www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Presentazione del trittico croato : Umag, Pore?, Istrian

Croazia2020.jpg
 
 
Sito ufficiale Kometa-Xstra Cycling Team
 
 
Bagnata dalle acque dell'Adriatico, l'idilliaca penisola istriana è, dal punto di vista geografico, la grande protagonista delle prossime due settimane di gare della Kometa-Xstra Cycling Team. La formazione continentale della Fondazione Alberto Contador ritorna in alcuni ambienti già scoperti la scorsa stagione con un trittico di gare croate. Due corse di un giorno e un giro a tappe che propone un paio di arrivi in salita e dove non manca una piccola prova a cronometro sono il menù di un periodo di gare per il quale sono stati chiamati l'ungherese Erik Fetter, gli spagnoli Alejandro Ropero e Diego Pablo Sevilla e gli italiani Giacomo Garavaglia, Antonio Puppio e Riccardo Verza. Si tratta di un nuovo evento in cui gareggeranno direttamente con squadre della stessa categoria, senza World Tour e con un massimo di due squadre continentali pro.
 
Il "trittico croato" è indirettamente toccato della comparsa di una serie di casi di coronavirus che, alla luce delle politiche sanitarie attuate dalle autorità italiane e croate, hanno sollevato alcuni interrogativi sulla mobilità e sulla logistica. "Qui dove vivo non ci sono misure preventive, dato che il caso più vicino a casa nostra è a circa 70 chilometri di distanza e le zone dove di solito mi alleno sono ancora più lontane, dato che di solito vado in montagna. Più che del virus in sé, la preoccupazione riguarda il possibile blocco sia all'interno che all'esterno dell'Italia, i dubbi sulla possibilità di lasciare il Paese. Non possiamo ignorare che si tratta di un problema serio, certo, ma non dobbiamo cedere al panico: bisogna seguire alcune semplici regole per proteggere se stessi e gli altri", dice Giacomo Garavaglia quando gli viene chiesto degli eventi degli ultimi giorni.
 
Due dei sei corridori presenti quest'anno, Diego Pablo Sevilla e Antonio Puppio, hanno disputato l'edizione 2019. Il madrileno si ricorda di un anno fa e spiega perfettamente la tipologia delle gare contro cui gareggeranno: "Le due classiche saranno disputate in circuito. I percorsi sono buoni, alcune strade sono strette, ma gli arrivi si fanno su strade buone e larghe. Entrambi sono giorni in cui si può davvero finire in volata, ma ci sono anche possibilità di fughe. Alla fine è una gara dove è più complesso cogliere la buona fuga dalla partenza e anche il controllo della gara è più difficile. La gara primaverile istriana ha un prologo e due arrivi in salita. In generale, queste sono date in cui possiamo fare bene".
 
L'ungherese Erik Fetter non vede l'ora di fare il viaggio in Croazia. "Penso che queste gare ci offrano davvero delle ottime opportunità per dimostrare la nostra forza e per poter ottenere dei buoni risultati. Personalmente non vedo l'ora, soprattutto perché il mio debutto con la squadra non è stato come mi aspettavo a causa di una serie di problemi, ma credo di essere in buona forma ed è il momento di dimostrarlo. Anche Giacomo Garavaglia è molto fiducioso: "Dobbiamo continuare con tutto quello che la squadra ha fatto ad Antalya", dice.
 
 
 
 
@IBdailyblog
 


02/03/2020
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 33 autres membres