www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Juan Pedro López e Michel Ries alla Trek-Segafredo

9C2FD517-FE8F-4CEA-B29B-1A1568CDE39C.jpeg

 

 

Il ruolo della formazione continentale della Fondazione Alberto Contador come squadra di sviluppo della WorldTour Trek-Segafredo si rafforza in questa seconda campagna di collaborazione, con la conferma che due dei suoi corridori correranno nel 2020 e 2021 nella formazione americana. Lo spagnolo Juan Pedro López e il lussemburghese Michel Ries fanno il salto dalla Kometa Cycling Team alla Trek, seguendo i passi del giovane italiano Matteo Moschetti. Entrambi i corridori hanno firmato le due vittorie della squadra di Madrid in questa stagione.

 

Juan Pedro López ha avuto l'opportunità di vestire i colori della Trek-Segafredo nell'ultima edizione del Tour of Utah, gara per la quale è stato assunto come stagista e si è classificato al diciassettesimo posto, terzo miglior giovane della corsa americana. Ries, dal canto suo, ha corso questa stessa gara la scorsa stagione, anche come stagista; il corridore granducale ha appena concluso un eccezionale Tour de l’Avenir dove ha sfiorato la vittoria di tappa in due occasioni e si è piazzato settimo della classifica generale.

 

"Quando si inizia a gareggiare in bici si ha sempre il pensiero che un giorno si vorrebbe raggiungere la squadra pro e correre tutte quelle gare che si vedono in TV da bambini, come un Tour de France, una Vuelta a España... Questi sogni sono un po' più vicini a questo grande sogno che si realizza. È una grande opportunità, sono molto eccitato. E anche molto grato alla Fondazione Alberto Contador, dove mi è stata data l'opportunità  di crescere e dove ho imparato stagione dopo stagione", dice Juan Pedro López.
 
"Per una struttura sportiva con una forte vocazione di formazione come quella che stiamo sviluppando nella Fondazione Alberto Contador, ogni corridore che firma per il WorldTour o nella categoria professionale continentale è una gioia immensa", sottolinea Francisco Javier Contador, direttore generale della Kometa Cycling Team. "In primo luogo, una grande felicità per il corridore stesso, per la sua carriera. E poi per il progetto stesso, perché funziona molto bene e altre formazioni lo valorizzano al di là del fatto che in questo caso abbiamo lavorato come struttura di sviluppo in questi due anni. Per una squadra continentale, questi acquisti valgono anche una vittoria in una gara.
 
"Nel caso specifico di Juan Pedro, inoltre, c'è il fatto che è un corridore che ha attraversato tutte le categorie sportive della Fondazione, junior, sub23 e continentale, e aveva precedentemente partecipato al Campus Selection. È il primo corridore selezionato sul Campus ad arrivare al WorldTour. Il fatto che un corridore nato nelle nostre categorie inferiori faccia questo salto è qualcosa che fa sentire tutti i membri di questo progetto molto orgogliosi e felici", conclude.
 
 
 
 
@IBdailyblog
 


27/08/2019
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 33 autres membres