www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

2021 (Manager Sportivo)


4° Tappa Hongrie: Erik Fetter 11°

Hongrie T4.jpg
(Foto: Gomez Sport / Montaggio: @IBdailyblog)
 
 
Dopo tre giorni per i velocisti, in Ungheria la parola era oggi ai scalatori, con l'arrivo a Kékestető dopo 202 km. Damien Howson (Bike-Exchange) ha accelerato nell'ultima chilometro della salita finale, superando Jhojan García (Caja Rural - Seguros RGA) che aveva attaccato pochi minuti prima. Il terzo posto è per Antonio Tiberi (Trek-Segafredo), a 15s.
 
A terra ieri, 11° a 54s oggi: Erik Fetter si è brillantemente difeso questo sabato, seguendo i migliori fino all'attacco di García: "La caduta è stata un grande spavento, ma fortunatamente siamo stati in grado di escludere una frattura. Al mattino mi sentivo bene e non vedevo l’ora di fare bene in questa tappa. Era un piccolo obiettivo personale. La squadra ha lavorato davvero bene, ha tenuto me e Alejandro al sicuro per tutto il giorno. Abbiamo raggiunto la salita finale in una buona posizione. Quando sono arrivati gli attacchi, mi è mancata la scintilla per rispondere e ho scelto di impostare il mio ritmo".
 
Alejandro Ropero è lui il primo Eolo-Kometa della generale, 16° a 1:23 da Howson: "Abbiamo finito la giornata bene, sia per la nostra performance qui che per le notizie dal Giro con Gava. Abbiamo corso tutto il giorno insieme, ben piazzati. Abbiamo corso molto bene. I nostri compagni di squadra hanno lasciato me ed Erik davanti alla salita finale. E lì abbiamo corso fino ai cambi di ritmo nella parte finale. I corridori della ‘Caja’ hanno accelerato e quando ho cercato di colmare il divario sono stato preso. Sono rimasto 50 metri dietro quel gruppo, ma alla fine ho avuto una piccola crisi. Venendo da dove veniamo, dal disagio fisico e dal non allenarmi quanto avrei voluto a causa di quel disagio, nonostante tutto penso di aver fatto bene. Alla fine, è un peccato che Fetter sia caduto ieri, perché avrebbe potuto essere nella top ten di sicuro".
 
 
 
- Classifica 4° tappa:
 
1. HOWSON Damien (BikeExchange) 4:55:50
2. HERMANS Ben (Israel Start-Up Nation) a 09s
3. TIBERI Antonio (Trek - Segafredo) a 15s
4. GARCÍA Jhojan (Caja Rural - Seguros RGA) a 19s
5. DE BOD Stefan (Astana - Premier Tech) a 32s
11. FETTER Erik (Eolo-Kometa) a 54s
18. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa) a 1:10
35. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 1:54
43. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa) a 3:14
64. BAIS Davide (Eolo-Kometa) a 9:13
109. PACIONI Luca (Eolo-Kometa) a 19:51
 
 
- Classifica generale:
 
1. HOWSON Damien (BikeExchange) 16:11:24
2. HERMANS Ben (Israel Start-Up Nation) a 16:11:40
3. TIBERI Antonio (Trek - Segafredo) a 24s
4. GARCÍA Jhojan (Caja Rural - Seguros RGA) a 32s
5. DE BOD Stefan (Astana - Premier Tech) a 45s
16. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa) a 1:23
41. FETTER Erik (Eolo-Kometa) a 3:14
42. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa) a 3:27
43. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 4:08
60. BAIS Davide (Eolo-Kometa) a 9:26
107. PACIONI Luca (Eolo-Kometa) a 20:04
 
 
Profilo 5° tappa:
 
TH5.jpg
 
 
 
 
@IBdailyblog

15/05/2021
0 Poster un commentaire

3° Tappa Hongrie: 9° posto per Luca Pacioni, caduta di Erik Fetter

 Hongrie T3.jpg

(Foto: Gomez Sport - Tour de Hongrie - Eolo Kometa / Montaggio: @IBdailyblog)
 
 
La terza tappa del Tour de Hongrie menava il gruppo da Veszprém a Tata. 142 km e un finale che si è come previsto giocato in volata, i cinque uomini in fuga essendo stato ripresi. Il nervosismo ha però causato due cadute e lo sprint è stato ridotto ad una quindicina di corridori. La fotofinish ha permesso di dare la vittoria al corridore della Bahain - Victorious, Phil Bauhaus, davanti a Mike Teunissen (Jumbo-Visma) e il compagno di Bauhaus, Fred Wright. Bauhaus diventa il nuovo leader dell'edizione 2021.
 
