www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

L'italiano Stefano Oldani nuovo corridore della Lotto-Soudal : "Quest'anno è stato meraviglioso"

 

Istri2 2.jpeg

 

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team

 

 

La grande stagione dell'italiano Stefano Oldani con la Kometa Cycling Team non è passata inosservata alle formazioni WorldTour. Il ciclista lombardo correrà le prossime due stagioni nella Lotto-Soudal belga, una firma che ha iniziato a prendere forma durante l'ultimo Tour de France, nei giorni in cui Stefano era al Giro d’Aosta, per poi diventare definitiva in agosto. È il terzo ciclista che passa dalla Kometa Cycling Team al WorldTour dopo gli acquisti di Michel Ries e Juan Pedro López per il Trek-Segafredo. 

 

Il ciclista italiano, che è arrivato come stagista nella squadra continentale nell'agosto 2018 per partecipare al Giro di Ungheria (che quell'anno si è tenuto all'inizio dell'ottavo mese dell'anno), è stato uno dei corridori più importanti della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador durante quest’anno 2019. 

 

Sebbene non sia stato in grado di raggiungere una vittoria molto ricercata e desiderata, ha aggiunto fino a diciassette posti nella top dieci nei 61 giorni di gara che ha affrontato finora durante la stagione. Di tutte quelle posizioni, otto erano tra i primi cinque. Si distinguono il secondo posto nella terza tappa del Istrian Spring Trophy o nella seconda tappa del Giro Valle d'Aosta, così come il quarto posto nella Vuelta a Castilla y León o nella Vuelta a Asturias. 

 

"Non sono riuscito a vincere, ne sono stato vicino in diverse occasioni, ma non sono stato in grado di alzare le braccia. Comunque, sono stato lì, combattendo, dando sempre tutto per questa squadra e per i miei compagni. Questa stagione e mezza con la Kometa Cycling Team è stata fondamentale per la nascita di questa opportunità", spiega Oldani. 

 

"Sono molto grato a Fran Contador e Ivan Basso per aver contato su di me per questo progetto. Ho imparato molto e spero che sia la squadra che i miei compagni continuino a fare passi avanti. Devo ringraziare tutti i membri della formazione, i corridori e lo staff, perché mi hanno fatto sentire come in una famiglia. Quest'anno è stato meraviglioso e indimenticabile", dice il ciclista milanese.

 

 

 

 

@IBdailyblog


11/09/2019
0 Poster un commentaire

Juan Pedro López e Michel Ries alla Trek-Segafredo

9C2FD517-FE8F-4CEA-B29B-1A1568CDE39C.jpeg

 

 

Il ruolo della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador come squadra di sviluppo della WorldTour Trek-Segafredo si rafforza in questa seconda campagna di collaborazione, con la conferma che due dei suoi corridori correranno nel 2020 e 2021 nella formazione americana. Lo spagnolo Juan Pedro López e il lussemburghese Michel Ries fanno il salto dalla Kometa Cycling Team alla Trek, seguendo i passi del giovane italiano Matteo Moschetti. Entrambi i corridori hanno firmato le due vittorie della squadra di Madrid in questa stagione.

 

Juan Pedro López ha avuto l'opportunità di vestire i colori della Trek-Segafredo nell'ultima edizione del Tour of Utah, gara per la quale è stato assunto come stagista e si è classificato al diciassettesimo posto, terzo miglior giovane della corsa americana. Ries, dal canto suo, ha corso questa stessa gara la scorsa stagione, anche come stagista; il corridore granducale ha appena concluso un eccezionale Tour de l’Avenir dove ha sfiorato la vittoria di tappa in due occasioni e si è piazzato settimo della classifica generale.

 

"Quando si inizia a gareggiare in bici si ha sempre il pensiero che un giorno si vorrebbe raggiungere la squadra pro e correre tutte quelle gare che si vedono in TV da bambini, come un Tour de France, una Vuelta a España... Questi sogni sono un po' più vicini a questo grande sogno che si realizza. È una grande opportunità, sono molto eccitato. E anche molto grato alla Fondazione Alberto Contador, dove mi è stata data l'opportunità  di crescere e dove ho imparato stagione dopo stagione", dice Juan Pedro López.
 
