www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

The European House - Ambrosetti, nuovo alleato della Fundación Alberto Contador

AmbrosettiB.jpg

 

La Fundación Alberto Contador e la prestigiosa società di consulenza italiana The European House - Ambrosetti uniscono le loro forze nel 2019 per lavorare allo sviluppo e alla crescita dei progetti sportivi dell'istituzione con sede a Pinto, Madrid. Un importante alleato che dal 1965 lavora a livello europeo e mondiale per migliorare i risultati dei propri clienti.

 

The European House - Ambrosetti è un'azienda leader nel settore della consulenza e nello sviluppo di nuovi scenari di business. Con sede in diversi Paesi, tra cui Italia e Spagna, The European House - Ambrosetti conta una squadra di 250 colleghi e affianca le imprese italiane e ogni anno fornisce consulenza, tra cui più di cento scenari strategici, 300 eventi, coinvolgendo 200 esperti e servendo oltre 250 clienti, solo nel 2018.

Dal 1975, The European House - Ambrosetti organizza inoltre, ogni settembre a Villa d'Este a Cernobbio, vicino alle acque del Lago di Como, il Forum "Intelligence on the World, Europe, Europe, and Italy", un convegno internazionale in cui capi di Stato e di governo, politici di primo piano e esponenti del mondo imprenditoriale e accademico si confrontano sugli sviluppi economici e tecnologici, sulla loro influenza sulla società e sulla loro proiezione nel futuro.

Nel 2018, per il quinto anno consecutivo, The European House - Ambrosetti è stato nominato - nella categoria "Best Private Think Tanks" - il Think Tank numero 1 in Italia, classificandosi nella top ten europea e nella top one hundredred independent su 6.846 Think Tanks a livello mondiale, nella University of Pennsylvania 2017 "Global Go to Think Tank Index Report".

 

Valerio De Molli, Managing Partner e CEO di The European House - Ambrosetti, oltre ad avere la responsabilità di guidare la migliore società di consulenza italiana, basata sulla consulenza aziendale, l'organizzazione di eventi, Think Tanks e Summit, è anche un appassionato di ciclismo e ciclista. "Ho avuto modo di conoscere personalmente Ivan Basso. Sentendo la passione e lo spirito che Ivan Basso e il suo socio Alberto Contador hanno messo nella creazione di questa fondazione, ho deciso subito di contribuire, con la mia azienda, per quanto possibile, a questo fantastico progetto della Kometa Cycling Team. Condivido totalmente tutti i valori, la missione molto positiva, e sono disposto a sostenerli per far sì che questo diventi realtà : Sono molto orgoglioso di far parte di questo entusiasmante progetto e di contribuire al successo dell'operazione".

Ivan Basso, manager sportivo della Kometa Cycling Team, spiega la genesi di questa collaborazione : "Questo accordo con The European House - Ambrosetti nasce da un forte legame professionale e personale. Professionale perché negli ultimi due anni ho avuto la meravigliosa opportunità di lavorare con loro e con alcuni dei loro clienti sviluppando programmi di team building attraverso la pratica del ciclismo. E personale perché ho una profonda amicizia con Valerio de Molli, con il quale condivido anche la passione per il ciclismo. The European House - Ambrosetti è specializzata nello studio di nuove soluzioni strategiche per le aziende e sono molto felice che possano portarci la loro grande esperienza nello sviluppo di questo progetto ciclistico".

 

 

 

 

@IBdailyblog


18/01/2019
0 Poster un commentaire

Il 4 febbraio, presentazione dei team della Fundación Alberto Contador presso l'Oliva Nova Beach & Golf Resort

Pres2019b.jpg

 

Comunicato stampa Kometa Cycling Team

 

 

Le strutture Oliva Nova Beach & Golf Resort ospiteranno la presentazione ufficiale delle squadre della Fondazione Alberto Contador per la stagione 2019, evento che spiegherà anche il lancio di un nuovo progetto in collaborazione con Cofidis.

