www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Daniel Viegas alla Polartec-Kometa nel 2019

Viegas.jpg

 

 

Sito ufficiale Polartec-Kometa

 

 

Il portoghese Daniel Viegas (Nato a Faro il 5 gennaio 1998) difenderà i colori della Polartec-Kometa per la prossima stagione. Il corridore dell’Algarve, che nel 2018 ha concluso la sua seconda stagione nella Fondazione Alberto Contador U23, diventa il primo rinforzo della squadra di Madrid per la sua seconda stagione nella categoria continentale. Una promozione che premia l'enorme lavoro del corridore di Lusitano, un lavoro silenzioso, con scarsa copertura mediatica, e che valorizza l'impegno del progetto per la formazione dei ciclisti, al di là di una semplice palmarés o della freddezza dei risultati.

 

Viegas, vincitore della Vuelta a Besaya o della Vuelta a Loulé portoghese da giovane con il Club Ciclista Bairrada, ha dimostrato con queste due corse il suo incommensurabile lavoro a favore dei suoi compagni. La vittoria di Juan Pedro López nella scorsa edizione della Vuelta al Bidasoa, per fare un esempio, è stata il frutto di un grande lavoro di sostegno del portoghese, sempre pronto a dare il suo contribuito alla squadra. 

 

"Sono molto felice di entrare nella squadra continentale. È un modo per dimostrare che si può anche diventare professionista attraverso il duro lavoro, senza vincere gare. Finora ho lavorato per i miei compagni nella categoria amatoriale, sono sicuro che il prossimo anno sarà così. So molto bene cosa farò. Ma tutto quello che voglio fare è essere il migliore. Se devo vincere, voglio essere il migliore. E se devo lavorare per gli altri, voglio essere il migliore. Qualunque cosa faccio, non importa : voglio essere il migliore in quello che devo fare", dice un entusiasta Daniel Viegas.

 

 

Rafa Díaz Justo è stato il suo direttore sportivo durante queste due stagioni : "Quando è arrivato nella squadra era uno dei migliori corridori junior del suo paese. Fin dal primo momento una delle cose che ci ha impressionato di più è stato il suo modo di correre, la sua intelligenza, il suo modo di lavorare in squadra... È un ciclista che ha contribuito e aiutato molto tutti i suoi compagni. È meticoloso nel suo lavoro. Inoltre c’è il suo potenziale. Pensiamo che nella categoria professionale farà cose più belle che nel campo amatoriale, anche se era un lavoro poco visibile ma necessario. In questi due anni di lavoro abbiamo avuto un corridore professionista nel corpo di un dilettante. Dani è forse uno dei migliori gregari del campo amatoriale spagnolo".

 

"È una scommessa molto importante perché è, o sarà, il primo corridore straniero che, dopo essere stato nella nostra squadra U23, fa il salto verso la continentale. Daniel è un corridore che fin da giovane punta a un grande futuro e ha vinto la Vuelta al Besaya, lavorando anche molto per il suo collega Joao Almeida. Eravamo lì con i juniores e quasi l'80% della gara è stata fatta da lui", sottolinea Félix García Casas, responsabile sportivo della Fondazione. "Viegas è un corridore con un grande potenziale, ma soprattutto è un grande corridore di squadra. Con noi ha fatto due anni di lavoro meticoloso. È un corridore molto completo, un ottimo corridore di cronometro, supera la media montagna quando è in forma e vorrei anche sottolineare la sua grande esperienza : sembra che sia con l'U23 da molti anni quando si tratta di lavorare e controllare il gruppo".

 

 

 

 

@IBdailyblog



06/08/2018
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 32 autres membres