"Per una struttura sportiva con una forte vocazione di formazione come quella che stiamo sviluppando nella Fondazione Alberto Contador, ogni corridore che firma per il WorldTour o nella categoria professionale continentale è una gioia immensa", sottolinea Francisco Javier Contador, direttore generale della Kometa Cycling Team. "In primo luogo, una grande felicità per il corridore stesso, per la sua carriera. E poi per il progetto stesso, perché funziona molto bene e altre formazioni lo valorizzano al di là del fatto che in questo caso abbiamo lavorato come struttura di sviluppo in questi due anni. Per una squadra continentale, questi acquisti valgono anche una vittoria in una gara.
 
"Nel caso specifico di Juan Pedro, inoltre, c'è il fatto che è un corridore che ha attraversato tutte le categorie sportive della Fondazione, junior, sub23 e continentale, e aveva precedentemente partecipato al Campus Selection. È il primo corridore selezionato sul Campus ad arrivare al WorldTour. Il fatto che un corridore nato nelle nostre categorie inferiori faccia questo salto è qualcosa che fa sentire tutti i membri di questo progetto molto orgogliosi e felici", conclude.
 
 
 
 
@IBdailyblog
 

27/08/2019
0 Poster un commentaire

Ritiro in Valtellina per la Kometa

PHOTO-2019-07-13-09-02-17.jpg
 
La Kometa Cycling Team sarà dal 29 agosto al 4 settembre in Valtellina per un nuovo ritiro durante la quale parteciperà a due degli eventi ciclistici legati alla campagna Enjoy Stelvio National Park. Juan Camacho, Isaac Cantón, José Antonio García, Michele Gazzoli, Samuele Rubino, Diego Pablo Sevilla e Daniel Viegas, supportati dal corpo tecnico e meccanico della squadra continentale della Fondazione Alberto Contador, accompagneranno Alberto Contador e Ivan Basso per due giorni di natura ricreativa in cui la pratica sportiva sarà valorizzata nel quadro di un territorio di grande valore paesaggistico.
 
Le giornate del 30 e 31 agosto, tutti gli appassionati che lo desiderano potranno scalare due delle salite simbolo della Valtellina, come i Laghi di Cancano o il Passo dello Stelvio. Entrambe le proposte, che danno continuità alla salita del Mortirolo che si è svolta a luglio scorso, partiranno dalla città di Bormio, piccola patria di due dei principali sponsor del progetto sportivo continentale della Fondazione Alberto Contador come Kometa e Pedranzini. Si tratta di due eventi senza carattere agonistico, a iscrizione gratuita e in cui è obbligatorio l'uso del casco e per l'occasione la strada sarà chiusa al traffico.
 
Il 30 agosto vedrà la salita ai Laghi di Cancano, una salita di grande bellezza e non priva di durezza, con una spettacolare catena di curve nella parte centrale, una galleria travolgente scavata nel percorso nella parte superiore e un tratto finale senza asfalto. La strada sarà chiusa al traffico tra le 08.30 e le 12.30 del mattino. Il 31, il Passo dello Stelvio. Data la sua lunghezza e durezza, la salita a 2.758 metri di questo colosso alpino sarà interrotta per i veicoli tra le 08.00 e le 16.00 ore.
 
"La Valtellina ha alcuni dei migliori percorsi ciclabili del mondo e tornare su queste strade è sempre un vero piacere. I suoi paesaggi sono incredibili. E le sue salite, impressionanti. Questo tipo di iniziativa permette ai corridori professionisti qualcosa che non è facile in gara : godersi l'ambiente, assaporare i paesaggi. E, naturalmente, interagendo anche con gli amatori", dice Juan Camacho.
 
Inizialmente era prevista anche la presenza della squadra al Contador Day fissato per domenica 1 settembre, edizione in cui il Passo di Gavia sarebbe stato nuovamente protagonista, ma la grande frana di rocce sulla strada per Ponte di Legno la scorsa primavera, ancora irrisolta, ha impedito la sua celebrazione.
 
 
 
 
@IBdailyblog

27/08/2019
0 Poster un commentaire

5° tappa Vuelta a Burgos : Márton Dina nel top 20 della generale

20190818_002739_0000.png

 

Giornata regina oggi alla Vuelta a Burgos con l'ultima tappa tra Santo Domingo de Silos e la salita di Lagunas de Neila. 146 chilometri per decicdere della classifica generale. Ma prima la battaglia dei favoriti una fuga di 17 corridori si è costituita. Il  Kometa Isaac Cantón era tra gli attaccanti questo sabato. Il gruppo è tornato sui due ultimi uomini davanti, Rory Sutherland (UAE Team Emirates) e Simon Pellaud (Iam_Excelsior) all'inizio della salita finale.