 

Sponsorizzati da Alberto Contador e Ivan Basso, le squadre continentali, sub23 e junior della Kometa Cycling Team appariranno insieme, lunedì 4 febbraio prossimo, a mezzogiorno, nel Salón Gran Centelles, per l'inizio di una stagione fondamentale per lo sviluppo del progetto.

 

La presentazione delle squadre sarà una perfetta conclusione al ritiro che si svolgerà a Oliva Nova Beach & Golf Resort. Un incontro che inizierà venerdì 25 gennaio per la formazione continentale. Poi la continentale sarà raggiunta dalla squadra U23 mercoledì 30 e dalla squadra junior, venerdì 1° febbraio. 

 

Le squadre tornano a Oliva, dove si è svolta la prima parte della pre-stagione a dicembre, in cui hanno potuto godere di strutture alberghiere imbattibili, di un servizio accurato e di un fantastico terreno per la pratica del ciclismo grazie alla sua varietà e ai benefici della sua climatologia. La Fondazione offrirà anche a quattro giovani del ciclismo ungherese l'opportunità di allenarsi con la squadra continentale. 

 

Dopo la presentazione sarà l'ora della competizione. La continentale Kometa Cycling Team, diretta da Jesús Hernández, riprenderà la sua stagione con la Vuelta a la Comunitat Valenciana, la cui 70° edizione inizierà due giorni dopo la presentazione con una cronometro ad Alicante.

 

La squadra U23 di Rafa Díaz Justo debutterà il 16 e 17 febbraio alla ventesima edizione del Memorial Manuel Sanroma de Almagro, mentre il debutto della squadra junior di Guillermo Gutiérrez sarà al Circuito di Guadiana il 23 febbraio, il giorno prima del tradizionale inizio della Coppa di Spagna U23 e elite.

 

 

Informazioni su Oliva Nova

Oliva Nova Beach & Golf Resort è la destinazione perfetta per qualsiasi periodo dell'anno. Situato nel sud della provincia di Valencia, tra le città di Gandía e Dénia, Oliva Nova è una delle più importanti località turistiche della Comunità Valenciana dagli anni Novanta. Proprio nel cuore del Mediterraneo, si trova in un ambiente naturale privilegiato che combina mare, sole e montagna con un mondo di possibilità di svago all'interno del resort stesso.

 

 

Oliva Nova è un luogo turistico che offre una vasta gamma di prestazioni da un Hotel ****  con villa e appartamenti in affitto intorno al campo da golf e al nuovo complesso residenziale Las Dunas. Oltre alle strutture sportive complete : quattro campi in erba naturale, campi da tennis e paddle tennis, un campo da golf a 18 buche progettato da Severiano Ballesteros, palestra, spa e un centro ippico ad alte prestazioni, dove si svolge uno dei più importanti campionati di salto ostacoli nel Mediterraneo, il Mediterranean Equestrian Tour, che si svolge da gennaio ad aprile e che riprende il 5 febbraio, un giorno prima della presentazione delle squadre.

Oliva Nova Beach & Golf Resort
Avinguda Dali, 4, 

46780, Oliva, Valencia 
 
 
 
 
@IBdailyblog

 


16/01/2019
0 Poster un commentaire

Che “derby” per Basso "Ma tiferò la mia Varese"

Openjob.jpeg

 

 

Articolo di Samantha Pini, La Prealpina

 

 

L'incontro Basket e Ciclismo in Openjobmetis-Segafredo

 

Hai voluto la bicicletta ? Adesso pedala. Recita un vecchio adagio, attualissimo però per Openjobmetis e Segrafedo. I main sponsor di Pallacanestro Varese e Virtus Bologna - avversarie domani sul parquet di Masnago - sono infatti ora accomunati anche dal loro impegno nel ciclismo. Il celebre marchio del caffè è presente nel mondo delle due ruote dal 2016, mentre l’azienda di Gallarate leader nel settore del lavoro temporaneo, ha da poco deciso di affiancare la Fondazione Alberto Contador nel sostenere i Team Continental, Under 23 e Juniores del Kometa Cycling Team. Una squadra che rappresenta il farm team - una società gemellata - proprio della Trek Segafredo, tra le più note formazioni affiliate alla UCI.

