www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Happy 15 Ivan Basso Daily Blog !

15AnniBlogIB.jpg

 

 

 Il 25 ottobre 2005 nasceva Ivan Basso Daily Blog. 15 anni di emozione e passione. Da qualche anno il blog è anche presente su Instagram, Twitter e Facebook…Continuate a seguirci…Il ringraziamento più bello è l’interazione. 

 

On October 25 2005 was born Ivan Basso Daily Blog. 15 years of emotion and passion. Since a few years the blog is also present on Instagram, Twitter and Facebook... Keep following us... The best thanks is interaction.

 

Le 25 octobre 2005 naissait Ivan Basso Daily Blog. 15 ans d’émotion et de passion. Depuis quelques années le blog est également présent sur Instagram, Twitter e Facebook…Continuez à nous suivre…

Le plus beau remerciement c’est l'interaction. 

 

El 25 de octubre de 2005 nació Ivan Basso Daily Blog. 15 años de emoción y pasión. Desde hace unos años el blog también está presente en Instagram, Twitter y Facebook ... Sigan siguiéndonos ... El mejor agradecimiento es la interacción.

 

 

 

 

@IBdailyblog


25/10/2020
0 Poster un commentaire

2020 con la Kometa-Xstra Cycling Team

 

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


13/10/2020
0 Poster un commentaire

Ordiziako Klasika: 19° posto per Alejandro Ropero

Ordiziako 2020.jpeg
 
 
La Kometa-Xstra disputava oggi la sua ultima corsa della stagione 2020, con l'Ordiziako Klasika. La 97° edizione della gara vasca è stata vinta da Simon Carr, in solitario e sotto la pioggia. Il corridore della Nippo Delko One Provence ha attaccato nel finale riuscendo a mantenere un vantaggio di 36s su Kyle Murphy (RAally Cycling) e Winner Anacona (Arkéa Samsic). 
 
Alejandro Ropero firma il milgior posto della Kometa-Xstra, 19° a 3:06 dal vincitore: "Avrei voluto fare meglio, soprattutto per il lavoro che i miei colleghi hanno fatto ancora una volta, ma questo fine stagione lascia sperare bene per il futuro. È stata un'edizione davvero difficile, senza un attimo di tregua. A metà gara sono entrato in un gruppo di una quindicina di unità che alla fine è stata la fuga più lunga di tutta la giornata, e non abbiamo mai avuto più di mezzo minuto perché Amore e Vita ha lavorato molto nel gruppo. È stata una mossa molto interessante. Alla fine, l'ultimo giro è stato davvero frenetico, con i sette corridori della Caja Rural che hanno alzato il ritmo sulle ultime due salite. Le prime rampe di Altzo hanno ridotto il gruppo, ma abbiamo avuto buone gambe per resistere agli primi attacchi".
 
 
- Classifica
 
1. CARR Simon (Nippo Delko One Provence) 3:52:42
2. MURPHY Kyle (Rally Cycling) a 36s
3. ANACONA Winner (Arkéa Samsic) a 36s
4. CEPEDA Jefferson Alveiro (Caja Rural - Seguros) a 36s
5. CUADRADO Unai (Euskaltel - Euskadi) a 50s
19. ROPERO Alejandro (Kometa-Xstra) a 3:06
39. GRÁVALOS Arturo (Kometa-Xstra) a 15:17
41. SEVILLA Diego Pablo (Kometa-Xstra) a 15:17
44. GARCÍA Sergio (Kometa-Xstra) a 15:17
 
 
 
 
@IBdailyblog
 

12/10/2020
0 Poster un commentaire

Presentazione Prueba Villafranca Ordiziako Klasika

Ordizia2020.jpg

 

 

Sito ufficiale Kometa-Xstra Cycling Team

 

 

La Kometa-Xstra Cycling Team chiude la sua stagione questo lunedì prossimo, la sua ultima corsa nella categoria continentale, in un'edizione molto speciale della più importante gara di un giorno del calendario ciclistico nazionale: la Ordiziako Klasika, la Clasica de Ordicia, conosciuta anche come la gara di Villafranca. Una gara quasi centenaria, nata nel 1922, senza dubbio un patrimonio sportivo che va coccolato e protetto. E in una gara così iconica la formazione professionale della Fondazione Contador partecipa con un sestetto molto giovane, tutti i corridori sono stati nella squadra U23 e quattro anche nella junior.

