 

 

 

@IBdailyblog


16/08/2018
0 Poster un commentaire

1° tappa Hongrie : La Polartec-Kometa in fuga con Isaac Cantón e seconda con Matteo Moschetti

3.png

 

La prima tappa del Tour de Hongrie, tra Balatonalmadi e Kezthely (148 km), è stata intensa per la Polartec-Kometa. Più che mai protagonista, la formazione spagnola è stata presente nella fuga grazie a Isaac Cantón, partito al km 7 con Andras Szatmary (Pannon Cycling). Un’avventura durata più di 100 chilometri. Ma per le squadre dei velocisti,  l’opportunità di una finale in volata era troppo grande per lasciare i due giocarsi la vittoria. Il gruppo ha prima ripreso Szatmary poi Isaac, che aveva continuato da solo, Sztamry non riuscendo a tenere il ritmo dello spagnolo. Come atteso è quindi una volata che ha concluso la tappa : Manuel Belletti (Androni Giocattoli - Sidermec) è stato il più veloce. La Polartec-Kometa ha sfiorato la vittoria con Matteo Moschetti, secondo. Kamil Malecki (CCC Sprandi Polkowice) ha lui preso il terzo posto. 

 

Isaac Cantón racconta : "Abbiamo iniziato la corsa con l’obiettivo di essere attivo e lo abbiamo raggiunto. La fuga era presto, ma il mio compagno ha perso forza con il passare dei chilometri. Era stanco. Nella salita non ho accelerato ma non riusciva a seguirmi. E questo è un peccato, perché insieme avremmo potuto essere davanti. Il circuito finale aveva una parte dove il vento soffiava a favore, ma un'altra parte dove era contro. E per me era sempre più duro continuare da solo. Ora sono esausto, ma domani sarà un altro giorno. È stata una bella giornata, con Matteo secondo".

 

 

- Classifica 1° tappa  :

 

1. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) 3:36:18

2. MOSCHETTI Manuel (Polartec-Kometa) 

3. MALECKI Kamil (CCC Sprandi Polkowice)

4. TOTÒ Paolo (Sangemini - MG. Kvis)

5. STEIMLE Jannik (Vorarlberg Santic)

21. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa)

29. OLDANI Stefani (Polartec-Kometa) a 26s

61. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 6:34

94. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 9:17

110. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 9:17

124. BALLESTEROS Miguel Ángel (Polartec-Kometa) a 12:19

 

 

- Classifica generale :

 

1. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) 3:40:41

2. SCHELLING Patrick (Vorarlberg Santic) a 09s

3. PLANET Charles (Novo Nordisk) a 10s

4. KUEN Maximilian (My Bike - Stevens) a 11s

5. FRIESECKE Gian (Vorarlberg Santic) a 12s

6. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) a 12s

22. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 50s

28. OLDANI Stefano (Polartec-Kometa) a 1:09

66. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 7:26

84. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 9:43

96. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 10:06

124. BALLESTEROS Miguel Ángel (Polartec-Kometa) a 13:16

 

 

Profilo 2° tappa : 

 

prg_2szakasz.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


15/08/2018
0 Poster un commentaire

Prologo Hongrie : 11° posto per Matteo Moschetti

TourdeHongrieSiofok02.jpg

 

 

Questo martedì iniziava il Tour de Hongrie. Il programma del giorno prevedeva un prologo di 4 chilometri nella città di Siófok. Il più veloce è stato Patrick Schelling (Vorarlberg Santic). Completano il podio Charles Planet (Novo Nordisk) e Manuel Belletti (Androni Giocattoli - Sidermec), tutti e due a 1 secondo di Schelling.

Per la Polartec-Kometa il miglior tempo è firmato da Matteo Moschetti. Il giorno dei suoi 22 anni il velocista italiano ha preso il 11° posto a 9s : "La prestazione è stata buona, ma sono un po' insoddisfatto del risultato finale. La gara è stata difficile, con molte curve e non volevo rischiare troppo". Stesso parere per Miguel Ángel Ballesteros, 103° a 48s di Schelling : "Era un circuito senza pausa, senza riposo. Ti fermi poi devi affrontare la curva, poi la curva successiva… Con l’acqua tutto diventa più complicato in un circuito tecnico come questo". 