 

Fortissima la connotazione varesina del Kometa Cycling Team, la cui anima è Ivan Basso, Sport Manager della squadra e in questa occasione ideale trait d’union tra Segafredo e Openjobmetis, entrata nel ciclismo grazie all'amicizia tra il campione cassanese e Rosario Rasizza, CEO dell'azienda. "Vivo questo appuntamento in una triplice veste - racconta Ivan Basso - : come varesino, come tifoso della Pallacanestro Varese e come uomo di sport. In quest'ultimo ruolo mi ritrovo ad avere a che fare con le aziende : per la Segafredo sono ambasciatore per il ciclismo, mentre Openjobmetis rappresenta uno sponsor importante per il futuro del mio progetto legato al team Kometa. Per un'ora e mezza l'uomo di sport si isolerà diventando solo tifoso ma una volta finita la partita rimarrà lo stretto legame con due aziende che fanno del bene allo sport". 

 

Basket e ciclismo, dunque : due mondi paralleli che spesso incrociano le loro strade. "Nella pallacanestro come nel ciclismo il gioco di squadra è fondamentale - prosegue l’ex campione classe 1977 -. Durante una partita mi piace cogliere aspetti particolari : scambi di sguardi, piccoli gesti che portano ad azioni vincenti, l'influenza tecnica e psicologica che l'allenatore ha sui suoi giocatori, la voglia di non mollare mai. Tutte cose che il ciclismo dovrebbe imparare".

 

All'Enerxenia Arena domani mancherà però una delle componenti dello spettacolo garantito dalla palla a spicchi. La trasferta varesina è stata infatti vietata ai tifosi della Virtus Bologna; provvedimento che trova le sue origini negli scontri tra ultras risalenti all’aprile del 2018. "Non sono la persona più adatta a dire come risolvere questo problema ma sarebbe davvero bello se riuscissimo tutti a contagiarci di tifo sano - l’appello di Basso -. Posso solo invitare la gente a vivere la partita come faccio io. Sarò seduto accanto a Luca Baraldi, Amministratore Delegato della Segafredo, ma farò un tifo sfegatato per Varese".

 

Nel futuro del Kometa Cycling Team il legame col basket sarà sempre più forte proprio grazie a Basso, vulcanico dirigente col pallino per la palla a spicchi. "Desidero che i miei ragazzi vadano a vedere le partite, conoscano i giocatori e assistano ad un allenamento di coach Caja perché da lui c’è tanto da imparare - chiude Ivan -. Quella di Openjobmetis non è solo una sponsorizzazione ma qualcosa di più globale e mi auguro che col tempo anche la Pallacanestro Varese possa guardare con interesse ai risultati del mio team".

 

 

 

 

@IBdailyblog


12/01/2019
0 Poster un commentaire

Anche Elmec s’alza sui pedali

resizer.jsp.jpg

 

Articolo di Sergio Gianoli, La Prealpina

 

 

Si amplia il gruppo delle aziende del nostro territorio presenti nel grande ciclismo. Da ieri Elmec Informatica è ufficialmente al fianco della Fundación Alberto Contador e delle tre squadre legate a questa realtà che ha nella Kometa Cycling Team Continental la sua massima espressione. È stato Ivan Basso a coinvolgere nel progetto che porta avanti con Alberto Contador l’azienda del Varesotto : "Ho seguito i consigli di Valerio De Molli - rivela il campione di Cassano Magnago - grande stratega aziendale e appassionato di ciclismo. Devo ai suoi suggerimenti buona parte della realizzazione del progetto che stiamo portando avanti".

 

La partnership tecnologica tra Elmec Informatica e il team ciclistico si sviluppa in due aree : ricerca e sviluppo di nuove tecnologie per lo sport e sicurezza e privacy in ambito medico sportivo. Il primo progetto pilota sarà uno studio sui materiali attraverso la tecnologia additiva della stampa 3D professionale, realizzato esclusivamente in team con gli ingegneri di Elmec e sulle specifiche esigenze della squadra : "Nel ciclismo moderno anche i piccoli particolari fanno la differenza - continua Ivan - la costumizzazione dei particolari è fondamentale per migliorare le prestazioni. La cura del dettaglio è sempre più fondamentale nel ciclismo e la bicicletta e i suoi accessori possono beneficiare di questa tecnologia".

