www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Squadra

 


L'italiano Stefano Oldani nuovo corridore della Lotto-Soudal : "Quest'anno è stato meraviglioso"

 

Istri2 2.jpeg

 

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team

 

 

La grande stagione dell'italiano Stefano Oldani con la Kometa Cycling Team non è passata inosservata alle formazioni WorldTour. Il ciclista lombardo correrà le prossime due stagioni nella Lotto-Soudal belga, una firma che ha iniziato a prendere forma durante l'ultimo Tour de France, nei giorni in cui Stefano era al Giro d’Aosta, per poi diventare definitiva in agosto. È il terzo ciclista che passa dalla Kometa Cycling Team al WorldTour dopo gli acquisti di Michel Ries e Juan Pedro López per il Trek-Segafredo. 

 

Il ciclista italiano, che è arrivato come stagista nella squadra continentale nell'agosto 2018 per partecipare al Giro di Ungheria (che quell'anno si è tenuto all'inizio dell'ottavo mese dell'anno), è stato uno dei corridori più importanti della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador durante quest’anno 2019. 

 

Sebbene non sia stato in grado di raggiungere una vittoria molto ricercata e desiderata, ha aggiunto fino a diciassette posti nella top dieci nei 61 giorni di gara che ha affrontato finora durante la stagione. Di tutte quelle posizioni, otto erano tra i primi cinque. Si distinguono il secondo posto nella terza tappa del Istrian Spring Trophy o nella seconda tappa del Giro Valle d'Aosta, così come il quarto posto nella Vuelta a Castilla y León o nella Vuelta a Asturias. 

 

"Non sono riuscito a vincere, ne sono stato vicino in diverse occasioni, ma non sono stato in grado di alzare le braccia. Comunque, sono stato lì, combattendo, dando sempre tutto per questa squadra e per i miei compagni. Questa stagione e mezza con la Kometa Cycling Team è stata fondamentale per la nascita di questa opportunità", spiega Oldani. 

 

"Sono molto grato a Fran Contador e Ivan Basso per aver contato su di me per questo progetto. Ho imparato molto e spero che sia la squadra che i miei compagni continuino a fare passi avanti. Devo ringraziare tutti i membri della formazione, i corridori e lo staff, perché mi hanno fatto sentire come in una famiglia. Quest'anno è stato meraviglioso e indimenticabile", dice il ciclista milanese.

 

 

 

 

@IBdailyblog


11/09/2019
0 Poster un commentaire

Juan Pedro López e Michel Ries alla Trek-Segafredo

9C2FD517-FE8F-4CEA-B29B-1A1568CDE39C.jpeg

 

 

Il ruolo della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador come squadra di sviluppo della WorldTour Trek-Segafredo si rafforza in questa seconda campagna di collaborazione, con la conferma che due dei suoi corridori correranno nel 2020 e 2021 nella formazione americana. Lo spagnolo Juan Pedro López e il lussemburghese Michel Ries fanno il salto dalla Kometa Cycling Team alla Trek, seguendo i passi del giovane italiano Matteo Moschetti. Entrambi i corridori hanno firmato le due vittorie della squadra di Madrid in questa stagione.

 

Juan Pedro López ha avuto l'opportunità di vestire i colori della Trek-Segafredo nell'ultima edizione del Tour of Utah, gara per la quale è stato assunto come stagista e si è classificato al diciassettesimo posto, terzo miglior giovane della corsa americana. Ries, dal canto suo, ha corso questa stessa gara la scorsa stagione, anche come stagista; il corridore granducale ha appena concluso un eccezionale Tour de l’Avenir dove ha sfiorato la vittoria di tappa in due occasioni e si è piazzato settimo della classifica generale.

 

"Quando si inizia a gareggiare in bici si ha sempre il pensiero che un giorno si vorrebbe raggiungere la squadra pro e correre tutte quelle gare che si vedono in TV da bambini, come un Tour de France, una Vuelta a España... Questi sogni sono un po' più vicini a questo grande sogno che si realizza. È una grande opportunità, sono molto eccitato. E anche molto grato alla Fondazione Alberto Contador, dove mi è stata data l'opportunità  di crescere e dove ho imparato stagione dopo stagione", dice Juan Pedro López.
 