 

Poi a 2 km dal traguardo Rui Costa ha attaccato. Ma il corridore delle UAE Emirates è stato raggiunto e sorpassato dal leader della generale, Iván Sosa (Ineos). Per Sosa doppia gioia : tappa e edizione 2019 della Vuelta a Burgos, come l'anno scorso. 

 

Per la Kometa questa Vuelta si finisce con il 19°posto di Márton Dina : "Essere nel top 20 di questa gara era diventato per me un obiettivo ieri, un obiettivo per il quale avrei dato tutto. È stato pazzesco. Penso di aver fatto anche degli errori ma sono giovane. Oggi ho perso contatto con il gruppo prima dell'ultima salita, alcuni corridori sono andati a terra in discesa e hanno causato un grosso taglio. Ho iniziato a salire verso Lagunas de Neila con un minuto di ritardo... Devo ancora imparare molte cose, ma sono contento del bilancio finale. Finire 19° in una gara come questa è un buon risultato, ma ora sono sicuro di poter migliorare se imparo dai miei errori".

 

 

 

- Classifica 5° tappa : 

 

1. SOSA Iván Ramiro (Ineos) 3:33:53

2. COSTA Rui (UAE - Team Emirates) a 08s

3. GHEBREIGZABHIER Amanuel (Dimension Data) a 14s

4. CARAPAZ Richard (Movistar) a 14s

5. MARTIN Guillaume (Wanty-Gobert)

23. DINA Márton (Kometa) a 3:25

54. CANTÓN Isaac (Kometa) a 9:33

71. CAMACHO Juan (Kometa) a 12:13

89. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 19:17

92. PUPPIO Antonio (Kometa) a 19:25

98. VIEGAS Daniel (Kometa) a 21:40

99. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 21:40

 

 

- Classifica generale : 

 

1. SOSA Iván Ramiro (Ineos) 18:53:44

2. RODRÍGUEZ Óscar (Euskadi Basque Country - Murias) a 31s

3. CARAPAZ Richard (Movistar) a 42s

4. PEDRERO Antonio (Movistar) a 46s

5. MARTIN Guillaume (Wanty-Gobert) a 1:13

19 DINA Márton (Kometa) a 6:59

39. CANTÓN Isaac (Kometa) a 14:50

76. CAMACHO Juan (Kometa) a 31:16

91. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 42:56

93. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 44:06

99. PUPPIO Antonio (Kometa) a 48:10

105. VIEGAS Daniel (Kometa) a 56:49

 

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


18/08/2019
0 Poster un commentaire

4° tappa Vuelta a Burgos : Antonio Puppio nella fuga, Márton Dina 22° e primo Kometa

Burgos2019T4.jpg

Questo venerdì era la quarta tappa della Vuelta a Burgos. Il percorso andava da Atapuerca a Ciudad Romana de Clunia (174 km), per un totale di 174 km. E come i tre primi giorni, una fuga si è costituita con sette corridori : Alexis Renard (Yalla Academy), Jimmy Turgis (Vital Concept), Ángel Madrazo (Burgos BH), Ibai Azurmendi e Asier Etxebarria (Euskadi), Simon Pellaud (IAM Excelsior) e il Kometa Antonio Puppio. 

 

Renard e Pellaud hanno lottato fino a 6 km dal traguardo, ma poi la fuga è stata definitivamente neutralizzata. La vittoria si è decisa negli ultimi chilometri tra sei uomini. Oggi il più forte era Alex Aranburu (Caja Rural - Seguros RGA) che ha dominato due ragazzi dell’UAE - Team Emirates : Alexandr Riabushenko e Rui Costa. 

 

Márton Dina, 29° a 20s, è il primo Kometa : "Sto imparando molto ogni giorno. Le tappe sono molto dure, non solo per le salite di fine tappe, ma per tutta la giornata. Correre ogni giorno su strade strette, lottare per la posizione tutto il giorno e dover concentrarsi ogni secondo... È un’esperienza".

 

Antonio Puppio, presente nella fuga, commenta : "È stata una giornata molto positiva per tutta la squadra e per me per il quarto giorno consecutivo, penso che ogni giorno abbiamo fatto un buon lavoro in una gara di grande livello e grande visibilità".