 

Quella 3D è una tecnologia adottata anche su alcuni particolari della barca di Sara Bertolasi. Il secondo progetto riguarda invece l’implementazione di una piattaforma per la gestione e la condivisione sicura di tutti dati, anche di quelli più sensibili come le informazioni sanitarie degli atleti, come sottolinea Cora Scandroglio, marketing manager di Elmec Informatica oltre che appassionata e praticante : "La piattaforma gestirà i dati sensibili degli atleti remotizzati, dai dati sanitari a quelli di allenamento e performance. Una soluzione semplice ed affidabile sviluppata nel datacenter di Brunello per utilizzare condividere file controllando accessi e ruoli per preservare lo scambio di informazioni in cloud con la massima sicurezza e velocità".

 

È soddisfatto Ivan Basso di questo software made in Varese : "Elmec ci ha messo a disposizione un sistema fluido e dinamico, oltre che molto sicuro. Un grande contenitore tecnologico nel quale confluiranno tutti i dati degli atleti, dagli esami ai test, dagli allenamenti alle statistiche, ma anche conterrà tutto quanto riguarda il team dagli impegni agonistici nella parte riservata ai media".

 

Una collaborazione per il team anche alla luce del nuovo regolamento europeo per la protezione dei dati che devono essere conservate in ambienti tracciabili, certificati e sicuri. "Metterci a disposizione di una formazione sportiva, giovane e innovativa come quella della Fundacìon Contador - conclude Cora Scandroglio - ci rende orgogliosi e poter collaborare insieme a soluzioni tecnologiche che migliorino l’esperienza dello sport e del team è per noi il modo migliore di fare squadra al di là dei loghi sulla maglia". Prossimo appuntamento a metà febbraio a Varese con una riunione strategica che potrebbe portare altre novità .

 

 

 

 

@IBdailyblog


08/01/2019
0 Poster un commentaire

Elmec Informatica, partner tecnologico della Fondazione Alberto Contador

Elemec Sponsor.jpg

 

 

Comunicato stampa Kometa Cycling Team

 

 

Fundación Alberto Contador ed Elmec Informatica siglano una partnership tecnologica per accelerare l’innovazione nel ciclismo.

 
L'azienda informatica italiana e le tre squadre sportive legate alla Fondazione Alberto Contador, con la Kometa Cycling Team continental guidata dal campione di ciclismo Ivan Basso al fronte, annunciano una partnership tecnologica per tutto il 2019 caratterizzata da sperimentazioni innovative sulla bicicletta e nuovi strumenti di collaborazione digitale per le aziende.

La cooperazione tra l’azienda e il team ciclistico si declina appunto in due aree : ricerca e sviluppo di nuove tecnologie per lo sport e sicurezza e privacy in ambito medico sportivo.
 
Il primo progetto pilota sarà uno studio per la personalizzazione del manubrio, ottenibile solo attraverso la tecnologia additiva della stampa 3D professionale, realizzato esclusivamente in team con gli ingegneri di Elmec e sulle specifiche esigenze del team; per un maggior controllo ed efficacia.

Il secondo riguarda invece l’implementazione di una piattaforma per la gestione e la condivisione sicura di tutti i dati, anche di quelli più sensibili come le informazioni sanitarie degli atleti. Informazioni che, soprattutto alla luce del nuovo regolamento europeo per la protezione dei dati, devono essere conservate in ambienti tracciabili, certificati e sicuri.
 
"Metterci a disposizione di una formazione sportiva, giovane e innovativa come quella della Fondazione Contador ci rende orgogliosi e poter collaborare insieme a soluzioni tecnologiche che migliorino l’esperienza dello sport e del team è per noi il modo migliore di fare squadra al di là dei loghi sulla maglia", spiega Cora Scandroglio, Marketing Manager di Elmec Informatica.