"Per una struttura sportiva con una forte vocazione di formazione come quella che stiamo sviluppando nella Fondazione Alberto Contador, ogni corridore che firma per il WorldTour o nella categoria professionale continentale è una gioia immensa", sottolinea Francisco Javier Contador, direttore generale della Kometa Cycling Team. "In primo luogo, una grande felicità per il corridore stesso, per la sua carriera. E poi per il progetto stesso, perché funziona molto bene e altre formazioni lo valorizzano al di là del fatto che in questo caso abbiamo lavorato come struttura di sviluppo in questi due anni. Per una squadra continentale, questi acquisti valgono anche una vittoria in una gara.
 
"Nel caso specifico di Juan Pedro, inoltre, c'è il fatto che è un corridore che ha attraversato tutte le categorie sportive della Fondazione, junior, sub23 e continentale, e aveva precedentemente partecipato al Campus Selection. È il primo corridore selezionato sul Campus ad arrivare al WorldTour. Il fatto che un corridore nato nelle nostre categorie inferiori faccia questo salto è qualcosa che fa sentire tutti i membri di questo progetto molto orgogliosi e felici", conclude.
 
 
 
 
@IBdailyblog
 

27/08/2019
0 Poster un commentaire

I ciclisti ungheresi Karl Adam e Vas Balazs saranno quest'anno gli stagisti della Kometa Cycling Team

Stagisti 2019.jpg

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team

 

 

L'impegno della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador per lo sviluppo del ciclismo ungherese fa un nuovo passo avanti con la conferma di due nuovi corridori che si uniranno alla Kometa Cycling Team come stagisti. Karl Adam e Vas Balazs sbarcheranno nella squadra diretta da Jesús Hernández dal prossimo 1 agosto, raggiungendo il suo connazionale Márton Dina. Adam e Balazs seguiranno le orme di Alejandro Ropero e Stefano Oldani, stagisti nel 2018.

 
Karl Adam (9 settembre 1999) è un ciclista che ama la media montagna. Nel recente Giro d'Ungheria, Adam ha concluso sesto in una delle tappe. "Sono davvero felice di avere l'opportunità di unirmi alla squadra Kometa. Non vedo l'ora di crescere con la squadra, dove farò del mio meglio nelle prossime gare", ha detto Adam.
 
Vas Balazs (17 luglio 2000) è l'attuale campione ungherese di ciclocross, disciplina in cui ha ottenuto successi nazionali fin dalla categoria junior. Nella sua prima stagione si è distinto come un buon cronoman su brevi distanze. È un ciclista con una buona tecnica in bici. "Sono molto, molto felice per questa opportunità e voglio solo fare del mio meglio. È una grande notizia per me, soprattutto perché ho solo 18 anni. Il mio obiettivo principale in questo momento è far parte della squadra", dice Balazs. "Un ciclista con un grande margine di crescita", sottolinea il tecnico nazionale della federazione ungherese, Der Zsolt.
 
Ivan Basso, manager sportivo della Kometa Cycling Team : "Stiamo ancora facendo passi avanti nel processo di coinvolgimento del ciclismo ungherese. Sia Karl che Vas sono due corridori che abbiamo conosciuto recentemente e pensiamo che siano pronti per un'esperienza con la nostra squadra. Siamo molto orgogliosi di questo lavoro al fianco dei responsabili tecnici della Federazione Ciclistica Ungherese, con Dér Zsolt in testa. Continuiamo ad analizzare tutte le categorie e non escludiamo la possibilità che nel prossimo futuro, perché no, saremo in grado di incorporare altri corridore in altre formazioni".
 
Prinzinger Peter, Presidente dell'Associazione Ciclistica Ungherese : "Questo annuncio è un buon esempio della salute del ciclismo ungherese; sempre più corridori nazionali hanno opportunità nelle grandi squadre internazionali. È anche una buona prospettiva per la prossima generazione, in quanto è la concrezione e il risultato di tutto il lavoro che è stato fatto negli ultimi tempi".
 
 
 
 
@IBdailyblog

05/07/2019
0 Poster un commentaire

Márton Dina, nuovo corridore della Kometa Cycling Team

20190527_153844_0000.png
 
Sito Ufficiale Kometa Cycling Team
 
Il corridore ungherese Márton Dina rinforzerà la Kometa Cycling Team dal prossimo 1 giugno, come annunciato questo lunedi a Budapest in un evento al quale hanno partecipato Giacomo Pedranzini, amministratore delegato di Kometa, e Ivan Basso, direttore sportivo della squadra. Il ciclista ungherese, che ha festeggiato il suo 23° compleanno l'11 aprile, si distingue per le sue capacità di scalatore. Provenendo dalla struttura della Pannon Cycling Team, Dina (Budapest, 1996) ha firmato un ottavo posto nella finale generale dell'ultima edizione del Tour de Rhodas di questa stagione, terminando la terza settimana fa nel Gran Premio di Turchia Gazipasa, una prestazione che ha fornito i primi punti UCI di questa stagione per il suo paese.

