www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

In Turchia, ritorno alla gara delle prime grandi gioie per la Kometa

TourAntalya2019.jpg

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team 

 

 

Michel Ries, Juan Pedro López, Stefano Oldani, Juan Camacho, Diego Pablo Sevilla e Michele Gazzoli sono i sei corridori scelti dallo staff per difendere, sotto la direzione di Jesús Hernández e Dario Andriotto, i colori della Kometa Cycling Team nel Tour di Antalya powered by Akra, una gara su suolo turco che fa parte dell'UCI Europa Tour. Una giovane corsa a tappe che nella sua prima edizione, un anno fa, ha regalato le prime gioie alla formazione continentale della Fondazione Alberto Contador.

 

Sulle strade di Antalya sono arrivati i primi successi della squadra, due vittorie di tappe grazie a Matteo Moschetti, ed i trionfi nelle classifiche del miglior velocista (Moschetti) e del miglior giovane con l'eritreo Awet Habtom, anche terzo nella classifica finale. Successi che hanno dato continuità al Tour de la Provence dove Diego Pablo Sevilla aveva ottenuto la maglia del miglior scalatore, il primo podio della squadra nel suo primo anno di vita.

 

Con tali precedenti, le ambizioni sono massime per la seconda edizione del Tour di Antalya. La Kometa Cycling Team ha l'obiettivo di lottare per le vittorie di tappe e ottenere un grande risultato nella classifica generale finale. Per quanto riguarda la concorrenza, ci saranno alcune delle migliori squadre e corridori della categoria continentale professionale. La belga Corendon-Circus, l'israeliana Israel Cycling Academy o l'italiano Nippo Vini Fantini saranno alcuni degli avversari di questa prima grande sfida della squadra.

 

La Kometa Cycling Team si presenta con una squadra composta da corridori per tutti i terreni, con due nomi che aspirano a fare un buon generale e arrivano motivato dopo interessanti prestazioni nelle corse dove erano presenti squadre WorldTour, come Juan Pedro López e Michel Ries; o un uomo veloce come Michele Gazzoli, sesto nell'ultima tappa della Vuelta a la Comunitat Valenciana. "Alla Vuelta a Murcia ho fatto del mio meglio e ho avuto buone sensazioni; ora è Antalya, dove non vediamo l'ora di correre", dice López.

 

Il Tour di Antalya comporta quattro tappe in linea che si svolgeranno su un terreno nervoso e tortuoso. La prima tappa si concluderà su una piccola pendenza e sia la seconda che la quarta tappa hanno anche piccole difficoltà alla fine. Anche se senza dubbio il giorno più decisivo sarà il terzo, una tappa non molto lunga ma che avrà il suo traguardo in una salita di prima categoria, quella che porta a Termessos, una delle principali attrazioni turistiche del paese e della regione e membro del Parco Nazionale dei Monti Gulluk.

 

 

Le 4 tappe :

 

- 1° tappa, giovedì 21 febbraio : Köprülü / Antalya (141 km)

- 2° tappa, venerdì 22 febbraio : Antalya / Antalya (Kemer) (111 km)

- 3° tappa, sabato 23 febbraio : Perge / Termessos (91,8 km)

- 4° tappa, domenica 24 febbraio : Side / Antalya (157 km)

 

 

 

 

@IBdailyblog 



19/02/2019
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 33 autres membres