 

 

- Classifica 4° tappa : 

 

1. ARANBURU Alex (Caja Rural - Seguros RGA) 4:07:55

2. RIABUSHENKO Alexandr (UAE - Team Emirates)

3. COSTA Rui (UAE - Team Emirates)

4. GAUTIER Cyril (Vital Concept - B&B Hotels)

5. NARVÁEZ Jhonatan (Ineos) 

29. DINA Márton (Kometa) a 20s

30. CANTÓN Isaac (Kometa) a 20s

34. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 27s

78. CAMACHO Juan (Kometa) a 2:10

97. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 3:55

98. VIEGAS Daniel (Kometa) a 3:55

101. PUPPIO Antonio (Kometa) a 4:03

 

 

- Classifica generale : 

 

1. SOSA Iván Ramiro (Ineos) 15:19:51

2. RODRÍGUEZ Óscar (Euskadi Basque Country - Murias) a 17s

3. PEDRERO Antonio (Movistar) a 24s

4. CARAPAZ Richard (Movistar) a 28s

5. DE LA CRUZ David (Ineos) a 30s

22. DINA Márton (Kometa) a 3:34

32. CANTÓN Isaac (Kometa) a 5:17

82. CAMACHO Juan (Kometa) a 19:03

86. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 21:16

93. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 24:49

107. PUPPIO Antonio (Kometa) a 28:45

111. VIEGAS Daniel (Kometa) a 35:09

 

 

Profilo 5° tappa :

 

perfil_etapa5 Burgos.jpg

 

 

 

 

@IBdailyblog


16/08/2019
0 Poster un commentaire

3° tappa Vuelta a Burgos : La Kometa di nuovo davanti con la presenza di Juan Camacho nella fuga

Burgos2019 T3.jpg

 

 

Giornata importante oggi alla Vuelta a Burgos con la terza tappa che si concludeva in salita, sul Picón Bianco ed i suoi passaggi a 18 %. Prima di assistere alla battaglia dei favoriti, c’è stata una fuga di sei corridori, con il Kometa, Juan Camacho, Ángel Madrazo (Burgos-BH), Lucas de Rossi (Delko), Matthias Brändle (Israel), Arnaud Courteille (Vital Concept) e Simon Pellaud (IAM Excelsior). Ma l’inizio del Picón Bianco è stato il punto finale per i sei fuggitivi. A dominare il gruppo, la squadra Ineos, che ha perfettamente menato Iván Sosa alla vittoria. Il colombiano, vincitore dell’edizione 2018, non ha avuto rivali. Oscar Rodríguez (Euskadi-Basque Country) ha finito a 17s e Antonio Pedrero (Movistar) a 30s. 

 

Come ieri, Márton Dina, 28° a 2:46, è il primo Kometa classificato. La formazione spagnola che è stata di nuovo presente davanti con Juan Camacho. Il direttore sportivo, Jesús Hernández spiega : "Juan è un corridore spettacolare, molto potente. Sono particolarmente contento che oggi sia riuscito a prendere la fuga perché è uno di quei corridori fondamentali in squadra per l'enorme lavoro che fa in ogni gara, occupandosi e proteggendo i suoi leader in ogni momento. Non è sempre un lavoro visibile, non è molto mediatico ma è fondamentale. È un grande professionista".

 

 

- Classifica 3° tappa : 

 

1. SOSA Iván Ramiro (Ineos) 3:58:21

2. RODRÍGUEZ Óscar (Euskadi Basque Country - Murias) a 17s

3. PEDRERO Antonio (Movistar) a 24s

4. DE LA CRUZ David (Ineos) a 30s

5. RIVERA Kevin (Androni Giocattoli - Sidermec) a 30s

28. DINA Márton (Kometa) a 2:46

39. CANTÓN Isaac (Kometa) a 4:12

80. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 14:13

85. CAMACHO Juan (Kometa) a 16:08

105. PUPPIO Antonio (Kometa) a 20:26

106. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 20:26

107. VIEGAS Daniel (Kometa) a 20:26

 

- Classifica generale : 

 