La Eolo-Kometa firma un 9° posto grazie a Luca Pacioni: "Sono riuscito a salvare la caduta per pochissimo, ma il gruppo che ci stava davanti era molto compatto e mi era impossibile affrontare la volata in una posizione più avanzata. Uno sprint che serve a rafforzare la nostra fiducia, che è sempre importante, in vista dell’ultimo giorno a Budapest dove lotteremo di nuovo per tutto".
 
Purtroppo Erik Fetter è stato coinvolto nella prima caduta. Ha potuto ripartire ma soffre all'anca sinistra.
 
 
- Classifica 3° tappa:
 
1. BAUHAUS Phil (Bahrain - Victorious) 3:17:30

2. TEUNISSEN Mike (Jumbo-Visma)

3. WRIGHT Fred (Bahrain - Victorious)

4. MARTINELLI Davide (Astana - Premier Tech)

5. RÄIM Mihkel (Mazowsze Serce Polski)

9. PACIONI Luca (Eolo-Kometa)

65. BAIS Davide (Eolo-Kometa)
76. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa)
80. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa)
102. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 2:07
103. FETTER Erik (Eolo-Kometa) a 2:07
 
 
- Classifica generale: 
 
1. BAUHAUS Phil (Bahrain - Victorious) 11:15:23
2. MEEUS Jordi (Bora - hansgrohe) a 10s
3. STOSZ Patryk Voster (ATS) a 15s
4. PATERSKI Maciej Voster (ATS) a 16s
5. TEUNISSEN Mike (Jumbo-Visma) a18s
21. PACIONI Luca (Eolo-Kometa) a 24s
57. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa) a 24s
68. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa) a 24s
72. BAIS Davide (Eolo-Kometa) a 24s
112. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 2:25
113. FETTER Erik (Eolo-Kometa) a 2:31
 

 

 

 

 

Profilo 4° tappa:

 

TH4.jpg

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


14/05/2021
0 Poster un commentaire

2° Tappa Hongrie: Diego Pablo Sevilla di nuovo all'attacco

Hongrie T2.jpg(Foto Gomez Sport - Tour de Hongrie / Montaggio: @IBdailyblog)
 
 
Per la seconda tappa del Tour de Hongrie, come ieri una volata era di nuovo attesa. Ma prima del finale a Nagykanizsa, la tappa è stata animata da una fuga di sette corridori. Diego Pablo Sevilla rappresentava la Eolo-Kometa. Ma non hanno potuto lottare contro un gruppo ben deciso a disputarsi la vittoria. L'avventura ha preso fine a 19 km dal traguardo. Jordi Meeus (Bora- hansgrohe) ha battuto Alberto Dainese (DSM) e Phil Bauhaus (Bahrain - Victorious).
 
Diego racconta: "Alla fine è stata una giornata difficile per me, ho sentito un po’ gli sforzi del primo giorno, ma abbiamo cercato di continuare a dare presenza alla squadra e continuare a lottare prima che arrivi la tappa regina. In una piccola discesa ho visto che sei corridori stavano partendo. I miei compagni di squadra erano un po’ chiusi in quel momento, quindi sono uscito sul lato meglio che potevo e li ho presi al momento giusto. Ho pensato che fosse una fuga interessante perché il leader delle montagne non era lì; era una buona opportunità per lottare per quella maglia. Ma un suo compagno di squadra è entrato nella fuga ed era molto forte. Non ho avuto molta forza nelle volate di oggi e non ho potuto nemmeno ottenere il secondo posto. Sergio Martín mi ha battuto in entrambi. È sempre speciale condividere una fuga con un amico, ci sono sempre momenti di buone vibrazioni, battute… anche se mi ha battuto in entrambe le volate".
 
