www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

La Eolo-Kometa completa la sua squadra con Lorenzo Fortunato, Francesco Gavazzi e Luca Wackermann

fortunato-gavazzi-wackermann-web-1200x667.jpg

 

 

La squadra con cui la Eolo-Kometa Cycling Team affronterà la sua prima stagione nella categoria ProTeam nel 2021 è definitivamente chiusa con l'aggiunta dei corridori italiani Lorenzo Fortunato, Francesco Gavazzi e Luca Wackermann.
 
Fortunato (1996) proviene dalla Vini Zabu-KTM, formazione alla quale è stato legato nelle ultime due stagioni, anche se nelle campagne precedenti aveva avuto un paio di esperienze come stagista: nel 2016 ha avuto l'opportunità di correre alcune gare con Tinkoff, mentre un anno dopo lo ha fatto con Bardiani-CSF.
 
"Credo di essere cresciuto molto negli ultimi due anni con la formazione della Vini Zabu. Sono un ciclista che sale bene e si difende nelle corse a tappe, ma ho ancora molto spazio per crescere e sono fiducioso di poterlo fare in questo bellissimo progetto. E personalmente spero anche di avere l'opportunità di competere di più in Spagna".
 
Gavazzi (1984) è uno dei corridori più esperti della categoria, con quindici stagioni in cui ha gareggiato sia nella formazione WorldTour che in quella ContiPro. Il ciclista di Morbegno ha aderito al progetto dopo cinque stagioni con la Androni Giocattoli. Nei suoi palmarés ci sono le vittorie di tappa della Vuelta (2011), dell'Itzulia (2010, 2011) o della Volta in Portogallo (2011, 2016).
 
"Quest'anno ho gareggiato poco. È stato un anno molto strano per la COVID. A metà settembre Ivan mi ha parlato e mi ha mostrato il suo interesse a partecipare a questo progetto indipendentemente dalla mia età. Crede che io abbia ancora molto da dare e che in queste quattordici stagioni di corse l'ho dimostrato. Ivan vuole che porti la mia esperienza ai giovani, che tutti noi lottiamo per i risultati. Personalmente, è un vero piacere per me. Questo riconoscimento del progetto è molto stimolante. È una squadra molto equilibrata. C'è molta esperienza, giovani corridori con molta qualità che possono crescere ancora di più, c'è molto talento. Anche il ciclismo ha bisogno di pazienza e con questa combinazione di esperienza e gioventù è possibile".
 
Wackermann (1992) ha vinto questa stagione la classifica finale e una tappa del Tour du Limousin francese e si è classificato quinto nella seconda tappa del Giro d'Italia 2020, che si è conclusa ad Agrigento. Il lombardo si è classificato sesto in una gara con alta montagna come il Tour di Sibiu ed è stato coinvolto nelle finali della Vuelta a San Juan, del Tour de Antalya o della Settimana Coppi e Bartali.
 
"Conosco Ivan Basso da molto tempo. Già nell'ultimo Tirreno-Adriatico abbiamo parlato un po' del progetto a cui stava lavorando e al Giro quell'opportunità si è aperta in modo più definitivo. Ovviamente è stato un sì immediato. È un sogno che diventa realtà poter lavorare per Ivan e Alberto Contador. Sono davvero felice, emozionato, e non vedo l'ora di iniziare".
 
 
 
 
@IBdailyblog


26/11/2020
0 Poster un commentaire

Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 34 autres membres