www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Ivan Basso al Giro virtuale. Tappa 3

GobikTappa3GiroVirtuale.jpg

 

Sito ufficiale Gobik

 

 

Il Friuli è una piccola regione, tra la Slovenia e l'Austria, non molto grande ma formidabile nella memoria di Ivan Basso, perché in Friuli sorge lo Zoncolan, un colosso montuoso dove Basso iniziò a vincere il suo secondo Giro.

 

La terza tappa del Giro Virtuale ha attraversato questi luoghi, per quasi 27 chilometri dal circuito finale previsto a San Daniele del Friuli, la 16a tappa del Giro d’Italia 2020. "È un percorso che ha una salita di quasi tre chilometri al 10% e percentuali fino ai 16%" descrive Ivan Basso, che spiega il valore gastronomico del luogo, patria del prosciutto crudo di San Daniele, l'altro grande nome del prosciutto in Italia, insieme a Parma, nella vicina Emilia.

 

E quando parliamo del Friuli con Ivan Basso, lo Zoncolan arriva inevitabilmente nella discussione. Esattamente dieci anni fa, nella penisola italiana si è svolto un Giro pazzesco, con tappe memorabili come lo sterrato di Montalcino e la fuga dell’Aquila. Da quelle tappe è emerso un ciclista di Talavera, David Arroyo, che aveva opzioni quasi fino alla fine, opzioni per vincere.

 

L'assalto di Basso ha avuto due episodi, il primo sullo Zoncolan: "È stato un giorno molto speciale, possiamo considerarlo uno stadio verticale, la gente deve lasciare l'auto in basso e salire. Qui la testa conta, ottenere il meglio da ogni colpo di pedali e vincere è come farlo nello Stelvio o nel Mortirolo, è una salita mitica". Ivan descrive lo  Zoncolan come "il giorno della rinascita" anche se ha preso il comando della gara sul Mortirolo: "Siamo riusciti a distanziare Arroyo in salita. La discesa è stata terribile, molto complicata, è incredibile come tutto possa andare sprecato in poco tempo". Nel 2006 Ivan Basso era anche stato in rosa nella regione del Friuli. 

 

Con due tappe già celebrate, Ivan ammette che "la sensazione di competere virtualmente è buona. Ci sono nomi come Ballan, Chiapucci o Tafi, siamo collegati da Zoom con la Gazzetta e parliamo dei vecchi tempi". Spera di poter uscire presto con la sua bicicletta, ma oggi più che mai "il digitale è il nostro alleato quotidiano e penso che rimarrà un complemento perfetto".

 

 

 

 

@IBdailyblog

 



27/04/2020
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 34 autres membres