 
 
- Classifica 2° tappa:
 
1. MEEUS Jordi (Bora - hansgrohe) a 4:03:55
2. DAINESE Alberto (DSM)
3. BAUHAUS Phil (Bahrain - Victorious)
4. KOOIJ Olav (Jumbo-Visma) 
5. GROVES Kaden (BikeExchange)
22. PACIONI Luca (Eolo-Kometa)
28. FETTER Erik (Eolo-Kometa)
42. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa)
49. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa)
72. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa)
74. BAIS Davide (Eolo-Kometa)
 
 
- Classifica generale:
 
1 MEEUS Jordi (Bora - hansgrohe) 7:58:03
2. BAUHAUS Phil (Bahrain - Victorious)
3. PATERSKI Maciej Voster (ATS Team) a 06s
4. DAINESE Alberto (DSM) a 08s
5. MARECZKO Jakub (Vini Zabù) a 08s
7. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 08s
24. PACIONI Luca (Eolo-Kometa) a 14s
30. FETTER Erik (Eolo-Kometa) a 14s
46. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa) a 14s
61. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa)  a 14s
78. BAIS Davide (Eolo-Kometa) a 14s
 
 
Profilo 3° tappa:
 
TH3.jpg
 
 
 
 
@IBdailyblog

13/05/2021
0 Poster un commentaire

1° Tappa Hongrie: Diego Pablo Sevilla in fuga

HongrieT1.jpg
(Foto: Gomez Sport - Tour de Hongrie / Montaggio: @IBdailyblog)
 
 
Impegnata al Giro d'Italia, la Eolo-Kometa lo è anche da oggi al Tour de Hongrie, una delle corse più importanti della stagione, sulle terre dello sponsor Kometa. E la formazione italiana è stata subito protagonista con Diego Pablo Sevilla, che dopo tre tentative è riuscito a partire in fuga con due altri corridori. Ma il terreno era favorevole ai velocisti che non hanno perso l'occasione di giocarsi la vittoria a Kaposvár. Phili Bauhaus (Bahain - Victorious) è stato il più veloce. Jakub Mareczko (Vini Zabù) e Jordi Meeus (Bora - hansgrohe) completano il podio.
 
Diego racconta: "Ho provato tre fughe oggi. Non mi lasciavano andare. Alla fine siamo riusciti ad andare via con l’ultima fuga. La cosa brutta era che avevo un compagno di squadra piuttosto veloce per lottare per gli sprint e gli abbuoni. Ma abbiamo dovuto combattere. E sono stato abbastanza felice di essere in grado di dare una presenza alla squadra, anche se è stato un peccato che non ho potuto ottenere un podio oggi. Sono felice di essere stato in grado di ottenere un bonus per avere una buona posizione in classifica generale e che nei prossimi giorni la nostra auto avrà anche una buona posizione nella carovana. Tutto conta. Ora è il momento di provare a lottare per le montagne"
 
 
- Classifica 1° tappa:
 
1. BAUHAUS Phil (Bahrain - Victorious) 3:54:22
2. MARECZKO Jakub (Vini Zabù)
3. MEEUS Jordi (Bora- hansgrohe)
4. BARBIER Rudy (Israel Start-Up Nation)
5. DUPONT Timothy (Bingoal Pauwels Sauces)
20. PACIONI Luca (Eolo-Kometa)
34. FETTER Erik (Eolo-Kometa)
41. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa)
52. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa)
69. BAIS Davide (Eolo-Kometa)
71. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa)
 
 
- Classifica generale:
 
1. BAUHAUS Phil (Bahrain - Victorious) 3:54:12
2. MARECZKO Jakub (Vini Zabù) a 04s
3. STOSZ Patryk (Voster ATS) a 04s
4. MEEUS Jordi (Bora- hansgrohe) a 06s
5. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 06s
24. PACIONI Luca (Eolo-Kometa) a 10s
38. FETTER Erik (Eolo-Kometa) a 10s
44. ROPERO Alejandro (Eolo-Kometa) a 10s
55. FRAPPORTI Mattia (Eolo-Kometa) a 10s
71. BAIS Davide (Eolo-Kometa) a 10s
 
 
Profilo 2° tappa: 
 
TH2.jpg
 
 
 