"Onestamente, non riesco ancora a credere che farò parte della squadra di due grandi campioni come Alberto Contador o Ivan Basso. È come un sogno. È una sfida e una motivazione. E un salto molto importante per il ciclismo nel nostro paese. È una grande opportunità, perché parliamo di alcune delle migliori squadre della categoria, non vedo l'ora di competere", dice Dina, che diventa il dodicesimo ragazzo della squadra.

Il nuovo ciclista del Kometa Cycling Team proviene da una famiglia strettamente legata al mondo degli sport invernali. I suoi genitori, Péter Dina e Zsuzsanna Wenczl, così come i suoi nonni paterni, Károly Dina e Erzséber Rudvig, hanno gareggiato a livello nazionale in diverse modalità sciistiche. Il giovane Márton, studente di Comunicazione dell'Università Metropolitana di Budapest, è entrato nel mondo del ciclismo dieci anni fa con la mountain bike, disciplina in cui ha approfondito la sua presenza per diventare un eccezionale corridore di fondo a livello nazionale. Nel 2018 ha affrontato il suo primo anno completo di ciclismo su strada. "Un sogno, senza dubbio, è quello di poter lavorare nel mondo del giornalismo, ma il mio sogno di essere un ciclista professionista è molto più forte".

L'arrivo di Dina è il prossimo passo della Kometa Cycling Team per aiutare lo sviluppo del ciclismo in Ungheria. Un impegno che in precedenza si era concretizzato con la presenza di corridori ungheresi nei ritiri pre-stagione che si sono svolti sia a metà dicembre 2018 che a fine gennaio 2019 nelle strutture dell'Oliva Nova Beach & Golf Resort. Ferenç Szöllosi (1998), Hunor Mate Kiss (1999), Karl Adam (1999), Gabor Molnar (1999), Abel Meszaros (2000) e Ballint Varga (2001), alcuni doppiamente, sono stati i protagonisti di queste opportunità. "Hunor mi ha parlato molto bene della grande professionalità della squadra a tutti i livelli e della buona esperienza nei ritiri", aggiunge Dina.

"Crediamo nel potenziale del ciclismo ungherese. È una formazione che ha molto spazio per la crescita e ha molti giovani corridori che possono dire grandi cose in questo sport. Questa evoluzione richiede sempre risorse e fiducia. Nel progetto continentale della Fondazione Alberto Contador andiamo di pari passo con Kometa in questa scommessa", spiega Fran Contador, direttore generale del team. "Abbiamo contribuito con il nostro granello di sabbia e ora facciamo un passo avanti. Qualche anno fa era impensabile pensare che un corridore di un paese come la Slovacchia potesse vincere diversi campionati del mondo, vittorie al Tour o alla Vuelta o molte delle gare più prestigiose del mondo, così come monumenti come il Giro delle Fiandre o la Parigi-Roubaix. Peter è un talento assoluto. Perché non pensare che non ci sia un futuro Peter Sagan o un futuro Alberto Contador in Ungheria ?".

La direzione sportiva del Kometa Cycling Team non ha ancora definito in quale gara avrà luogo il debutto del suo nuovo corridore. Guardando al futuro, Dina sogna : "Vorrei poter vincere il Giro d'Ungheria un anno. È una grande gara che non smette di crescere di anno in anno. Già l'anno scorso mi sono sentito molto forte, con buone gambe, quando stavo lottando in montagna".
 
 
 
 
@IBdailyblog

27/05/2019
0 Poster un commentaire

Tuttofood Kometa 2019 con Ivan e Alberto Contador

 

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


08/05/2019
0 Poster un commentaire

Concorso su Twitter @IBdailyblog : vinci la maglia della Kometa autografata da Ivan

ConcorrsoInsta.jpg

 

 

 

 

 

@IBdailyblog


23/03/2019
0 Poster un commentaire

Stay tuned...

 

 

 

➡️ Appuntamento sabato su Twitter IBdailyblog 

➡️ Save the date, saturday on Twitter IBdailyblog

 

 

 

 

@IBdailyblog


21/03/2019
0 Poster un commentaire