 

Arturo Grávalos, Edu Pérez-Landaluce, Diego Pablo Sevilla, Daniel Viegas, Sergio García e Alejandro Ropero, guidati da Jesús Hernández, compongono la squadra che conclude la sua stagione in terra basca. Sevilla, a 24 anni, è il più anziano di una squadra la cui età media supera di poco i 22 anni. Grávalos e Pérez-Landaluce, gli stagisti di questa stagione, avranno una nuova opportunità dopo le loro esperienze in Ungheria e al Giro U23, con la particolarità che la loro presenza all'Ordiziako Klasika arriva dopo aver gareggiato il giorno precedente nel prestigioso Memorial Valenciaga amatoriale.

 

La grande particolarità di questa edizione dell'Ordiziako Klasika, organizzata da Agrupación Deportiva Chapel Gorri, è l'assenza di squadre nella categoria World Tour. Un'assenza che apre il numero di aspiranti, genera nuove alternative e può anche alimentare alcune incertezze. "Non ci sarà quel livello delle stagioni precedenti senza il World Tour ed è vero che, anche se non conosciamo tutti i corridori che prenderanno parte, questo apre la lista degli aspiranti. Per molti sarà la nostra ultima gara e nel nostro caso, dopo le buone prestazioni in Ungheria e il Giro, Ordizia può essere la nostra ciliegina sulla torta", indica Alejandro Ropero. "Naturalmente, tutta la squadra è molto motivata. Vogliamo giocare un buon ruolo, essere protagonisti e fare la differenza. Vediamo se è possibile, per avere una buona fine d'anno, chiudere bene questa fase e iniziare il passaggio a una categoria superiore".

 

"Il tempo passa molto velocemente, ma nel mio caso è passato un mese dalle ultime gare e c'è la voglia di tornare a gareggiare. Ci siamo allenati bene durante queste settimane e personalmente credo di aver assimilato bene tutto il lavoro. Vogliamo finire bene, è importante. Se finisci bene, per tutto l'inverno avrai quella buona sensazione ed è qualcosa che ti motiva per il prossimo anno. Altrimenti, è sempre una sensazione più difficile da assimilare", ha detto Diego Pablo Sevilla, un ciclista che ha gareggiato nelle ultime tre edizioni con le formazioni continentali della Fondazione. Dalla sua parte, Sergio García valuta: "Sarà una gara molto aperta e dovremo cercare l'opportunità e provare. Spero che sia simile a Getxo e spero che risulti ancora migliore".

 

Per Daniel Viegas la gara di Ordizia è il suo ritorno alle competizioni dopo essersi ripreso dagli infortuni subiti durante il Giro U23: "Dopo la caduta sono rimasto per dieci giorni senza poter toccare la bici, ma sono praticamente guarito e credo di stare fisicamente abbastanza bene per affrontare quest'ultimo impegno dell'anno. Già nel 2019 ho corso qui ed è molto difficile. Per quest'anno la previsione è che pioverà, quindi la durezza sarà ancora maggiore. Ma è l'ultima possibilità dell'anno, quindi non importa se piove forte o se fa un caldo infernale, arrivi lì con la voglia di correre.

 

Lo stagista Edu Pérez-Landaluce valuta: "Saranno due giorni molto divertenti con la presenza al Memorial Valenciaga con la squadra u23 e il giorno dopo a Ordizia con la squadra continentale. Il Valenciaga è, insieme al Campionato Spagnolo, uno degli eventi più importanti dell'anno. Ma poi abbiamo Ordizia, che è un evento mitico, anche difficile, che sia per Arturo che per me è una motivazione in più. Abbiamo finito l'anno con la squadra continentale. Il lavoro è fatto, dobbiamo solo stare calmi, dare il massimo e divertirci". "Ordizia è una gara che conosciamo bene perché l'abbiamo vista in televisione, una gara importante, con molta storia e con un percorso molto difficile. Naturalmente dà prestigio a chi lo vince. E quest'anno, senza le squadre World Tour, è qualcosa di cui dobbiamo approfittare", conclude Arturo Grávalos.