 
@IBdailyblog

12/05/2021
0 Poster un commentaire

Presentazione Tour de Hongrie

Tour de Hongrie 2021.jpg
 
Sito ufficiale Eolo-Kometa Cycling Team
 
 
Da quando Kometa ha iniziato a sostenere il progetto professionale della Fondazione Contador, per la nostra squadra il Giro di Ungheria è un po’ come una sorta di Tour de France. La gara più importante della stagione. Questa passione è andata oltre gli interessi della Kometa nel paese. È una corsa che ci piace, dove ci sentiamo a casa. Qui sono arrivate vittorie di tappa, podi nella classifica generale, grandi prestazioni individuali e di squadra. E anche se quest’anno la corsa è in contemporanea con il Giro d’Italia, resta un obiettivo molto importante.
 
Davanti a noi, 792 chilometri distribuiti su cinque tappe con un quarto giorno particolarmente interessante: l’arrivo in quota in cima al paese. L’iconico Kékestető, a poco più di 1.000 metri e con le foreste lussureggianti che lo circondano, ospiterà la corsa per l’undicesima volta. La città di Tata, la Città delle Acque, fa il suo debutto nella gara magiara e anche Budapest, la capitale del paese, ritorna dopo quattro edizioni fuori dal percorso. Erik Fetter, Davide Bais, Mattia Frapporti, Luca Pacioni, Alejandro Ropero e Diego Pablo Sevilla sono i sei corridori con cui l’Eolo-Kometa Cycling Team prenderà parte a questa edizione in cui saranno presenti sette squadre WorldTour.
 

Erik Fetter: "Penso che sarà una bellissima gara. Partire da Siófok, che è il mio posto preferito sul lago Balaton, e finire nella capitale Budapest davanti alla mia famiglia, ai miei amici e naturalmente a tutti gli appassionati di ciclismo ungheresi. Sarà una bellissima gara di cinque giorni. Non vedo l’ora, perché penso di essere vicino alla mia forma migliore e sarebbe bello dimostrarlo in questa gara, soprattutto nella tappa regina, sul Kékestető. È lì che si deciderà la gara. Quindi il mio obiettivo è quello di lottare per un buon risultato, e poi divertirmi nell’ultima tappa, in una bellissima zona di Budapest".

 

"Dopo aver gareggiato nella Clásica de Almería, ho avuto alcuni giorni in cui le sensazioni non erano buone in allenamento, non mi sentivo bene. Ho fatto alcuni test e lì abbiamo visto che il mio fegato non stava lavorando bene. Ho avuto alcune settimane difficili. Ma con calma, senza fretta, sono riuscito a recuperare e a poco a poco ho potuto riprendere gli allenamenti. Non vedo l’ora di tornare a correre, anche se mi sarebbe piaciuto essere in lotta per un posto nella squadra del Giro d’Italia", dice Luca Pacioni, che sarà l’uomo veloce degli uomini in blu nella corsa ungherese.

 

 

Le cinque tappe:

 

- Mercoledì 12 maggio, 1° tappa: Siófok / Kaposvár (173 km)

- Giovedì 13 maggio, 2° tappa: Balatonfüred / Nagykanizsa (183 km)

- Venerdì 14 maggio, 3° tappa: Veszprém / Tata (142 km)

- Sabato 15 maggio, 4° tappa: Balassagyarmat / Gyöngyös-Kékestető (202 km)

- Domenica 16 maggio, 5° tappa: Budapest / Budapest (92 km - 12 giri)

 

 

 

 

@IBdailyblog


07/05/2021
0 Poster un commentaire

3° Tappa Vuelta Asturias: A El Naranco un brillante 7° posto per Lorenzo Fortunato

3°TappaAsturias2201.jpg(Foto: Gomez Sport - Mónica del Campo / Montaggio: @IBdailyblog)
 
 
Una domenica in salita per i corridori della Vuelta Asturias, con un ultima tappa di 126 km che si finiva all'Alto del Naranco (5,4 km a 7,5 %). Dopo la tradizionale fuga, ripresa sulla salita di El Violeo, è stato l'ora della corsa degli uomini della classifica generale. Il francese della Total Direct Energie, Pierre Latour, è riuscito a fare la differenza, vincendo con due secondi su Alejandro Osorio (Caja Rural - Seguros RGA), e dodici secondi sul suo compagno Víctor De La Parte. Nairo Quintana ha anche lui finito a 12s e si è assicurato questa 64° Vuelta Asturias, il suo secondo successo, dopo quello nel 2017. 
 