Elmec Informatica è partner per l’infrastruttura e le postazioni di lavoro di oltre 1000 aziende in Italia e all’estero. L’azienda italiana, parte del Gruppo Elmec, ha un fatturato di circa 140 milioni di euro nel 2017, 9 sedi e 700 dipendenti di cui il 65% tecnici specializzati.
 
 
 
 
@IBdailyblog

07/01/2019
0 Poster un commentaire

Le squadre della Fondazione Alberto Contador indosseranno maglie Gobik nel 2019

Gobik.jpg

 

Comunicato stampa Kometa Cycling Team

 

 

Con un design minimalista in nero e maniche bianche, le squadre della Fondazione Alberto Contador  (Continentali, U23 e Junior) indosseranno le maglie Gobik, firma murciana, nel 2019. Così, i ciclisti integrati nelle squadre della Fondazione Contador potranno indossare la maglia "Invincible" accanto ai pantaloncini "Absolute" in un set che sarà nelle principali gare del calendario.

 

La maglia "Invincible" si basa su una combinazione di tessuti ultraleggeri, molto elastici e traspiranti, che favoriscono il flusso d'aria. Il tessuto a rete utilizzato nelle loro maniche extra-lunghe è stato realizzato per affrontare il vento in modo più efficiente. Cuciture ridotte al minimo per cercare leggerezza e aerodinamismo. Le squadre della Fondazione Alberto Contador indosseranno anche i pantaloncini "Absolute", un modello  di punto del marchio che migliora concetti come la compressione rispetto alle versioni precedenti.

 

"A Kometa hanno obiettivi a medio termine molto chiari e ambiziosi, e questo è un punto di connessione fondamentale per noi", afferma Alberto García,  CEO di Gobik, che ammette anche l'attrattiva dell'Italia come un mercato interessante perché è al centro dell'attività delle squadre della Fondazione.

 

Fran Contador, direttore della Fondazione Alberto Contador, ammette qualità comuni tra le sue squadre e il marchio : "La passione per ciò che vediamo. Al Gobik dimostrano ogni giorno di apprezzare ciò che fanno, curano i dettagli fino all'estremo, mettono molta passione in tutto il loro lavoro e lo trasmettono anche con prodotti di alta qualità con molta innovazione e un'estetica molto attraente".

 

E questa estetica si incarna in un design in cui, come è stato detto, il nero predomina nella parte centrale della maglia, con il motivo geometrico tipico di Gobik : "Questa cura dei dettagli è qualcosa che ci piace molto e che si adatta perfettamente al nostro progetto. Siamo molto felici di essere riusciti a raggiungere questo accordo con Gobik".

Fran Contador riconosce la passione nei vestiti di Gobik, e questa stessa passione spiega perché "Gobik sta ottenendo un successo incredibile così rapidamente. Abbiamo avuto l'opportunità di conoscerci qualche tempo fa e quel contatto è stato il germe di questa collaborazione : ci hanno invitato a conoscere i loro tessuti, Alberto ha avuto l'opportunità di provare i loro vestiti e ne è rimasto entusiasta".

 

Per Gobik entrare nella Fondazione Alberto Contador è come chiudere il cerchio : "L'anno 2019 è stato fissato come la porta d'ingresso per Gobik nel mondo delle corse su strada. E volevamo circondarci di strutture di origine spagnola. Crediamo che i nostri clienti, i nostri follower, vogliono vedere il "loro" marchio anche sui podi delle grandi corse", dice Alberto García.

 

 

 

 

@IBdailyblog


03/01/2019
0 Poster un commentaire

Buon Anno 2019 !

 

BA 2 - copie.jpg

 

Cin cin 2019, che possa essere un nuovo anno memorabile

Cin cin 2019, que ce soit une nouvelle année mémorable 

Cin cin 2019 : may this new year be memorable 

Cin cin 2019, que este nuevo año sea memorable

 

 

 

 

@IBdailyblog


01/01/2019
0 Poster un commentaire