 

 

 

 

@IBdailyblog


08/10/2020
0 Poster un commentaire

Magma : Ivan Basso e Alberto Contador presentano il primo modello di Aurum Bikes

 

 

 

https://aurumbikes.com/

 

 

 

 

@IBdailyblog


30/09/2020
0 Poster un commentaire

Fine Giro U23: Alejandro Ropero 9° ad Aprica, la Kometa-Xstra miglior squadra del Giro

GiroU232020T8.jpg

 

 

Mortirolo, Aprica, salite che fanno subito pensare ai Giri d'Italia 2006 e 2010 vinti da Ivan, terre delle sue imprese. Salite che erano anche oggi al programma dell'ottima ed ultima tappa del Giro d'Italia U23. La maglia rosa, Thomas Pidcock, è stata di nuovo irresistibile. Il corridore della Trinity Road Cycling se n'è andato sulle mitiche pendenze del Mortirolo e solo Henri Vandenabeele (Lotto-Soudal U23) è riuscito ad accompagnarlo. Ad Aprica tutto si è giocato in volata ma Pidcock era il più forte e Vandeneabeele ha dovuto accontentarsi del secondo posto, sia per la tappa, che per la classifica generale finale. 

 

Alejandro Ropero, che si era vestito di rosa sabato scorso per la prima giornata, è il primo Kometa-Xstra della tappa (9° a 4:25) e della generale (7° a 10:59): "Un magnifico finale di gara che ci rende molto felici. La vittoria nella classifica generale a squadre è stata la ricompensa per la grande costanza di tutta la squadra questa settimana. Anche di Viegas, che non ha potuto finire la corsa ma ha dato tutto. Personalmente, sono anche molto soddisfatto. Sono venuto per provare a vincere una tappa, cosa che ho avuto la fortuna di fare il primo giorno, e alla fine ottengo anche questa bellissima posizione in classifica generale". 

 

Le parole di Dario Andriotto, il direttore sportivo: "Il bilancio di questo Giro d'Italia U23 è molto buono. Innanzitutto per l'atteggiamento dei ragazzi ogni giorno, sempre presenti davanti, attenti ogni giorni a tutte le evoluzioni che in una gara come questa sono tante. La vittoria nella classifica generale a squadre e la presenza di Alejandro nel top ten finale premiano tutti questi sforzi. Siamo una squadra. Abbiamo ottenuto una vittoria di tappa importantissima e indossato per qualche giorno la maglia rosa. Le cadute della seconda giornata hanno finito per privarci di un corridore come Viegas, che per due giorni ha lottato per continuare con la prospettiva di potersi migliorare, e anche Fancellu senza la sua caduta poteva fare una miglior classifica, più fedele alle sue qualità. Atteggiamento, impegno, ambizione e tutto questo con umiltà. Sono contento di come è andato questo Giro".

 

 

- Classifica 8° tappa:

 

1. PIDCOCK Thomas (Trinity Road Racing) 3:21:40
2. VANDENABEELE Henri (Lotto-Soudal U23) a 01s
3. ZOCCARATO Samuele (Colpack Ballan) a 1:20
4. COLLEONI Kevin (Biesse Arvedi) a 4:16
5. ALEOTTI Giovanni (Friuli ASD) a 4:16
9. ROPERO Alejandro (Kometa-Xstra) a 4:25
11. PEREZ-LANDALUCE Eduardo (Kometa-Xstra) a 5:50
18. GARCÍA Sergio (Kometa-Xstra) a 8:58
38. PUPPIO Antonio (Kometa-Xstra) a 17:51
113. FANCELLU Alessandro (Kometa-Xstra) a 37:42
 
 
- Classifica generale finale: 
 