La Eolo-Kometa ha potuto contare su Lorenzo Fortunato, che a El Naranco ha ottenuto un brillante 7° posto, a solo 59s da Latour. Lorenzo che finisce anche miglior Eolo-Kometa nella generale, 13°: "Sono molto felice, ad essere onesti. Soprattutto, sono felice del fatto che sto migliorando ogni giorno. Quando la strada diventa più ripida ho buone gambe. Oggi sono stato tagliato fuori nell’ultima discesa, dopo alcune cadute davanti a me. Ho cercato di recuperare il più possibile, ma sulla salita finale ho dimostrato che ho corso bene. Il mio obiettivo in questa gara era di lottare per la top ten, ci sono andato vicino, ma comunque sono molto contento di questa Vuelta a Asturias. La squadra ha creduto in me, i miei compagni di squadra e tutto lo staff hanno creduto in me e senza il loro sostegno e il loro lavoro non sarei stato in grado di fare quello che ho fatto qui".
 
Altra bella soddisfazione per la formazione italiana con Daniel Viegas, che ha vinto la classifica dei traguardi volanti: "Salire sul podio è sempre una bella esperienza. Anche se avevo segnato un sacco di punti nei primi due giorni e matematicamente la maglia da leader era sulle mie spalle, dovevamo ancora completare l’ultima tappa e salvare la giornata senza incidenti o cadute. Nel ciclismo, nulla è certo fino al traguardo, questo è uno dei suoi grandi assiomi. L’anno scorso ero già riuscito a vincere una classifica secondaria nella Clásica de Almería e quest’anno questo risultato è arrivato nelle Asturie. Spero che sia il primo di molti in questa stagione".
 
Il bilancio del direttore sportivo, Jesús Hernández: "Lasciamo le Asturie con un’ottima sensazione. Lorenzo ha fatto un’altra tappa magnifica, pedalando in testa per tutto il percorso e finendo settimo sul Monte Naranco. Anche se non siamo stati in grado di ottenere una vittoria, come avremmo voluto, la squadra ha combattuto ogni giorno e alla fine abbiamo avuto anche il premio di un podio con Daniel Viegas. Abbiamo pedalato molto bene, tutti come un solo uomo, con idee molto chiare. La squadra ha protetto molto Lorenzo in questi giorni. Continuiamo a crescere come squadra e ora è il momento di riposare un po’ prima di affrontare un altro intenso ciclo di gare. Il Giro d’Italia e il Giro di Ungheria stanno arrivando, dove vogliamo continuare su questa linea, fare bene e ottenere grandi risultati".
 
 
- Classifica 3° tappa:
 
1. LATOUR Pierre (Total Direct Energie) 2:59:49
2. OSORIO Alejandro (Caja Rural - Seguros RGA) a 02s
3. DE LA PARTE Víctor (Total Direct Energie) a 12s
4. PEDRERO Antonio (Movistar) a 12s
5. QUINTANA Nairo (Arkéa Samsic) a 12s
7. FORTUNATO Lorenzo (Eolo-Kometa) a 59s
36. GAVAZZI Francesco (Eolo-Kometa) a 3:29
47. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 6:54
51. GARCÍA Sergio (Eolo-Kometa) a 7:09
65. ARCHIBALD John (Eolo-Kometa) a 10:01
74. VIEGAS Daniel (Eolo-Kometa) a 13:53
76. WACKERMANN Luca (Eolo-Kometa) a 14:16
 
 
- Classifica generale: 
 
1. QUINTANA Nairo (Arkéa Samsic) 13:34:27
2. PEDRERO Antonio (Movistar) a 36s
3. LATOUR Pierre (Total Direct Energie) a 54s
4. DE LA PARTE Víctor (Total Direct Energie) a 1:01
5. RUBIO Einer Augusto (Movistar) a 1:08
13. FORTUNATO Lorenzo (Eolo-Kometa) a 3:12
27. GAVAZZI Francesco (Eolo-Kometa) a 10:29
54. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 30:42
60. GARCÍA Sergio (Eolo-Kometa) a 33:24
62. WACKERMANN Luca (Eolo-Kometa) a 34:25
71. ARCHIBALD John (Eolo-Kometa) a 41:28
83. VIEGAS Daniel (Eolo-Kometa) a 1:04:19
 
