www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

La Vuelta Madrid, corsa in terra conosciuta per la Kometa

VueltaMadri2019.jpg

 

Sito ufficiale Kometa Cycling Team

 

 

La Kometa Cycling Team affronta la Vuelta a la Comunidad de Madrid questo fine settimana. La formazione continentale della Fondazione Alberto Contador non ha potuto partecipare a questa gara durante il suo primo anno di esistenza a causa della sua presenza al Giro di Bretagna, della vicinanza tra le gare e delle esigenze logistiche di entrambi. Per questo motivo la Vuelta a Madrid era diventata una delle competizioni fondamentali del suo calendario nel 2019, il legame tra la formazione e la Comunità delle Sette Stelle è intenso. 

 

La squadra guidata da Jesús Hernández avrà nei suoi ranghi : Diego Pablo Sevilla. Il ciclista di San Martín de la Vega sarà accompagnato sui percorsi di Madrid da Juan Camacho, Isaac Cantón, dall'andaluso José Antonio García e dagli italiani Michele Gazzoli, Antonio Puppio e Samuele Rubino. Una squadra molto giovane, con spirito guerriero e con il vantaggio della velocità di un Gazzo che viene dalla firma della sua migliore prestazione della stagione con il terzo posto nell'Etoile d'Or della Nations Cup.

 

La caduta di Michel Ries nella discesa del Santuario del Acebo, durante l'ultima Vuelta a Asturias, ha leggermente sconvolto la pianificazione della Kometa Cycling Team per il round di Madrid, dato che il lussemburghese era uno dei sette ciclisti designati per la gara, ma le sue fratture lo terranno lontano dalla competizione per un mese : "Sono ancora deluso di aver perso una parte importante della mia stagione. Ma la caduta è stata abbastanza dura e ho avuto la fortuna di uscire solo con poche piccole fratture".

 

La gara di Madrid si svolgerà in tre tappe in linea, senza alta montagna o un finale in salita. Le prime due tappe non sono prive di durezza, con molte salite di diverse dimensioni e la possibilità, soprattutto nel giorno di apertura, che il vento entri in azione. La tappa di domenica si svolge in un circuito del Paseo de la Castellana molto favorevole per una conclusione in volata. 

 

"Mi piace molto la zona di Campo Real e Nuevo Baztán, di solito ci vado spesso durante le mie sessioni di allenamento", dice Diego Pablo Sevilla, che conosce gli itinerari dei primi due giorni. Una prima tappa con sette salite per il Gran Premio di montagna. "Potrebbe anche essere ancora più difficile, anche se per questo sarebbe necessario fare piccoli anelli in alcune zone per rimuovere il terreno pianeggiante e mettere più dislivelli. Tuttavia, sarà un palcoscenico dove, se soffia, il vento può avere importanza".

 

Viaggio di sabato con partenza e arrivo a San Martín de Valdeiglesias presenterà fino a sei salite, con cinque nei primi 75 chilometri, dove si può viaggiare attraverso la provincia di Ávila, e alcuni nella parte finale di una frazione che avrà il suo traguardo in una piccola salita : "Al centro della tappa c'è un'area in cui sono concentrate diverse salite, forse un po' lontane dal traguardo. Ma sarà una tappa difficile. Sono anche fortunato di conoscere gran parte della tappa perché pedalo molto in questa zona", conclude Diego Pablo.

 

 

Le tre tappe :

 

- Venerdì 10 maggio, 1° tappa : Aranjuez / Aranjuez (164,1 km)

- Sabato 11 maggio, 2° tappa : San Martín de Valdeiglesias / San Martín de Valdeiglesias (164,5 km)

- Domenica 12 maggio, 3° tappa : Circuito di Madrid-Paseo de la Castellana (99,9 km)

 

 

 

 

@IBdailyblog



08/05/2019
0 Poster un commentaire

A dcouvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 33 autres membres