www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Presentazioni Coppa Agostoni, Giro del Veneto e Veneto Classic

CoppaAgostoni2021.jpg

 

 

Sito ufficiale Eolo-Kometa Cycling Team

 

 

La prima stagione dell’Eolo-Kometa Cycling Team nella categoria ProTeam si chiude la prossima settimana con la partecipazione a tre gare di un giorno, una in Lombardia e due in Veneto, distribuite durante questa settimana di ottobre. Prima la Coppa Ugo Agostoni a Lissone, la tradizionale ultima gara del trittico lombardo. Poi, il rinnovato Giro del Veneto. Infine, la nuova Classica del Veneto. Per questo blocco di corse, la direzione sportiva potrà contare sugli stessi corridori che prenderanno parte al Giro di Lombardia, anche se Samuele Rivi prenderà il posto di Mark Christian per le ultime due corse.

 
La Coppa Agostoni-Giro delle Brianze torna sulle strade dopo l’assenza forzata del 2020. La gara presenta un percorso molto interessante, con un circuito impegnativo che collega le salite di Sirtori, Colle Brianza e Lissono in soli 24 chilometri e che verrà percorso dai ciclisti in quattro occasioni. Un terreno molto piccante su cui i piloti selezioneranno sicuramente il loro sviluppo.
 
 
GiroVeneto2021.jpg
 
 
Il Giro del Veneto, la cui ultima edizione si è tenuta nel 2013, torna in calendario grazie al progetto guidato da Filippo Pozzatto e Jonny Moletta, Ride the Dreamland, attraverso il quale lanciare una gara di lunga distanza, una corsa in bicicletta e due competizioni ciclistiche di alto livello. Questa corsa è nata nel 1909, con Girardengo, Binda, Coppi, Magni, De Vlaeminck o Moser tra altri grandi nomi nella sua lista di vincitori e con l’aiuto della Sociéta Ciclista Padovani ha raggiunto i suoi grandi momenti di stabilità durante gli anni sessanta, settanta e ottanta. Il percorso di questa 2021 ha diverse difficoltà orografiche nel mezzo del suo percorso che invitano a pensare in una risoluzione sprint da un gruppo ridotto.
 
 
VenetoClassic2021.jpg
 
La Veneto Classic, nel frattempo, sarà la gara con cui il progetto della Fondazione Contador concluderà la sua stagione. Un Veneto Classico senza precedenti che nasce con una vocazione di continuità e crescita. All’inizio, il Muro di Cá de Poggio, con i suoi pendii ripidi (fino al 18%) nonostante la sua breve lunghezza (poco più di un chilometro) in mezzo alle colline dove vengono coltivate le viti che danno vita al Prosecco. Alla fine, c’è una catena di passaggi attraverso La Rosina, fino a quattro, e La Tisa, in due. E l’ultimo passaggio attraverso La Rosina a soli sette chilometri dal traguardo.
 
 
 
 
@IBdailyblog


10/10/2021
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 36 autres membres