 
 
 
@IBdailyblog

02/05/2021
0 Poster un commentaire

2° Tappa Vuelta Asturias: Daniel Viegas in fuga, bellissima prestazione di Lorenzo Fortunato

Capture d’écran 2021-05-01 à 21.59.23.jpg
(Foto Mónica del Campo - Victor Gavito / Montaggio @IBdailyblog)
 
 
La seconda tappa della Vuelta Asturias menava i corridori da Candás a Cangas del Narcea. Al termine dei 191 km la vittoria ha sorriso a Héctor Carretero. Il corridore della Movistar faceva parte di un gruppo di otto corridori, usciti nella discesa dell'ultima difficoltà del giorno, El Acebo. Ha vinto la volata davanti al leader della generale Nairo Quintana (Arkéa Samsic). Il compagno di Carretero, Einer Augusto Rubio, completa il podio. 
 
Prima c'era stata una fuga di dodici corridori. E come ieri c'era l'uomo dell'Eolo-Kometa, Daniel Viegas, che è assicurato di vincere la classifica dei traguardi volanti: "Sono molto contento, dopo la tappa di ieri mi ero prefissato l’obiettivo di mantenere la maglia, perché un podio è sempre un podio, per questo ho anche cercato di andare in fuga oggi. Non è stato facile. È stata una fuga molto difficile da fare, abbiamo speso molto. Una volta che eravamo in dodici, ho risparmiato tutte le forze che potevo, perché c’erano squadre con diversi rappresentanti e avevano interesse nella fuga".
 
Bellissima prestazione anche di Lorenzo Fortunato. Il giovane italiano è rimasto con i migliori nella salita di El Acebo. Ha poi preso il 16° posto, a 37s dal primo gruppo: "Ho finito El Acebo tra i primi sette o otto, 10 secondi dietro Nairo Quintana. Avevo perso un po’ di distanza con lui nella parte finale, nella zona sterrata. Poi è arrivata la discesa, molto veloce, e ho avuto uno spavento in una delle ultime curve. In vista di domenica, devo finire tra i primi dieci. Mi sento molto bene sulle salite, come non mi sono mai sentito prima nella mia vita".
 
 
- Classifica 2° tappa:
 
1. CARRETERO Héctor (Movistar) 5:30:57
2. QUINTANA Nairo (Arkéa Samsic)
3. RUBIO Einer Augusto (Movistar)
4. ADRIÀ Roger (Kern Pharma)
5. DÍAZ José Manuel (Delko)
16. FORTUNATO Lorenzo (Eolo-Kometa) a 37s
39. GAVAZZI Francesco (Eolo-Kometa) a 5:24
49. WACKERMANN Luca (Eolo-Kometa) a 11:57
52. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 13:17
70. GARCÍA Sergio (Eolo-Kometa) a 15:44
74. ARCHIBALD John (Eolo-Kometa) a 18:27
86. VIEGAS Daniel (Eolo-Kometa) a 28:31
 
 
- Classifica generale:
 
1. QUINTANA Nairo (Arkéa Samsic) 10:34:26
2. PEDRERO Antonio (Movistar) a 36s
3. RUBIO Einer Augusto (Movistar) a 1:01
4. ADRIÀ Roger (Kern Pharma) a 1:05
5. DE LA PARTE Víctor (Total Direct Energie) a 1:05
15. FORTUNATO Lorenzo (Eolo-Kometa) a 2:25
28. GAVAZZI Francesco (Eolo-Kometa) a 7:12
54. WACKERMANN Luca (Eolo-Kometa) 20:21
60. SEVILLA Diego Pablo (Eolo-Kometa) a 24:00
62. GARCÍA Sergio (Eolo-Kometa) a 26:27
78. ARCHIBALD John (Eolo-Kometa) a 31:39
90. VIEGAS Daniel (Eolo-Kometa) a 50:38
 
 
Profilo 3° tappa:
 
etapa-3-perfil.jpeg
 
 
 
 
@IBdailyblog 

01/05/2021
0 Poster un commentaire