www.ivanbassodailyblog.com

Ivan Basso Daily Blog

Solido debutto della Polartec-Kometa alla Vuelta Valencia e il Tour de La Provence

MGrimpeur.jpg

 

Comunicato stampa della Polartec-Kometa

 

 

La Polartec-Kometa Continentale ha fatto un solido debutto nella categoria professionale dopo aver partecipato alle sue prime corse, con la Vuelta a la Comunitat Valenciana e il Tour de Provence. In entrambe le gare, i giovani professionisti di Jesús Hernández e Dario Andriotto hanno superato le aspettative e ottenuto risultati molto promettenti.

 

A Valencia, contro 11 ProTour e 11 altre ProContinental, con un gruppo di altissimo livello e condizioni meteorologiche molto dure nelle ultime tappe, la squadra ha eseguito una prestazione che ha evidenziato il lavoro dei loro velocisti, Michele Gazzoli e Matteo Moschetti. Nonostante la sua giovinezza, Gazzoli ha ottenuto un interessante undicesimo posto nella volata dell'ultima tappa, mentre tutti insieme hanno fatto la loro prima cronosquadre, in cui hanno potuto contare sui consigli di Alberto Contador, dando segreti della specialità, anche in una giornata piovosa e ventosa che è stata la causa delle cadute di Kevin Inkelaar e Moschetti.

 

Nella seconda gara della stagione, il Tour de La Provence, nel sud della Francia,  la Polartec-Kometa ha affrontato l'intero gruppo francese, più alcune squadre belghe e italiane, quindi è stata ancora una volta di fronte ad un gruppo di alto livello, anche se un po' più abbordabile rispetto alla Valenciana.

 

La squadra ha risposto di nuovo alla sfida e ha colto l'occasione per confermare la buona forma di Michel Ries, che ha finito 18° nella classifica generale finale, 1:38 dietro il vincitore, e Miguel Ángel Ballesteros, che è stato il primo spagnolo. Entrambi i corridori sono riusciti a concludere rispettivamente quarto e quinto nella classifica giovanile, brillando in alta quota sulle montagne francesi.

 

Insieme al risultato nella generale di Ries e Ballesteros, il momento clou di La Provence è stata la combattività e la grinta di Diego Pablo Sevilla, che è riuscito a entrare in due fughe, nella seconda e quarta tappa. La prima gli è valsa la maglia provvisoria del Combinado, mentre nella seconda ne ha approfittato per battere il veterano Madrazo nella classifica della montagna, vincendo la maglia finale. Era la sua prima corsa da professionista, dato che era uno di quelli non correva a Valencia, e ovviamente ha dimostrato di meritare il salto in questa categoria.

 

Tra gli esordienti, anche il colombiano Wilson Peña, che solo due giorni prima era arrivato dal suo paese con poco tempo per acclimatarsi alla sua nuova squadra, e il campione spagnolo, Isaac Canton, che hanno mostrato cosa possono fare nelle prossime gare.

 

Infine, l'ultimo giorno, Juan Camacho, è stato molto vicino ad una grande sorpresa quando ha lanciato un attacco a 15 chilometri dal traguardo, che gli è quasi valso la vittoria di tappa. Nell’ultimo chilometro è stato raggiunto dal gruppo a causa di un terreno sfavorevole e del vento contrario.

 

Questo fine settimana la Polartec-Kometa torna nel sud della Francia per il Tour du Haut-Var, una corsa a tappe di due giorni in cui affronteranno ancora una volta un gruppo di classe mondiale.

 

 

 

 

@IBdailyblog



14/02/2018
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 32 autres membres