www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

La Kometa-Xstra pone le basi dell'anno 2020 con un primo incontro nella cittÓ madrilena di Pinto

Kometa-Xstra 2020.jpg

 

 

Sito ufficiale Kometa-Xstra Cycling Team

 

 

La prossima stagione della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador è iniziata questo lunedì con un primo incontro con lo staff, i corridori e con i suoi due sponsor principali. L’incontro si è svolto presso la sede della Scuola Ciclistica Plaza Éboli de Pinto. È stato il primo dei due giorni di colloqui, incontri, procedure burocratiche e preparativi che proseguiranno entro un mese nelle ottime strutture di Oliva Nova Beach & Golf Resort, luogo del primo ritiro pre-stagionale.

 

L'incontro di questo lunedì è composto dei sei ciclisti che erano già alla Kometa nel 2019 e costituiscono la base del terzo anno del progetto nella categoria continentale : l'italiano Antonio Puppio, l'ungherese Márton Dina, il portoghese Daniel Viegas e gli spagnoli Juan Camacho, José Antonio García e Diego Pablo Sevilla. "Abbiamo caricato le batterie e siamo pronti e desiderosi di iniziare la nuova stagione", ammette Viegas. "Sarà un anno molto importante per tutti noi e siamo sicuri che faremo bene", dichiara Dina. "La motivazione è enorme, ancora di più dopo questa prima stagione nella categoria", ha detto Puppio.

 

Tra i sette nuovi volti, aspettativa e desiderio. L'ungherese Erik Fetter, il danese Mathias Larsen, gli spagnoli Sergio García e Alejandro Ropero e gli italiani Riccardo Verza, Giacomo Garavaglia e Alessandro Fancellu hanno mostrato il loro entusiasmo per il viaggio che inizia oggi. "Sono molto felice, è una grande opportunità e non vedo l'ora", hanno detto Fetter e Larsen. "La motivazione è enorme", ha aggiunto Fancellu. "Non vedo l'ora di fare il mio debutto in gara", sorrise García.

 

Giacomo Pedranzini, CEO di Kometa, e John Rasmussen, CEO di Xstra Digital Storage, hanno voluto essere presenti a questo primo incontro con i corridori. Oltre ad accogliere i nuovi ragazzi e a fare una breve presentazione delle loro aziende, hanno anche augurato ai corridori i più grandi successi sportivi e hanno dimostrato il loro impegno per il futuro della squadra con discorsi pieni di emozioni. All'incontro era presente anche Pierluigi Negri, della Valtellina Turismo.

 

"Siamo fortunati di avere questi sponsor. Uno dei modi migliori per restituire il loro affetto e il loro sostegno è mostrare una grande immagine, dare tutto in competizione e renderli orgogliosi. Rispetto ad altre strutture sportive abbiamo una filosofia diversa, molto chiara, che va al di là di un progetto sportivo nella categoria continentale. Alla fine è un grande progetto con diversi obiettivi, non solo sportivi, ma intorno al mondo del ciclismo", ha spiegato Fran Contador, direttore generale di Kometa-Xstra, durante il suo intervento.

 

"Siamo fortunati perché abbiamo grandi sostenitori che scommettono anche su un progetto a lungo termine. Questo impegno ci dà più responsabilità. Durante le nostre prime due stagioni siamo sempre stati una squadra molto attiva. A volte siamo riusciti a vincere, a volte no, ma siamo sempre stati presenti in gara. E vogliamo continuare così, dando il massimo. Ho sempre difeso l'importanza dell'allenamento durante l’inverno, una base fondamentale per la forma durante i grandi appuntamenti primaverili ed estivi", ha concluso Ivan Basso, manager sportivo della squadra continentale.

 

 

 

 

@IBdailyblog


11/11/2019
0 Poster un commentaire

L'italiano Riccardo Verza settima e ultima firma della Kometa-Xstra per la stagione 2020

Verza.jpg
 
 
Sito ufficiale Kometa Cycling Team
 
 
Per il terzo anno del progetto della Fondazione Alberto Contador, la formazione continentale ha definitivamente completato la sua squadra per la prossima stagione. L'italiano Riccardo Verza diventa la settima e ultima firma della futura Kometa-Xstra, attuale Kometa Cycling Team. Verza (22 agosto 1997) viene da Zalf-Euromobil, con cui ha partecipato all'ultima edizione del Giro d'Italia U23. Una vittoria nel Circuito del Compitese di Capannori e due secondi posti nella Coppa Varignana dell'Osteria Grande e nel GP Somma Lombardo, tra le sue prestazioni più importanti di questa stagione.
 
"Sono un corridore che, essendo in forma, può esprimersi su qualsiasi tipo di terreno. Vorrei poter essere un ciclista utile per la squadra", spiega Verza che conosce molto bene la Kometa Cycling Team. "Sono un grande amico di Stefano Oldani, che quest'anno è stato nella squadra. Mi ha parlato molto della squadra. So che quest'anno avrò l'opportunità di crescere molto come ciclista. È una buona squadra e naturalmente è un grande onore farne parte".
 