1. PIDCOCK Thomas (Trinity Road Racing) 26:22:53
2 VANDENABEELE Henri (Lotto-Soudal U23) a 2:25
3. COLLEONI Kevin (Biesse Arvedi) a 5:54
4. ALEOTTI Giovanni (Friuli ASD) a 6:34
5. CONCA Filippo (Biesse Arvedi) a 7:52
7. ROPERO Alejandro (Kometa-Xstra) a 10:59
19. GARCÍA Sergio (Kometa-Xstra) a  21:51
22. PEREZ-LANDALUCE Eduardo (Kometa-Xstra) a 28:01
50. FANCELLU Alessandro (Kometa-Xstra) a 1:01:58
60. PUPPIO Antonio (Kometa-Xstra) a 1:10:48

 

 

 

 

@IBdailyblog


05/09/2020
0 Poster un commentaire

7° tappa Giro U23: Alejandro Ropero 16° a Montespluga

GiroU232020T7.jpg

 

 

I corridori del Giro d'Italia U23 affrontavano oggi la 7° tappa e il suo arrivo a Montespluga, una salita di 14,3 km a 5,7 %. Una giornata decisiva per i pretendenti alla Maglia Rosa. Nella prima parte della tappa, la Kometa-Xstra ha fatto un grosso lavoro in testa del gruppo, e numerosi corridori non hanno potuto tenere il ritmo imposto dalla formazione continentale. Poi c'è stata una fuga di dodici uomini. 

 

Ma sul Montespluga, a 8 chilometri dal traguardo, l'attuale Maglia Rosa, Thomas Pidcock, ha attaccato. Pochi sono riusciti a prendere la sua ruota e, tre chilometri dopo, il corridore della Trinity Road Racing è rimasto solo al commando. In cima una doppia gioia: il britannico ha vinto la tappa e rafforzato la sua maglia di leader. Kevin Colleoni (Biesse Arvedi) è arrivato secondo, con 26s di ritardo. Connor Brown (NTT Continental) completa il podio, a 43s. 

 

Il primo Kometa-Xstra è Alejandro Ropero, 16° a 1:52. Lo spagnolo racconta: "La prima salita è stata molto veloce e in discesa la gara è stata molto combattuta perché molto tecnica. Grazie al lavoro di Puppio e Landaluce siamo riusciti a ridurre il gruppo a una cinquantina di unità. L'ideale sarebbe stato costituire la prima fuga della giornata lì, ma non è stato possibile. Un vero peccato. Almeno siamo riusciti a mantenere la leadership nella classifica generale a squadre".

 

 

- Classifica 7° tappa: 

 

1. PIDCOCK Thomas (Trinity Road Racing) 3:08:15 
2. COLLEONI Kevin (Biesse Arvedi) a 26s
3.  BROWN Connor (NTT Continental)  a 43s
4. GLOAG Thomas (Trinity Road Racing) a 43s
5. ALEOTTI Giovanni (Friuli ASD) a 43s

16. ROPERO Alejandro (Kometa-Xstra) a 1:52

22. PEREZ-LANDALUCE Eduardo (Kometa-Xstra) a 2:12

27. GARCIA GONZALEZ Sergio (Kometa-Xstra) a 2:52

87. PUPPIO Antonio (Kometa-Xstra) a 20:16

100. FANCELLU Alessandro (Kometa-Xstra) a 20:16

 

 

- Classifica generale:

 

1. PIDCOCK Thomas (Trinity Road Racing) 23:01:23
2. COLLEONI Kevin (Biesse Arvedi) a 1:28
3. ALEOTTI Giovanni (Friuli ASD) a 2:08
4. VANDENABEELE Henri (Lotto-Soudal U23) a 2:20
5. CONO Filippo (Biesse Arvedi) a 3:23
13. ROPERO MOLINA Alejandro (Kometa-Xstra) a 6:24
20. GARCIA GONZALEZ Sergio (Kometa-Xstra) a 12:43
33. PEREZ-LANDALUCE Eduardo (Kometa-Xstra) a 22:01
35. FANCELLU Alessandro (Kometa-Xstra) a 24:06
76. PUPPIO Antonio (Kometa-Xstra) a 52:47
 
 
Profilo 8°tappa:
 
GU23-2020-T08_alt.jpg
 
 
 
 
@IBdailyblog

04/09/2020
0 Poster un commentaire