 

 

- Classifica prologo e generale

 

1. SCHELLING Patrick (Vorarlberg Santic) 4:32

2. PLANET Charles (Novo Nordisk) a 01s

3. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) a 01s

4. KUEN Maximilian (My Bike - Stevens) a 02s

5. TOTÒ Paolo (Sangemini - MG.Kvis) a 04s

11. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) a 09s

19. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 17s

51. OLDANI Stefano (Polartec-Kometa) a 34s

69. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 41s

78. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 43s

87. CANTÓN Isaac (Polartec-Kometa) a 45s

103. BALLESTEROS Miguel Ángel (Polartec-Kometa) a 48s

 

 

Profilo 1° tappa :

 

prg_1szakasz.png

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


14/08/2018
0 Poster un commentaire

Tour de Hongrie, il "Tour de France" della Polartec-Kometa

Tour Hongrie 2018 .jpg

 

 

Sito ufficiale Polartec-Kometa

 

 

Tempus fugit. Il tempo sfugge. La stagione ha divorato, una dopo l'altra, molte delle prove del calendario e la continentale Polartec-Kometa, nel suo primo anno di vita, corre la terza delle sue tre grandi sfide. Grazie ai grandi legami del suo sponsor Kometa con l'Ungheria, l'azienda ha molti interessi in un paese dove ha diverse fabbriche e impiega centinaia di persone, il Giro di Ungheria è molto più di una competizione per la formazione spagnola. Un Giro dell'Ungheria che risale al XX secolo. La prima edizione si è svolta nel 1925. "Per noi è il nostro Tour de France", dice Fran Contador, direttore della Fondazione.

 

Un prologo e cinque tappe, 800 km di percorso dove la formazione sponsorizzata dalla Fondazione Alberto Contador cercherà di essere protagonista. Un gruppo ispanico italiano con Miguel Ángel Ballesteros, Juan Camacho, Isaac Cantón, Diego Pablo Sevilla, Michele Gazzoli, Matteo Moschetti e lo stagista Stefano Oldani. Sono i sette piloti scelti per un'avventura in cui la velocità di Moschetti, dopo la sua grande vittoria nella Vuelta a Burgos, sarà il grande punto di forza della squadra. Ma non è l’unica.

 

La prima prova a cronometro nella capitale del lago Balaton, a circa 100 chilometri a sud-ovest di Budapest, lascia il posto a cinque giorni in cui le grandi difficoltà altimetriche non abbondano. L'Ungheria non è un paese di altissime montagne : il suo tetto, il Kékestető, o semplicemente Kékes, supera di poco i 1.000 metri (1.014 m). La salita di Bükkszentkereszt, di prima categoria e che si trova a venti chilometri dalla fine della quarta tappa, molto probabilmente sarà la grande difficoltà di un itinerario molto più orientato verso gli arrivi in volata. 

 

 

Percorso : 

 

- Martedì 14 agosto, prologo :  Siófok - Siófok (4 km)
- Mercoledì 15 agosto, 1° tappa : Balatonalmadi-Kezthely (148 km)

- Giovedì 16 agosto, 2° tappa : Velence-Székesfehérvár (190 km)

- Venerdì 17 agosto, 3° tappa : Cegléd - Hajdúszoboszló (202 km)
- Sabato 18 agosto, 4° tappa : Karcag - Miskolc (182 km)
- Domenica 19 de agosto, 5° tappa : Kazincbarcika - Kazincbarcika (127 km)

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


13/08/2018
0 Poster un commentaire

5° tappa Burgos : Ottimo bilancio per la Polartec-Kometa

5 tappa Burgos.jpg

 

 

Si è conclusa oggi la Vuelta a Burgos, con la vittoria in solitario di Ivan Ramiro Sosa. Il corridore dell’Androni Giocattoli - Sidermec ha fatto il vuoto a 500 metri dall’arrivo a Lagunas de Neila. A 19 secondi, Miguel Angel Lopez (Astana) ha preso il secondo posto. Mentre a 21s è arrivato Sergio Pardilla (Caja Rural - Seguros RGA). Sosa, in più della tappa, vince anche la 40° edizione della Vuelta a Burgos. 

 

Per la Polartec-Kometa è stata una giornata complicata con il scalatore Juan Pedro López che non è stato in grado di seguire il ritmo dei migliori : "Quando non puoi, non puoi. Mi dispiace di non essere stato all’altezza, ma non potevo". Ma per la formazione spagnola il bilancio di questa prima partecipazione è ottimo, grazie alla vittoria di Matteo Moschetti nella seconda tappa. Una corsa che fu anche speciale per il giovane Alejandro Ropero, per la sua prima esperienza con la squadra continentale : "È stata una delle gare più belle che abbia mai disputato. Il livello è molto alto e il modo di correre è diverso dalle gare U23. Ma mi sono sentito bene, come se fossi qui con la squadra fin dal primo giorno, mi hanno accolto molto bene, e ho fatto tutto il possibile per aiutare i compagni. È come una famiglia per me. Spero di continuare a crescere. Spero che le persone che si sono fidate di me sono felici del mio lavoro in questi giorni".  

 

 

Dopo una piccola pausa di due giorni, la Polartec-Kometa tornerà alla competizione martedì, al Giro di Ungheria. 