"Non sono stato un ciclista molto vincente nelle categorie inferiori. Solo da giovane corridore mi sono distinto di più in termini di vittorie e sono stato chiamato dall'Italia a gareggiare in due edizioni dei campionati del mondo, a Ponferrada 2014 e a Richmond 2015", continua un corridore che in quegli anni ha vinto qualche titolo in Veneto. "La verità è che è stato difficile per me adattarsi al cambio di categoria e solo quest'anno alla Zalf sono riuscito a tornare ad un certo livello".
 
Per Verza, il ciclismo non è un'attività sconosciuta. "Ho iniziato a pedalare grazie a mio padre. Era un professionista negli anni Ottanta e ha seminato questa voglia in me", ricorda. Suo padre è Fabrizio Verza, attivo tra il 1982 e il 1985 in squadre come Gis Gelati-Ecoflam o Bianchi Piaggio; la sua carriera si è conclusa bruscamente a causa di un incidente subito durante l'allenamento contro un camion.
 
Interrogato dalla gara ciclistica che vorrebbe vincere, il nuovo ciclista della Kometa-Xstra non esitan: "La mia gara preferita è la Milano-Sanremo. È senza dubbio una delle gare più importanti al mondo e per me, come italiano, vincere a Sanremo è una delle cose più importanti che possono accadere in una gara pro".
 
Verza è il tredicesimo ed ultimo corridore a formare la squadra Kometa-Xstra nel 2020. L'italiano arriva alla struttura diretta da Jesús Hernández e Dario Andriotto insieme ai suoi connazionali Giacomo Garavaglia e Alessandro Fancellu, il danese Mathias Larsen, l'ungherese Erik Fetter e gli spagnoli Sergio García e Alejandro Ropero. I sette nuovi volti si uniscono in una squadra che comprende l'italiano Antonio Puppio, l'ungherese Márton Dina, il portoghese Daniel Viegas e gli spagnoli Juan Camacho, José Antonio García e Diego Pablo Sevilla.
 
La nuova stagione della squadra inizierà a metà novembre con una prima riunione dello staff e dei corridori a Pinto, Madrid. Alcuni giorni tutti insieme che si svilupperanno il prossimo 11 e 12 novembre.
 
 
 
 
@IBdailyblog
 

30/10/2019
0 Poster un commentaire

L'italiano Giacomo Garavaglia, sesto rinforzo della Kometa Cycling Team

Garavaglia.jpg

 

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team

 

 

Il corridore italiano Giacomo Garavaglia si unisce al progetto continentale della Fondazione Alberto Contador per la stagione 2020. Il lombardo (Magenta, 3 luglio 1996) viene dal Team Colpack, dove ha mostrato segni di una buona punta di velocità.

 

"Ho il privilegio di avere l'opportunità di correre la prossima stagione con questa squadra. Sono cresciuto guardando Ivan Basso e Alberto Contador in televisione e per me la loro professionalità è sempre stata un esempio", dice Garavaglia.

 

"Sono molto motivato da questa grande opportunità. Voglio dare tutto quello che ho per cercare di restituire loro la fiducia che hanno dimostrato in me", aggiunge un ciclista che ha avuto l'opportunità di gareggiare in un evento di alto livello come il Giro delle Alpi nel 2019.

 

Garavaglia è il sesto corridore a far parte della Kometa Cycling Team per il prossimo anno (quando la squadra si chiamerà Kometa-Xstra) dopo gli arrivi degli spagnoli Alejandro Ropero e Sergio García, dell'italiano Alessandro Fancellu, dell'ungherese Erik Fetter e del danese Mathias Larsen.

 

"Ho iniziato ad andare in bicicletta a undici anni, ma la cosa strana è che nessuno in famiglia correva o andava in bici. Ho iniziato solo per passione : mi piacevano semplicemente le sensazioni che la bicicletta mi dava, la sensazione di libertà, dolore e soddisfazione per l'obiettivo raggiunto".

 

 

 

 

@IBdailyblog


23/10/2019
0 Poster un commentaire

Isaac Cantˇn firma alla Burgos-BH

Arrivo.jpg

 

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team 

 

 

Isaac Cantón si aggiunge alla lista dei corridori della Kometa Cycling Team che passano ad una categoria superiore. Il ciclista di Argamasilla de Alba (13 giugno 1996) correrà le prossime due stagioni nei ranghi della Burgos-BH dopo aver gareggiato due anni con la squadra continentale della Fondazione Alberto Contador.

 

Cantón, dopo essere arrivato nella squadra U23 della Fondazione nel 2017 e aver vinto il Campionato Spagnolo della sua categoria, è stato uno degli undici corridori che hanno costituito la Polartec-Kometa con cui la Fondazione è sbarcata nel mondo continentale.