1. SOSA Iván Ramiro (Ineos) 11:11:47

2. RODRÍGUEZ Óscar (Euskadi Basque Country - Murias) a 17s

3. PEDRERO Antonio (Movistar) a 24s

4. DE LA CRUZ David (Ineos) a 37s

5. RIVERA Kevin (Androni Giocattoli - Sidermec) a 30s

25. DINA Márton (Kometa) a 3:23

36. CANTÓN Isaac (Kometa) a 5:06

78. CAMACHO Juan (Kometa) a 17:02

92. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 20:58

94. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 21:03

104. PUPPIO Antonio (Kometa) a 24:51

114. VIEGAS Daniel (Kometa) a 31:23

 

 

Profilo 4° tappa : 

 

perfil_etapa4 Burgos.jpg

 

 

 

 

@IBdailyblog


15/08/2019
0 Poster un commentaire

2° tappa Vuelta a Burgos : Giornata simile a ieri e con Daniel Viegas nella fuga

Burgos 2019 T2.jpg

 

Lo scenario di ieri si è ripetuto per la seconda tappa della Vuelta a Burgos, da Gumiel de Izán a Lerma (155 km). La giornata è iniziata con una fuga di quattro corridori. La Kometa era rappresentata da Daniel Viegas. Ma 1,5 km dall’arrivo è stato ripreso l’ultimo resistente, Matthias Brandle (Israel Cycling Academy). La fine delle fuga ha segnato l’ora della vittoria per Jon Aberasturi. Sul pavé di Lerma, l’uomo della Caja Rural ha battuto il vincitore della prima tappa, Giacomo Nizzolo (Dimension Data) e Jhonatan Narváez (Ineos). 

 

Il primo Kometa è Márton Dina, 25° a solo 5s di Aberasturi. Dopo la fuga di Diego Pablo Sevilla martedì, la formazione spagnola è stata di nuovo in vista questo mercoledì con  il portoghese Daniel Viegas : "Era una tappa difficile. Non ci hanno lasciato molto tempo, solo due minuti. È stata praticamente una copia della tappa di ieri, con una fuga controllata che viene poi neutralizzata prima del traguardo. Vediamo come recuperiamo e come saranno le nostre gambe domani".

 

Parla Jesús Hernández, il direttore sportivo : "Domani arriva la prima giornata importante di questa Vuelta a Burgos e siamo fiduciosi di poter recuperare tempo nella classifica generale con Márton dopo quello che ha perso ieri a causa della caduta. Márton sta andando bene e lo ha dimostrato oggi a Lerma. La squadra è stata ancora una volta sensazionale, attento alle indicazioni. Uno degli obiettivi qui a Burgos è di provare ogni giorno, di mai mollare. Viegas, che è un corridore che lavora tanto, ha fatto una grande tappa. Per noi la Vuelta a Burgos è molto importante". 

 

 

- Classifica 2° tappa : 

 

1. ABERASTURI Jon (Caja Rural - Seguros RGA) 3:33:49

2. NIZZOLO Giacomo (Dimension Data) a 02s

3. NARVÁEZ Jhonatan (Ineos) a 02s

4. BELLETTI Manuel (Androni Giocattoli - Sidermec) a 02s

5. ARANBURU Alex (Caja Rural - Seguros RGA) a 02s

25. DINA Márton (Kometa) a 05s

45. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 05s

66. CANTÓN Isaac (Kometa) a 27s

81. CAMACHO Juan (Kometa) a 27s

98. PUPPIO Antonio (Kometa) a 45s

100. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 45s

119. VIEGAS Daniel (Kometa) a 4:52

 

 

- Classifica generale : 

 

1. NIZZOLO Giacomo (Dimension Data) 7:13:08

2. ARANBURU Alex (Caja Rural - Seguros RGA) 

3. COSTA Rui (UAE Team Emirates) a 08s 

4. CHERNETSKI Sergei (Caja Rural - Seguros RGA) à 08s 

5. GROSU Eduard Michael (Delko Marseille Provence) a 08s

48. GARCÍA José Antonio (Kometa) a 50s

50. DINA Márton(Kometa) a 55s

60. CANTÓN Isaac (Kometa) a 1:12

63. CAMACHO Juan (Kometa) a 1:12

99. PUPPIO Antonio (Kometa) a 4:43

108. SEVILLA Diego Pablo (Kometa) a 7:08

117. VIEGAS Daniel (Kometa) a 11:15

 


Profilo 3° tappa : 

 

perfil_etapa3 Burgos.jpg

 

 

 

 

@IBdailyblog


14/08/2019
0 Poster un commentaire