 

 

- Classifica 5° tappa : 

 

1. SOSA Ivan Ramiro (Androni Giocattoli - Sidermec) 3:26:37

2. LOPEZ Miguel Angel (Astana) a 19s

3. PARDILLA Sergio (Caja Rural - Seguros RGA) a 21s

4. DE LA CRUZ David (Sky) a 21s

5. ANTON Igor (Dimension Data) a 32s

60. GAMPER Patrick (Polartec-Kometa) a 10:18

62. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 10:41

64. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 10:41

91. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) a 24:05

92. ROPERO Alejandro (Polartec-Kometa) a 24:05

93. LÓPEZ Juan Pedro (Polartec-Kometa) a 28:37

94. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 28:37

 

 

- Classifica generale : 

 

1. SOSA Ivan Ramiro (Androni Giocattoli - Sidermec) 19:00:37

2. LOPEZ Miguel Angel (Astana) a 17s

3. DE LA CRUZ David (Sky) a 53s

4. ANTON Igor (Dimension Data) a 1:04

5. GEOGHEGAN HART Tao (Sky) a 1:25

61. GAMPER Patrick (Polartec-Kometa) a 23:04

69. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 24:58

77. LÓPEZ Juan Pedro (Polartec-Kometa) a 31:25

87. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 38:29

89. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 40:06

90. ROPERO Alejandro (Polartec-Kometa) a 41:12

94. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) a 57:42

@IBdailyblog


11/08/2018
0 Poster un commentaire

4° tappa Burgos : Una caduta ha annienta le speranze della Polartec-Kometa nella volata finale

4° tappa.jpg

 

 

Dopo la montagna ieri, era oggi, per la 4° tappa della Vuelta a Burgos, un appuntamento per i velocisti, tra Monasterio de San Pedro Cardeña e Ciudad Romana de Clunia (165 km). Ma prima cinque corridori sono partiti in fuga : Diego Rubio (Burgos BH), Txomin Juaristi (Fundación Euskadi), Thibault Guernalec (Fortuneo - Samsic), Julen Amezqueta (Caja Rural - Seguros RGA) e Lucas De Rossi (Delko Marseille Provence). Un’avventura che ha preso fine ha cinque chilometri dall’arrivo. La Movistar è stata molto attiva in testa del gruppo per riprendere i cinque fuggisti, un lavoro che ha pagato visto che ad alzare le braccia è stato Carlo Barbero. Il podio della volata è completato dai due corridori della Nippo - Vini Fantini - Europa Vini : Marco Tizza e Nicola Bagioli.

 

Per la Polartec-Kometa si sono svanite le chance di Matteo Moschetti nell’ultimo chilometro. La squadra aveva fatto un grosso lavoro ma c’è stata una caduta nel gruppo e Matteo non ha potuto esprimersi come voleva, ritrovandosi lontano dalle prime posizioni. Il direttore sportivo Jesús Hernández spiega : "Oggi Matteo non ha potuto partecipare alla volata. Oggi non è stato possibile. Ma la cosa importante è l'atteggiamento della squadra, che lotta per vincere, che correre come una grande squadra. Si tratta di atteggiamento. E con questo atteggiamento i risultati finiscono sempre per arrivare".

 

 

 

- Classifica 4° tappa : 

 

1. BARBERO Carlos (Movistar) 3:55:44

2. TIZZA Marco (Nippo - Vini Fantini - Europa Ovini)

3. BAGIOLI Nicola (Nippo - Vini Fantini - Europa Ovini)

4. GEOGHEGAN HART Tao (Sky)

5. KUDUS Merhawi (Dimension Data)

50. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa)

51. ROPERO Alejandro (Polartec-Kometa)

58. GAMPER Patrick (Polartec-Kometa)

84. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa)

85. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa)

86. LOPEZ Juan Pedro (Polartec-Kometa)

92. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 2:44

 

 

- Classifica generale : 

 

1. LOPEZ Miguel Angel (Astana) 15:33:58

2. SOSA Ivan Ramiro (Androni Giocattoli - Sidermec) a 02s

3. KUDUS Merhawi (Dimension Data) a 27s

4. DE LA CRUZ David (Sky) a 34s

5. ANTON Igor (Dimension Data) a 34s

24. LÓPEZ Juan Pedro (Polartec-Kometa) a 2:50

51. CAMACHO Juan (Polartec-Kometa) a 9:54

65. GAMPER Patrick (Polartec-Kometa) a 12:48

71. SEVILLA Diego Pablo (Polartec-Kometa) a 14:19

81. ROPERO Alejandro (Polartec-Kometa) a 17:09

99. GAZZOLI Michele (Polartec-Kometa) a 29:27

101. MOSCHETTI Matteo (Polartec-Kometa) a 33:39

 

 

Profilo 5 e ultima tappa : 

 

5etapa_2018.jpg

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


10/08/2018
0 Poster un commentaire