www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

In Sicilia, una rinascita storica e un passo avanti per un intero progetto

GiroSicilia2019.jpg

 

 

Sito Ufficiale Kometa Cycing Team

 

 

Con un ambizioso accordo tra la Regione e la società organizzatrice del Giro d'Italia, il Giro di Sicilia è tornato dopo quattro decenni di letargia. La Kometa Cycling Team, invitata dai promotori di questo progetto ad essere una delle diciotto formazioni che parteciperanno alla rinascita della competizione, sarà presente a quattro giorni di ciclismo di altissimo livello.

 
Il Giro de Sicilia è una gara che è nata due anni prima del Giro d'Italia (1907 vs. 1909) e che ha subito molte interruzioni fino al suo definitivo blackout alla fine degli anni settanta (1977). Ora la corsa riprende per almeno tre edizioni e la Corsa Rosa sarà presente nel territorio dell'isola per almeno due anni, compresa la Grande Partenza 2021. Una scommessa di undici milioni di euro con uno sfondo promozionale e turistico che sarà ispirato nel suo percorso da eventi mancanti come il Giro dell'Etna, disputato tra il 1980 e il 1994 con un breve ritorno tra il 2001 e il 2004, o il Trofeo Pantalica, su strada tra il 1975 e il 2003.

Isaac Cantón, José Antonio García, Juan Pedro López, Stefano Oldani, Antonio Puppio, Michel Ries e Diego Pablo Sevilla sono i corridori designati per affrontare questa impegnativa e mediatica sfida sportiva, personale e collettiva. Oldani arriverà alla gara due giorni dopo aver partecipato alla Settimana Coppi e Bartali convocati dalla selezione italiana. "Tra due giorni inizia il Giro de Sicilia, ma non credo che sarà un problema. Se la condizione è la stessa che avevamo in Croazia penso che possiamo offrire un'immagine molto buona", ha detto il milanese. "Sarà un buon test per tutti", dice Juan Pedro López.
 
"Non vedo l'ora di partecipare a questa gara", dice Michel Ries. Il lussemburghese aggiunge : "È sicuramente una gara molto difficile. Personalmente penso di aver fatto un buon allenamento nelle ultime settimane, quindi non vedo l'ora di tornare a gareggiare in questo posto speciale e con un arrivo sull'Etna l'ultimo giorno. Penso che abbiamo una squadra molto forte, una squadra che ha fatto un buon lavoro nelle ultime settimane. Possiamo competere di nuovo con una buona dose di motivazione".

Questo nuovo Giro de Sicilia si presenta come una sfida molto difficile a causa della sua variegata disposizione. La prima tappa, il viaggio di mercoledì tra Catania e Milazzo, presenta un percorso ottimale per un velocista nonostante la presenza del Colle San Rizzo a 55 km dalla fine. Per il giovedì, una giornata maratona di 236 chilometri tra Capo d'Orlando e Palermo con una zona centrale complicata dalla salita al villaggio di Geraci Siculo e 50 chilometri molto sinuosi.
 
La terza tappa, tra Caltanissetta e Ragusa, ha un finale complicato a causa della salita di Serra di Burgio e dell'arrivo nel centro storico di questo patrimonio mondiale dell'UNESCO. La fine della festa sarà sabato, con l'arrivo sull'Etna, fino ai 1.892 metri di quota dove si trova il Rifugio Giovanni Sapienza. Una salita che dalla popolazione di Nicolosi presenta 20 chilometri a più del 7% di media, anche se la tendenza ascendente verrà da molto prima in una tappa di 122 chilometri.

Dario Andriotto, direttore sportivo della Kometa Cycling Team : "È la nostra prima gara della stagione in Italia e sarà molto speciale. Questo invito è un onore, perché l'organizzazione è la stessa del Giro d'Italia e questo significa che tengono conto del nostro progetto, e una responsabilità, perché molti dei nostri sponsor principali, con Kometa, Uvet e Openjobmetis sono italiani. Siamo una squadra molto giovane e davanti a noi avremo strutture con molta più tradizione e potenza sportiva, ma siamo andati in Sicilia con tutta la voglia e l'illusione del mondo. Sarà una sfida, perché il percorso non sarà affatto facile e ci sarà molta competizione. Il finale sull'Etna sarà molto duro. Ma c'è anche una tappa di oltre 230 chilometri. E le strade della Sicilia sono sempre molto tortuose, molto nervose".
 
 
Le quattro tappe : 
 

- Mercoledì 3 aprile, 1° tappa : Catania / Milazzo (165 km)

- Giovedì 4 aprile, 2° tappa : Capo d’Orlando / Palermo (236 km)

- Venerdì 5 aprile, 3° tappa : Caltanissetta / Ragusa (188 km)

- Sabato 6 aprile, 4° tappa : Giardini Naxos / Etna (Nicolosi) (119 km)

 

 

 

 

@IBdailyblog



31/03/2019
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 33 autres membres