www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

La Kometa Cycling Team presentata all'Oliva Nova Beach & Golf Resort

Squadra 2019.jpg

 

Comunicato stampa Kometa-Cycling Team

 

 

Lunedì 4 febbraio le strutture dell'Oliva Nova Beach & Golf Resort hanno ospitato la presentazione ufficiale delle squadre della Fondazione Alberto Contador. Le squadre continentali, U23 e junior della Kometa Cycling Team hanno ufficialmente dato il via alle rispettive stagioni in un evento sponsorizzato da Alberto Contador e Ivan Basso, che ha visto la partecipazione di tutti gli sponsor e collaboratori del progetto.

 

In una cerimonia guidata dall'oratore navarrese Juan Mari Guajardo, Giacomo Pedranzini, CEO di Kometa, ha spiegato perché la sua azienda ha scommesso su un discorso brillante che ha catturato l'attenzione dei partecipanti e ha generato molte simpatie, un aspetto in cui ha augurato alle tre formazioni il più grande successo sportivo e ha lanciato diverse proposte. "Se vogliamo affidarci più all'intuizione dei corridori che al computer, se vogliamo restituire il fattore umano a questo sport, cominciamo ! La nostra squadra potrebbe essere la prima di propria iniziativa a non usare i computer durante le gare. Se vogliamo promuovere la funzione sociale del ciclismo, investiamo ancora più energia in Bikes for Life. Se vogliamo prevenire gli ictus e promuovere una società più sana, riduciamo il contenuto di sale in tutti i nostri prodotti. Tutte queste iniziative non saranno gratuite. Forse vinceremo meno gare, o avremo meno tempo libero per aiutare chi ne ha più bisogno, o avremo meno profitto offrendo prodotti sani ad un prezzo accessibile... ma così facendo onoriamo i nostri valori e forse cambieremo davvero qualcosa", ha concluso Pedranzini.

Il grande padrone di casa Luis Borho, Direttore Generale di Oliva Nova Beach & Golf Resort, ha a sua volta dimostrato la sua soddisfazione di poter ospitare questo evento e sottolineare il suo impegno per il mondo dello sport, in particolare del ciclismo : "In Oliva Nova raccogliamo gli ingredienti perfetti per la pratica dello sport durante tutto l'anno. È un ambiente ideale per il ciclismo. Siamo determinati a sostenere il ciclismo, la Kometa Cycling Team e la Fondazione Alberto Contador. Vi ringraziamo per la vostra presenza nella nostra casa, speriamo che abbiate apprezzato questi giorni e vi auguriamo buona fortuna per questa stagione".

 

Alberto Contador e Ivan Basso sono stati incaricati di chiudere l'atto con un piccolo intervento in cui hanno condensato lo stato di avanzamento di questo progetto. "Sono sette anni di duro lavoro. Abbiamo iniziato con la squadra giovanile, poi con la squadra U23 e grazie all'arrivo di Kometa, dallo scorso anno siamo riusciti a fare il salto nella categoria continentale. C'è molto lavoro dietro, ma alla fine è super-gratificante. Siamo cresciuti poco a poco. Questo progetto è il frutto di una passione, una passione condivisa", ha detto lo spagnolo.

"Ci troviamo di fronte a un altro anno, un anno speciale per noi. Le vittorie sono importanti, naturalmente, e come la squadra si è comportata in tutte le gare in cui si è trovata, dove ha dato il massimo. Il messaggio non è solo per vincere, ma per convincere. Ma penso che il messaggio più importante della squadra è quello di combattere in un momento di sfida generale per il mondo, giorno per giorno incerto, crisi... Combattere, crescere di fronte alle avversità. Grazie ai nostri sponsor, grazie al grande lavoro di Fran Contador, la squadra è cresciuta in un momento difficile", ha detto Ivan Basso.

 

52001089_2111564515556063_8790591568533782528_o.jpg

l lussemburghese Michel Ries, il portoghese Daniel Viegas, gli italiani Michele Gazzoli, Antonio Puppio, Stefano Oldani, Samuele Rubino e gli spagnoli Juan Camacho, Isaac Cantón, José Antonio García, Juan Pedro López e Diego Pablo Sevilla formano la giovanissima squadra della Kometa Cycling Team che affronta la seconda avventura nella categoria continentale della Fondazione Alberto Contador.


Michel Ries, uno dei veterani della squadra : "La scorsa stagione è stata molto importante e ci ha lasciato un grande gusto per i buoni risultati e anche per l'esperienza accumulata. In attesa di quest'anno spero di ripetere una buona stagione, per avere continuità. Avere l'opportunità di lavorare con due super campioni come Alberto Contador e Ivan Basso è una grande motivazione in più".

 

"Avere un talento come Matteo Moschetti in squadra, con tutto il suo contributo, è qualcosa di molto difficile. Ma è vero che per quest'anno la squadra è più equilibrata, più compensata, a livello generale. Il nostro primo obiettivo è quello di formare i talenti. E soprattutto, mostrare un'immagine di squadra unita. Condividiamo valori con Giacomo Pedranzini. Vogliamo essere una squadra che corre insieme, avanti, che combatte per tutto ogni giorno. Questo è il nostro obiettivo principale, poi allenare i ciclisti e poi, naturalmente, non si possono lasciare da parte i risultati", riflette Jesús Hernández, direttore sportivo. "Non vediamo l'ora di fare bene quest'anno. Abbiamo tutto a nostro favore per poter godere di una stagione ottimale", ha detto l'italiano Dario Andriotto.

Insieme agli undici corridori continentali, sono stati presentati anche tre dei ciclisti ungheresi che hanno avuto l'opportunità di condividere gli ultimi due ritiri della Kometa Cycling Team di Oliva Nova. Un'iniziativa che si trova nel fermo impegno della squadra a collaborare con la Federazione per la crescita e lo sviluppo del ciclismo in un paese di grande importanza per il grande sponsor della struttura.

 

La presentazione è servita anche per saperne di più sul nuovo progetto "Pedalare con te" che promuoverà la Fondazione Alberto Contador dalla mano di Cofidis, un'iniziativa che Alberto Contador ha apprezzato : "Siamo molto grati di questa incorporazione, un arrivo grazie al quale lo sport adattato avrà anche una presenza all'interno della Fondazione Alberto Contador e che renderanno possibile". A sua volta Yolanda Llorente, di Cofidis Spagna, ha detto : "Il 2018 è stato emozionante per Cofidis. Abbiamo lavorato su molte iniziative, ma uno dei progetti di cui siamo più orgogliosi nella nostra azienda è "Cofidis pedalando con te", un progetto che unisce la bicicletta, con cui Cofidis è particolarmente impegnata nella responsabilità sociale. E lo fa con un duplice obiettivo : da un lato, per promuovere l'integrazione e lo sviluppo delle persone con disabilità attraverso il nostro Pedalón di solidarietà; dall'altro, per sostenere la crescita della squadra paraolimpica spagnola con la creazione del nostro team di promesse paralimpiche. Pedale della Solidarietà è un'attività che ci ha portato a installare biciclette statiche in tutte le fasi del giro : ogni chilometro percorso dai partecipanti viene convertito in euro. E ho il piacere di informarvi che d'ora in poi offriremo questa donazione alla Fondazione Alberto Contador. E lo facciamo per la vostra legittimità nel ciclismo, per l'amore e la dedizione che fate in ogni progetto e per sostenervi nel ciclismo per le persone con disabilità", ha concluso Llorente.

 

 

 

 

@IBdailyblog



03/02/2019
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 32 autres membres